Il Bread & Puppet tra Gallarate e Grugliasco

Le date, gli eventi

Pubblicato il 08/05/2007 / di / ateatro n. 108 / 0 commenti /
Share

I bambini: bersagli pubblicitari e mercantili, “nati per comprare” – dal titolo di uno splendido saggio apparso recentemente – spesso costruiti e modellati (raramente frequentati o conosciuti) secondo gli stereotipi di un immaginario (e di un utile) tutto adulto, che alterna – a seconda dell’angolo visuale – il mito dell’innocenza a quello delle baby gang, l’enfasi sulle mode alla “terribile semplificazione” del bambino come “futuro adulto”.

Invece i bambini di tutte le età sono qui, così come sono, con la loro ricchezza e complessità attuale e non già potenziale, con la loro sostanziale compiutezza: e ad essi – allo spettacolo che ci offrono e che il Teatro Ragazzi italiano offre loro – è interamente dedicato Via Paal. Lo spettacolo dei bambini. Un Festival che – tra il 14 e il 17 giugno – propone alcuni dei momenti più recenti e più alti di una produzione d’arte che, nel corso degli ultimi quarant’anni, si è fatta compagna di strada per la crescita di intere generazioni che, anche da questo teatro nato per loro e con loro, sono state segnate e formate. Uno spazio libero, fatto di terra e sabbia, di cataste di legna su cui giocare e da difendere.

Si tratta di un tema intrinsecamente politico, che investe criticamente i modelli economici, sociali e mediatici dominanti nella società contemporanea. E, nella scelta dell’acting out come strategia nella quale – attraverso la manifestazione di strada – l’arte ed il suo messaggio raggiungono direttamente il loro destinatario, lo provocano, lo scuotono praticando l’agorà come teatro abbiamo deciso di scegliere come naturali compagni di strada Peter Schumann e i suoi Bread & Puppet. Ci fa molto piacere, aggiungiamo, che alla nostra scelta si siano successivamente aggregati nuovi ed ulteriori momenti dedicati alla compagnia e alla sua storia, da Varese, a Torino, da Pinerolo a Gravellona Toce.

Abbiamo coinvolto Peter assegnandogli il tema volutamente ampio dell’“infanzia nel mercato” – che è il filo conduttore del nostro festival – e abbiamo deciso di collegare la straordinaria disponibilità dei B&P ad un percorso laboratoriale aperto e gratuito che, nel fare costruttivo, si trasforma in spettacolo ed è al contempo momento pedagogico e produttivo.

Abbiamo qualche prima, interessante, anticipazione di quel che accadrà e delle linee di lavoro: Peter ha immaginato una Divina Shopping Comedia che illustra il percorso del bambino-consumatore attraverso gironi allucinatori di “rieducazione” al Paradiso moderno, che sostituisce al ciclo naturale del born to die un plastificato e “luminoso” born to buy.

E così, tra il 4 e il 13 giugno, Peter Schumann accompagnerà una sessantina di studenti, operatori, attori – coinvolti a tempo pieno – lungo cerchi e gironi infernali che sfoceranno in una grande parata che, il giorno 14 giugno, segnerà a Gallarate l’apertura del Festival, e che verrà replicata il giorno 15 a Varese, il giorno 16 a Pinerolo e il giorno 17 a Gravellona Toce. Il laboratorio, secondo il metodo di lavoro della compagnia, verterà sulla costruzione e l’animazione di grandi pupazzi e su azioni spettacolari (teatrali, mimiche e coreografiche).

Nei giorni di permanenza delle compagnia – ed in particolare in coincidenza ai giorni del Festival – verrà inoltre ospitata presso il Teatro del Popolo l’esposizione di fotografie e materiali Bread & Puppet: l’insurrezione del cuore – a cura degli amici del Teatro del Corvo – e il giorno 14, alle ore 17.00, verrà presentato il volume di Laura Rocco, Peter Schumann Tra utopia e rifondazione del teatro, pubblicato dalle edizioni Junior.

La mostra

Via Paal. Lo spettacolo dei bambini
II Edizione
Gallarate, 13-17 giugno 2007

Programma

MOSTRE (Teatro del Popolo, Sala principale e I e II Foyer)
11-17 giugno 2007

 Marco Muzzolon, Il mare nel cassetto. Idee dall’Odissea 
 Peter Schumann e Bread & Puppet, Bread & Puppet: l’insurrezione del cuore a cura del Teatro del Corvo 

Giovedì 14 giugno

Ore 14.00
Teatro del Popolo
INAUGURAZIONE

Ore 14.30
Teatro del Popolo
Teatro delle Briciole, Blues
Prima Nazionale Età consigliata: 11-14 anni

Ore 16.00
Teatro Nuovo di Madonna in Campagna
Teatro Pirata, Cinderella Vampirella
Prima Nazionale Età consigliata: 8-14 anni

Ore 17.00
Teatro Nuovo di Madonna in Campagna
Presentazione libro B&P

Ore 18.30
Il Melo – Sala Planet Soul
Teatro La Zattera, C’era una volta il cinema muto Età consigliata: 6-10 anni

Ore 21.00
Centro Storico
Bread & Puppet, Parata di strada Età consigliata: per tutti

Ore 22.30
Il Melo – Sala Planet Soul
Compagnia Roggero-Rizzi-Scala, Sacco vuoto… sacco pieno Età consigliata: per tutti

Venerdì 15 giugno

Ore 10.00
Teatro Vittorio Gassman
Compagnia Abbondanza-Bertoni, Romanzo d’infanzia
Premio ETI Stregagatto 1997/98 Età consigliata: 8-14 anni

Ore 11.30
Teatro del Popolo
Coltelleria Einstein, Tu per tu
Prima Nazionale Età consigliata: 8-14 anni

Ore 14.15
Teatro Nuovo di Madonna in Campagna
Teatro all’Improvviso, Gigi Età consigliata: 3-7 anni

Ore 15.15
Teatro Nuovo di Madonna in Campagna
Dario Moretti e Casa Editrice Panini
Presentazione dei cinque libri di Dario Moretti editi dalla Franco Panini Ragazzi
L’isola di Ariel, Le stagioni di Pallina, Storia di tre, Gigi, Le due regine

Ore 16.30
Teatro del Popolo
ZoneTeatro, Karen sulle nuvole Età consigliata: 8-14 anni

Ore 17.45
Sala conferenze Teatro Condominio
Dibattito sul TRG

Ore 17.45
Teatro del Popolo – Foyer
ZoneTeatro, Storie della nanna

Ore 21.00
Teatro del Popolo
Teatro Invito, La colonna infame
Prima Nazionale Età consigliata: dai 14 anni

Ore 22.30
Il Melo – Sala Planet Soul
Compagnia Rossi-Chiarenza-Capelli, Giufà Età consigliata: per tutti

Sabato 16 giugno

Ore 9.30
Teatro del Popolo
Teatro Invito e Fondazione Culturale “1860 Gallarate Città”, Il ragazzo degli aquiloni
Prima Nazionale Età consigliata: 11-14 anni

Ore 11.00
Teatro Nuovo
Compagnia Walter Broggini, Paolino e il Po
Prima Nazionale Età consigliata: 6-11 anni

Ore 14.30
Teatro del Popolo
Teatro Città Murata, Il racconto della tavola rotonda Età consigliata: 8-14 anni

Ore 16.00
Teatro Vittorio Gassman
Cà Luogo d’Arte, Fiabe italiane
Prima Nazionale Età consigliata: 6-11 anni

Ore 18.00
Sala conferenze Teatro Vittorio Gassman
Paolo Landi
Presentazione del volume
Volevo dirti che è lei che guarda te. La televisione spiegata a un bambino

Ore 21.00
Teatro del Popolo
La Piccionaia-I Carrara, L’impaziente Orlando Età consigliata: 11-15 anni

Ore 22.30
Il Melo – Sala Planet Soul
Ferruccio Filipazzi, Gesù Betz
Prima Nazionale Età consigliata: per tutti

Domenica 17 giugno

Ore 11.30
Teatro del Popolo
Teatro del Buratto, Gnam Età consigliata: 6-10 anni

Ore 12.30
Teatro del Popolo
Aperitivo di commiato

Regione Piemonte
Città di Grugliasco
Istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare
Titivillus Mostre Editoria
in collaborazione con
Circuito Teatrale del Piemonte
Festival delle Colline Torinesi
Incanti Rassegna Internazionale di Teatro di Figura
Immagini dell’Interno Festival Internazionale di Teatro di Figura Pinerolo

BREAD AND PUPPET. UNA VITA DI CARTAPESTA
mostra a cura di Andrea Mancini

Inaugurazione giovedì 10 maggio ore 18
Chalet Allemand, Parco Culturale Le Serre
via Tiziano Lanza 31 Grugliasco

“I nostri dei sono di cartapesta”dice Peter Schumann, fondatore e anima del mitico Bread & Puppet, tra le più significative realtà dell¹avanguardia internazionale.
Bread and Puppet. Una vita di cartapesta vuol essere un omaggio al più che trentennale lavoro di Schumann tramite un percorso espositivo, curato da Andrea Mancini, che si dipana attraverso straordinari materiali grafici e fotografici, incisioni, cartoni, bandiere e soprattutto cartapesta. Il materiale esposto proviene dall¹imponente Cattedrale di cartapesta, creata nel 2000 per il padiglione dei “bisogni essenziali” all’Esposizione Universale di Hannover: centinaia di sculture, pitture e incisioni su legno, da figurine di dieci centimetri fino alle grandi figure di due metri e oltre d¹altezza.
La mostra, che si prefigura come un vero e proprio evento, è stata resa possibile grazie al Protocollo d¹Intesa sottoscritto tra la Regione Piemonte, la Città di Grugliasco e l’Istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare che ha trovato una sua sede presso il Parco Culturale Le Serre.
Questa di Grugliasco sarà anche l’occasione per una parata in stile Bread & Puppet guidata da Andrea Mancini e da Enrico Falaschi, e realizzata con gli studenti dell’Accademia Albertina di Belle Arti e della Scuola di Cirko, che animerà le vie di Grugliasco e l¹inaugurazione della mostra prevista per giovedì 10 maggio alle ore 18 presso lo Chalet Allemand. Sono inoltre previsti alcuni appuntamenti collaterali.

Il catalogo della mostra, edito da Titivillus, raccoglie gli scritti di John Bell, Maurizio Buscarino, Fabrizio Cruciani, Damiano Giambelli, Lia Lapini, Franco Ruffini, Giuliano Scabia, Peter Schumann, Massimo Schuster, Sergio Secci; fotografie Maurizio Buscarino.

Organizzazione: Titivillus Mostre Editoria, Fondazione Aida e Teatrino dei Fondi
Direzione del progetto: Roberto Terribile
Tecnici: Angelo Italiano e Enrico Falaschi
Laboratorio e Parata: Andrea Mancini, Enrico Falaschi

La mostra rimarrà aperta da venerdì 11 maggio a domenica 10 giugno, tutti i giorni dalle ore 16 alle ore 19. Info 011/4013011.

Bread and Puppet Theater
Quando nel 1971 fondò a New York il Bread and Puppet Theater, Peter Schumann introdusse l¹uso di spartire con il pubblico del pane nero che preparava con farina macinata a mano. Schumann crede che il teatro dovrebbe essere essenziale alla vita quanto il pane. Alcuni dei suoi spettacoli sono fatti per essere presentati all¹aperto in un¹atmosfera da luna-park e con un centinaio di partecipanti, altri per essere rappresentati al chiuso da pochi attori. Tutti si servono di fantocci, alti sino a cinque metri, e di attori mascherati. Gli spettacoli sono prevalentemente visivi, nei modi di un divertimento popolare accessibile a tutti. L’atmosfera è informale, lo stile esprime una semplicità infantile e c¹è un clima di tenerezza che suscita negli spettatori il senso di far parte di una comunità. Gli spettacoli utilizzano a volte stendardi, fondali dipinti, “crankies”, che raccontano una storia con immagini disegnate su un rotolo di carta che scorre da un rullo all¹altro, musica folk ¬ sia vocale sia strumentale ¬ e possono anche comprendere una processione o una parata.
Benché l’intento del Bread and Puppet Theater non sia quello di sostenere una causa politica, Shumann dichiarava di voler convincere la gente a evitare le scelte politiche distruttive. Il suo lavoro è una protesta contro gli effetti disumanizzanti della moderna vita urbana e del suo materialismo. Schumann è un pacifista e molte delle opere da lui create durante la guerra nel Vietnam erano atti di protesta contro la sua disumanità. A mans says goodbye to his mother (Un uomo dice addio a sua madre, 1968) viene rappresentato con pochissimo materiale scenico. Contrasta con questa breve opera The domestic resurrection circus (Il circo della resurrezione domestica), rappresentato per la prima volta nel 1970 e ripreso poi ogni estate, a partire dal 1974, in una verde vallata presso la fattoria di Schumann nel Vermont.
Gli spettacoli di Schumann sono generalmente immersi in un’atmosfera religiosa e molti di essi attingono da fonti religiose trame, simboli e personaggi. The cry of the people for meat (Il grido del popolo per la carne, 1969) si rifà alla Bibbia per presentare una serie di immagini dalla creazione del mondo alla crocifissione.
Il lavoro di Peter Schumann ha influenzato e stimolato molti giovani operatori teatrali americani e europei, che sono stati colpiti dall¹impegno e dall¹idealismo senza pretese degli spettacoli e ne hanno in parte adottato le tecniche.

EVENTI COLLATERALI
in collaborazione con
Accademia Albertina di Belle Arti,
Associazione Orsa, Centro Studi del Teatro Stabile di Torino

Dal 6 al 10 maggio, Parco Culturale Le Serre di Grugliasco, ore 10-17
Il seminario/laboratorio e performance.
Il seminario (aperto a studenti, attori, musicisti, cantanti, ma anche semplici ³curiosi², fino ad un massimo di quaranta persone) sarà condotto da Andrea Mancini, regista e docente di Iconografia Teatrale all¹Università di Siena, e da Enrico Falaschi, attore e perfomer. Nell¹ambito del percorso si toccheranno gli aspetti artistici e la poetica propria del Bread & Puppet; il lavoro terminerà con la creazione di uno spettacolo-parata per le vie di Grugliasco.
10 maggio, Chalet Allemand, Parco Culturale Le Serre di Grugliasco, ore 18
Presentazione del catalogo della mostra Bread & Puppet. La cattedrale di cartapesta, a cura di Andrea Mancini e del volume di Massimo Schuster Bread & Puppet Museum. Sarà presente l¹editore.
18 maggio, Villa Boriglione, Parco Culturale Le Serre di Grugliasco, ore 18
Presentazione dei volumi di Laura Rocco, Peter Schumann. Tra utopia e rifondazione del teatro, pubblicato dalle Edizioni Junior di Bergamo; e di Silvana Marchisio Mola di Nomaglio, Els Comediants (1971 ¬ 1981). Pupazzi giganti, ricerca, festa popolare, pubblicato dalle Edizioni Seb 27 di Torino. Saranno presenti le autrici.
23 maggio, Villa Boriglione, Parco Culturale Le Serre di Grugliasco, ore 18
Il Bread & Puppet a Torino, conversazione con Ruggero Bianchi, Pietro Crivellaro e Edoardo Fadini. Saranno proiettati brani del video dello spettacolo Cristoforo Colombo. Nuovo ordine mondiale.
16 giugno, Pinerolo, piazza Vittorio Veneto ore 17
Spettacolo-parata con Peter Schumann e il Bread & Puppet su ³I bambini come oggetto e merce di consumo nella pubblicità².
L¹evento è inserito nel programma di Immagini dell¹Interno, Festival Internazionale di Teatro di Figura. Info www.festivalimmagini.it

Nel mese di giugno è inoltre previsto un incontro con Peter Schumann presso il Parco Culturale Le Serre di Grugliasco.

Ufficio_stampa

2007-05-08T00:00:00

Share



Tag: ragazziteatro (32)


Scrivi un commento