Ariel – software gestionale per le compagnie teatrali

Le Buone Pratiche 2: Banca delle Idee

Pubblicato il 27/10/2005 / di / ateatro n. #BP2005 , 091 / 0 commenti /
Share

Un software per automatizzare le pratiche periodiche più ripetitive che si svolgono nell’ufficio della tipica compagnia teatrale di produzione italiana.
Un software per demandare al computer i compiti più noiosi e amanuensi.
Un software che modifica le soluzioni informatiche fai-da-te, sostituendosi ai mille fogli excel in cui teniamo traccia di repliche o compensi, ai diecimila documenti word per contratti e fatture. Concentrando tutti questi dati in apposite tabelle.
Un software che evita i tanti copia-e-incolla a cui si è costretti quando i dati non sono correlati tra loro, e che è in grado di “capire” il nesso che intercorre tra una tournee, le sue repliche, gli attori che vi prendono parte, il loro contratto….
Un software che compila con un solo click tutta la modulistica enpals (032/U, riepiloghi mensili e trimestrali), inps, per il collocamento, per il ministero, amministrativi, ad uso interno….. senza la necessità di compilarli manualmente, ma attingendo alle informazioni che nel corso del lavoro quotidiano vengono inserite.
Un software, insomma, che faccia risparmiare tempo e fatica al quotidiano lavoro dell’ufficio teatrale.

Ma anche:
un software che vada al di là del compilare i moduli che la burocrazia ci chiede di fare. Che incroci i dati di cui è a conoscenza per generare nuove risposte a nuove domande – che attualmente non riusciamo nemmeno a porci per mancanza di tempo. Che sappia dire con certezza “quanto costava la camera doppia di quell’albergo che abbiamo prenotato quella volta che abbiamo replicato ‘Cappuccetto rosso’ in quel paesino in provincia di Brindisi di cui non ricordo il nome”…. Che sappia aggiornare il sito web della compagnia nottetempo, con le ultime modifiche al calendario delle tournee….

In due parole, un software gestionale. Di quelli sempre presenti negli uffici di qualsiasi attività, anche piccola, per semplificarsi la vita. Di quelli che – finora – sono mancati nel teatro.

Forse è la fine del copia-e-incolla.

Michele_Cremaschi

2005-11-10T00:00:00

Share



Tag: BPdigitale (17), BPservizi (16)


Scrivi un commento