Il nuovo cda del Piccolo Teatro da Rosa a Risè

Gli enti locali lavorano alle nomine

Pubblicato il 07/07/2006 / di / ateatro n. 101 / 0 commenti /
Share

Dopo la tornata elettorale, si rinnova il consiglio d’’amministrazione del Piccolo Teatro, ormai scaduto.
Il Comune, rimasto al centrodestra, ha confermato l’’avvocato Giuseppe Nanni (in quota AN) e sostituito Roberto Ruozi con Claudio Risè, psicoanalista junghiano e professore di Sociologia dei processi culturali e delle comunicazioni all’Università dell’Insubria di Varese, che il neosindaco Letizia Moratti ha nominato presidente.
La provincia, che è lo scorso anno passata dal centrodestra al centrosinistra, ha sostituito Rosa Giannetta Alberoni con Andrea Margheri, docente di Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche presso l’Università di Trento.
Ancora in discussione i rappresentanti della Regione (che nelle ultime elezioni, lo scorso anno, è rimasta al centrodestra del governatore Formigoni): in quella che i giornali definiscono “area CL” Luca Doninelli, scrittore, giornalista e drammaturgo, dovrebbe prendere il posto di Emanuele Banterle (e dunque invertendo la staffetta della Commissione Prosa).
Rappresentante del Ministero (passato di recente da Buttiglione a Rutelli) resta l’editore l’editore Federica Olivares.
Nell’insieme si tratta di una sostanziale continuità con il precedente CDA, con gli abituali meccanismi lottizzatori che determinano le nomine.

redazioni_ateatro

2006-07-07T00:00:00

Share



Tag: #totonomine (24), PiccoloTeatro (18)


Scrivi un commento