Caro Oliviero

Un mail su "Palermo, cronaca di una stagione perduta"

Pubblicato il 30/04/2004 / di / ateatro n. 068 / 0 commenti /
Share

Caro Oliviero,
desidero ringraziare il Sig. Gianni Valle, che da “esperto” del teatro palermitano, non ha citato nel suo articolo su “Palermo, cronaca di una stagione perduta” l’esistenza del Teatro Libero/Incontroazione, unico Stabile d’Innovazione della Sicilia, che lavora, al di là degli avvicendamenti politici della Città e della Provincia, da 36 anni. Infatti l’articolo del Valle era più ispirato alla valutazione dei fatti teatrali voluti e determinati dai Signori Amministratori del precedente e dell’attuale governo degli enti locali, più che dagli artisti e dagli operatori teatrali della città. Forse ignora l’esistenza di coloro che lavorano e resistono a Palermo, nonostante tutto, e che fuori dall’Italia sono molto più conosciuti. Certamente l’ignoranza non è una nostra colpa. Ma ormai esiste una categoria di artisti di cui si parla per via dell’appartenenza ad uno o più “principi” politici, e poi esiste una categoria di artisti che sono apprezzati e seguiti dal pubblico attento.
Io mi pregio di appartenere a questa seconda categoria.
Per doverosa informazione al lettore di ateatro, ringrazio per l’ospitalità.
Beno Mazzone
regista e direttore del Teatro Libero-Incontroazione di Palermo

Beno_Mazzone

2004-04-30T00:00:00

Share



Tag: TeatroLiberoPalermo (4)


Scrivi un commento