ateatro la sa lunga, Perfida la sa più lunga, ma…

L'editoriale di ateatro 84

Pubblicato il 01/05/2005 / di / ateatro n. 084 / 0 commenti /
Share

…i lettori di ateatro la sanno ancora più lunga.
Per esempio nelle scorse settimane le news di ateatro hanno dato in anteprima il nuovo consiglio di amministrazione dell’’ETI. Intanto la nostra perfida Perfida (e molto letta e commentata) ha raccontato qualche indiscreto retroscena della selezione per il nuovo direttore del festival di Santarcangelo
Ma nel frattempo i nostri visitors hanno riempito i forum di notizie ghiotte ghiotte: per esempio, scopriamo che la Commissione Cultura ha stoppato l’’ex-ministro della Cultura Urbani, che voleva prorogare la presidenza dell’’Eti a Mico Galdieri, e che laggiù nelle Marche i nostri amici Giampiero Solari e Velia Papa sono diventati assessori alla cultura. E dai forum scopriamo che alcune anime malvage hanno indotto la povera ri-fattina Maria Giovanna Elmi a rinunciare al vertice dello Stabile del Friuli-Venezia Giulia.
Insomma, questo è un invito a frequentare ateatro, le sue ghiotte news e i suoi frizzanti forum, sui quali potete – anzi dovete – dire la vostra e diffondere notizie e informazioni… Ci sembra inutile ripeterlo, ma siamo ostinati & noiosi: un sito internet è, prima di tutto, i suoi visitatori, che non devono essere solo utenti, lettori, consumatori di notizie e cultura, ma prima ancora interlocutori e collaboratori. ateatro non è solo e tanto quello che interessa ai suoi redattori, quello che ci interessa raccontare e valorizzare: è soprattutto la comunità che lo usa come strumento di informazione e di formazione. Il sito ha una serie di spazi aperti a interventi e contributi, a cominciare dai forum e dalla locandina.
A questo proposito invitiamo gli uffici stampa e gli aspiranti collaboratori di ateatro a utilizzare al meglio questi spazi. Per ovvi motivi (facciamo tutto gratis e nel tempo libero, a volte abbiamo altro per la testa, a volte Perfida ci travia in attività molto piacevoli ma improduttive) la redazione di ateatro non è in grado di valutare, redigere e pubblicare tutto quello che ci arriva (notizie e articoli), e non possiamo accogliere e seguire tutte le proposte di collaborazione.
Ma a questo punto vi chiederete: di che cosa parla questo benedetto ateatro 84? Nel nuovo numero della miglior webzine teatrale italiana (e non solo, secondo il nostro modesto parere) ci trovate molte cose. Accanto a una bella intervista a Pippo Delbono, regista e filmmaker, accanto al Pinocchio nero di Marco Baliani (ateatro aveva salutato, anni fa l’avvio del progetto), accanto ai festeggiamenti per i vent’anni di Giardini Pensili, c’è una bella sorpresa: una serie di microtesti giovani scritti per ricordare (e non celebrare) il sessantesimo anniversario del 25 aprile (many thanks to Renata Molinari). Poi gli strepitosi manifesti teatrali di Paul Davis (ci trovate – indimenticabili – i volti di Raul Julia, Irene Worth e Laurence Olivier…) e i segreti e tricchi dell’ufficio stampa secondo l’incontenibile Canziani.
E poi moltissime news sui festival e le rassegne dell’estate: e nell’apposita sezione di ateatro, ci sono i programmi, con la segnalazione di centinaua di spettacoli, incontri, seminari…

PS. A sproposito. Lo sapevate che il nostro amico Antonello Pischedda sta entrando nella Commissione Prosa (quella che distribuisce il FUS)? Non ci saranno molti altri cambiamenti nell’’organico della Commissione, ma c’’è da sperare che la competenza dell’impresario teatrale ligure (che a questo punto dovrà abbandonare i suoi incarichi, onde evitare conflitti d’interesse) riesca ad evitare scelte vergognose – come quelle che l’’anno scorso hanno portato a secretare le assegnazioni ministeriali.

Redazione_ateatro

2005-05-01T00:00:00

Share



Tag: editoriale (47)


Scrivi un commento