La terza edizione di Città in condominio

Il programma

Pubblicato il 28/04/2005 / di / ateatro n. 084 / 0 commenti /
Share

CITTA’ IN CONDOMINIO 3a edizione
Scritture al presente

a cura di Mauro Carli, Renata Ciaravino, Carlo G. Gabardini, Renato Gabrielli, Renata Molinari, Giampaolo Spinato, Roberto Traverso, Tommaso Urselli

Lunedì 2 maggio presso la scuola d’arte Drammatica Paolo Grassi, in via Salasco, 4 ore 19.00 si svolgerà il secondo appuntamento di “città in condominio” un vero e proprio “work in progress” sulla drammaturgia realizzato quest’anno in collaborazione con il collettivo Dionisi e con il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano. Il progetto si pone da qualche anno l’obiettivo di sperimentare le diverse scritture per raccontare la città stimolando un rapporto tra gli autori e tra gli autori e gli attori invitandoli a scrivere “al presente” storie, ambienti, situazioni della vita cittadina. Al secondo appuntamento del 2 maggio verranno presentati alcuni dei testi che sono stati elaborati in queste settimane. Durante la serata si presenteranno i risultati del lavoro con la lettura dei testi, la partecipazione degli autori e degli attori in una “prova aperta” al pubblico.

Il programma della serata

Menzogna Curricolare, di Carlo Gabardini, una voce e una vita di fronte alle
domande del curriculum e alla domanda di verità.

In giro di Renato Gabrielli. due si rincorrono, o si seminano, si
smarriscono, seguendo i loro sms.

La maga Olga di Magdalena Barile, le bugie di una maga, le bugie di una
donna, bugie per amore, forse, solo per amore?

Dire fare baciare immagine e sentimento. Un racconto-reportage di Renata
Molinari. su esercizi metropolitani di relazione. Incursioni di Giorgio Monte, Gianluca De Col, Tommaso Urselli. Decalogo dell’uomo perfetto di Gianluca De Col.

Car pool blues di Tommaso Urselli, due compaesani grazie al car pool s’incontrano sull’auto di uno dei due in una delle solite emergenze traffico milanesi.

Alta fedeltà di Giorgio Terruzzi, un medico, la responsabilità della vita e della morte, l’emergenza continua che nasconde e a volte impedisce di riconoscere la propria emergenza che magari è semplicemente un bisogno d’amore.
.
Leggono Massimiliano Speziani, Marta Comerio, Tommaso Banfi, Stefania
Casiraghi, Claudio Raimondo, Milena Costanzo, Claudia Mangano, Renato
Gabrielli, Giorgio Terrazzi
.

Il prossimo appuntamento sarà il 16 maggio con la prima delle tre serate previste all’auditorium Demetrio Stratos di Radio Popolare. Nel corso della diretta radiofonica verranno proposti alcuni dei testi presentati il due maggio. Gli altri appuntamenti radiofonici saranno il 23 e il 30 maggio.

La storia di “Città in condominio”
Da tre anni lavoriamo a un progetto che si propone di raccogliere e stimolare nuove scritture per raccontare la contemporaneità. Il primo appuntamento da noi organizzato è stato al Teatro di porta Romana nella primavera 2002. Quella serata era nata sull’onda di un’emergenza : la guerra in Afghanistan. In quell’occasione, in collegamento con un gruppo di scrittori romani, ci chiamavamo “scrittori per la pace” e l’happening al Porta Romana ci ha fatto capire che esisteva un bisogno di comunicazione e che la scrittura, intesa in tutti i suoi risvolti, dovesse rispondere a questo bisogno. Da quell’esperienza è nato il progetto “città in condominio” che abbiamo proposto e organizzato al Teatro Out Off nella primavera del 2003. L’emergenza sulla guerra si è qui trasformata e allargata al tema più vasto della città e delle diverse scritture per raccontarla. Nell’arco di tre mesi abbiamo raccolto testi di diciotto scrittori, alcuni esordienti, altri che già lavorano e si sono affermati nel mondo del teatro, del cinema, della letteratura, coinvolgendo più di trenta attori. Il risultato di questo lavoro si è concretizzato in marzo in tre appuntamenti di “reading aperti” cioè presentazione dei testi in forma di lettura come primo stadio di verifica del testo con il pubblico e con gli attori. In seguito abbiamo rilanciato la proposta con un “presidio” di dieci appuntamenti, sempre al Teatro Out Off, che hanno coinvolto fino a primavera 2004 alcune decine di autori. Se all’inizio è stata la guerra il tema portante, questa volta sono stati i limiti: la città al limite e i limiti della città. La forma di queste serate è sempre stata molto agile, senza regia, senza scenografia, senza musica: soltanto la cura dell’autore e la supervisione della nostra “redazione” affinché il testo arrivasse con la sola forza della parola. A giugno “Città in condominio” è stata ospite nel tendone di “Esterni” in piazza Freud con una serata a tema (andata e ritorno – da e verso la città) e lo scorso settembre siamo stati invitati dall’associazione Arboreto di Mondaino (Rimini) un luogo bellissimo che si occupa di natura, ricerca e cultura teatrale per approfondire teoricamente e restituire ad altri l’esperienza milanese di “Città in condominio”. Le riflessioni a Mondaino ci hanno fatto considerare la necessità di aprire una nuova fase di “Città in condominio” capitalizzare i contatti, le relazioni, il lavoro fin qui svolto e allo stesso tempo aprirci maggiormente alla città, non diventare “routine”, non accontentarci di uno spazio conquistato in un teatro, ma andare avanti, rilanciare. E’ nata così l’idea del progetto di quest’anno: “Città in condominio” alla radio, sempre dal vivo, perché questa è la sua esigenza, sempre con il pubblico, perché il teatro ne ha un bisogno strutturale, ma con un’amplificazione assume forse un significato “civile” più forte.

Per “città in condominio”
Informazioni per il pubblico Compagnia Dionisi tel. 023083003

Città_in_condominio

2005-04-28T00:00:00

Share



Tag: drammaturgia (24), OutOff (6)


Scrivi un commento