BP2006 Bancone di Prova

Un progetto creativo di 4 giovani autori

Pubblicato il 01/12/2006 / di / ateatro n. #BP2006 , 104 / 0 commenti /
Share

Bancone di Prova è un progetto creativo che riunisce 4 giovani autori teatrali (Magdalena Barile, Elena Cattaneo, Sarah Chiarcos e Tommaso Urselli), coordinati dalla regista Maria Antonia Pingitore.

La disponibilità dei gestori di un locale in Brera, il Take Away, ci ha fornito il luogo, un luogo insolito, ma inserito nel contesto urbano e che ci ha imposto un rapporto diretto con il pubblico e l’impossibilità di pensare a grandi messe in scena, visto lo spazio esiguo.

Al principio avevamo pensato di puntare sul luogo dandoci un tema, da cui il titolo “Bancone di Prova”. Ma il passo seguente, partendo proprio da questo primo titolo, ci ha portato a ragionare sugli obiettivi.
Prendendo ispirazione dall’’esperienza di “Città in condominio” (da cui alcuni degli autori di Bancone arrivano), volevamo però creare una situazione sostanzialmente differente; ci siamo chiesti cosa ci aspettavamo da quest’’esperienza e soprattutto cosa ci riuniva intorno a questa proposta.
La risposta è stata il teatro.
Ecco allora l’’obiettivo: scrivere per il teatro, scrivere pensando alla scena.

La proposta si fa ambiziosa: abbiamo chiesto a ognuno di scrivere un testo completo, di pensare ad un testo per la scena che avesse la rappresentazione come fine.

Il luogo si è trasformato allora in un vero “Bancone di prova”: spazio di verifica in cui, con appuntamenti settimanali, la dinamica del testo è presentata sotto gli occhi del pubblico, che partecipa e diviene strumento per un reale confronto. Il progetto si è espanso fino a richiedere un impegno costante di energie e di tempo che ha coperto l’arco dell’anno.

Le serate sono stati momenti di lavoro e non di presentazione finale. Chi ha assistito alle serate era cosciente che ciò che vedeva non era uno spettacolo, ma un lavoro fragile ed incompleto, una prova affidata alla parola, all’attore e alla lettura.

Abbiamo chiesto a chi ascoltava di rispondere con un’opinione, possibilmente costruttiva, di restituirci ciò che avevano sentito, perché gli autori potessero ancor più aderire al linguaggio della scena, per poi essere proposti a registi e strutture produttive.

Il prossimo anno abbiamo intenzione di ripetere e perfezionare l’esperienza, convinti della necessità che si scrivano sempre più testi per il teatro, ma soprattutto convinti che solo attraverso la pratica della scena gli autori possano crescere e, perché no, invadere tutte le scene nazionali

Bancone ha cominciato anche a proporsi come stimolo per eventuali azioni congiunte con altri autori, registi, attori, compagnie, associazioni e teatri al fine di aumentare la presenza di testi di autori italiani viventi nel teatro italiano.

Le tappe

Il primo incontro interno si è tenuto il 13 giugno 2005 al fine di presentare le linee del progetto agli autori partecipanti, riuniti attorno a questa prima esperienza fra gli ex-allievi della “Paolo Grassi” ed alcuni autori che avevano partecipato a “Città in Condominio”.

Il primo appuntamento aperto si è svolto presso il Take Away il 17 ottobre 2005, dove di fronte a un pubblico di amici abbiamo presentato le linee narrative che gli autori avrebbero sviluppato nei testi.

Nel secondo appuntamento gli autori, a volte coadiuvati dalla collaborazione di qualche amico attore, hanno letto in due serate, il 28 novembre e il 5 dicembre 2005, le prime scene dei loro testi.
Il 6, 13 e 20 marzo i testi sono stati presentati in forma quasi completa, che ci ha portato a fissare una scadenza per la chiusura della scrittura al 27 aprile.

Il 24 giugno 2006 in occasione de La Notte Bianca abbiamo presentato, presso la Cavallerizza del Teatro Litta (con replica il 26 giugno presso la Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi”) i seguenti testi in forma di mise en espace:


“Manuel e Miranda”
di Magdalena Barile

“Fuori servizio”
(in forma di video)
di Anna Siccardi

“Canto errante di un uomo flessibile”
di Tommaso Urselli

In occasione della Giornata del Teatro organizzata dalla Provincia di Milano il 29 ottobre 2006 Bancone di Prova ha organizzato presso la Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi” una Tavola Rotonda dal titolo “Cosa c’è di nuovo? L’autore è vivo?”. In serata, sono stati presentati in forma di lettura i testi: “Canto errante di un uomo flessibile” di Tommaso Urselli, e “Manuel e Miranda” di Magdalena Barile; in forma di mise en espace “Ospiti”di Sarah Chiarcos.

Informazioni: banconediprova@gmail.com

Bancone_di_prova

2006-12-01T00:00:00

Share



Tag: BanconediProva (2), drammaturgia (24)


Scrivi un commento