Luca De Fusco guida gli stabili

E Angela Spocci va all'INDA? Ma allora all'ETI chi ci va?

Pubblicato il 08/06/2004 / di / ateatro n. 070 / 0 commenti /
Share

L’’assemblea dell’’Antad, l’’associazione che riunisce i teatri stabili pubblici, ha eletto il suo nuovo presidente: è Luca De Fusco, dal 2000 direttore dello Stabile del Veneto. La nomina era nell’aria da tempo, visto lo sbando della sinistra culturale e soprattutto il legame tra il regista e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta. Carlo Repetti (direttore dello Stabile di Genova) e Renato Galeazzi (presidente dello Stabile delle Marche e deputato DS) sono stati eletti vicepresidenti, mentre Laura Barbiani (presidente dello Stabile del Veneto), Luigi Mahony (presidente dello Stabile di Brescia, che faceva parte del Collegio dei Revisori dei Conti già nel precente Direttivo) e Maria Giovanna Figoli (architetto, presidente dello Stabile di Genova, faceva parte del Collegio precedente) sono i nuovi revisori dei conti.
Si parla anche con una certa insistenza di un cambio al vertice dell’’Inda: su una poltrona riservata fino a poco tempo fa «a un grecista di chiara fama» dovrebbe sedersi Angela Spocci, che dopo la bella prova di sé data all’’Eti merita senz’altro un altro incarico di prestigio.
E al posto di Angela Spocci all’Eti? Si parla di Emanuele Banterle, regista (ha portato al debutto molti testi di Testori), considerato vicino a Comunione e Liberazione, fondatore del Teatro degli Incamminati, attualmente consigliere di amministrazione del Piccolo Teatro nonché direttore artistico del teatro Giuditta Pasta di Saronno.

Redazione_ateatro

2004-06-08T00:00:00

Share



Tag: Antad (2), Ente Teatrale Italiano (38), INDA (3)


Scrivi un commento