Nasce la “Costituente” della nuova associazione dei Teatri Stabili pubblici italiani

L'incontro a Milano

Pubblicato il 19/01/2007 / di / ateatro n. 106 / 0 commenti /
Share

I direttori dei Teatri Stabili pubblici, presenti ieri sera alla prima del Ventaglio diretto da Luca Ronconi, che ha aperto le celebrazioni del tricentenario goldoniano e dei sessant’anni di vita del Piccolo Teatro, si sono incontrati stamattina per un confronto e uno scambio d’idee sul ruolo svolto da questa fondamentale componente del teatro italiano. Erano presenti i responsabili degli Stabili di Ancona, Bolzano, Brescia, Catania, Genova, L’Aquila, Modena, Palermo, Torino, Trieste, Venezia, e dello Sloveno di Trieste, oltre che del Piccolo di Milano.
Al termine dell’incontro è stato deciso, tra l’altro, di dar vita a una nuova formula associativa più rispondente alle stimolanti sfide e opportunità che emergono in seguito ai rapidi cambiamenti sociali, economici e culturali in atto nelle città, nel Paese e a livello internazionale.
La nuova forma associativa agirà nel contesto di riferimento che sin dall’inizio ha caratterizzato la “missione” dei Teatri pubblici e si muoverà in autonomia anche rispetto a precedenti forme associative del settore dello spettacolo.
Il coordinamento della “Costituente” dell’associazione è stato affidato a Sergio Escobar, direttore del Piccolo Teatro di Milano, affiancato da Pietro Carriglio, Carlo Repetti, Pietro Valenti (rispettivamente direttori del Biondo di Palermo, dello Stabile di Genova e di Emilia-Romagna Teatri) e da Bruno Borghi dello Stabile di Torino.
Sono previsti tempi strettissimi per arrivare alla costituzione della nuova associazione.

Milano, 17 gennaio 2007

Ufficio_Stampa_Piccolo_Teatro

2007-01-19T00:00:00

Share



Tag: PiccoloTeatro (18), stabiliteatri (14)


Scrivi un commento