BP2010 Punta Corsara: verso il secondo triennio di teatro a Scampia

Un progetto Fondazione Campania dei Festival

Pubblicato il 10/02/2010 / di / ateatro n. #BP2010 , 125 / 0 commenti /
Share

Punta Corsara è il progetto di impresa culturale 2007/2010 per il Teatro Auditorium di Scampia, promosso dalla Fondazione Campania dei Festival presieduta da Rachele Furfaro, co-finanziato per il primo biennio (2007/2008) dal MIBAC Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dalla Regione Campania attraverso il Patto Stato-Regione, e dal 2009 solo dalla Regione Campania.
In un reale passaggio di consegne, alla direzione artistica e organizzativa del primo triennio, Marco Martinelli e Debora Pietrobono, succedono nel 2010 Emanuele Valenti e Marina Dammacco, rispettivi assistenti dall’inizio del progetto.
Di venti giovani borsisti corsari, coinvolti come attori organizzatori e tecnici in un percorso di formazione triennale, quindici entrano dal 2010 a far parte dello staff di lavoro.
Cambiamenti e insieme conferme del percorso fatto e del suo naturale sviluppo: trasformare l’Auditorium in un centro d’arte per il quartiere e per la città, costituire un gruppo artistico e organizzativo che possa continuare a gestire questo spazio con uno sguardo rivolto al territorio napoletano e nazionale, nell’intreccio possibile tra programmazione teatrale, produzione e formazione.
La presenza di un luogo-teatro, l’Auditorium, è questione centrale e insieme nodo complesso del progetto che prevedeva la sua ristrutturazione, destinando ad essa una parte specifica del finanziamento regionale affidato poi al Comune di Napoli in quanto proprietario dell’immobile.
Di fronte ad un rinvio costante dell’inizio del lavori e a comunicazioni vaghe da parte del Comune, in questi primi tre anni si è cercato un piano alternativo, attraverso agibilità temporanee e allestimenti provvisori. In questo modo sono nate due stagioni teatrali e all’Auditorium di Scampia, con spettacoli e laboratori, sono stati ospitati attori e compagnie nazionali, da Claudio Morganti ad Armando Punzo, da Scena Verticale ai Motus, da Marco Paolini e Ascanio Celestini a Danio Manfredini, per citarne alcuni. Sempre l’Auditorium è stato lo spazio vitale per tutto il percorso di produzione, dalle prove al debutto, dello spettacolo Fatto di cronaca di Raffaele Viviani a Scampia per la regia di Arturo Cirillo, con il coinvolgimento di alcuni attori della sua compagnia insieme ai giovani corsari che concludevano il loro percorso di formazione, iniziando poi la tournée, programmata anche per il 2010, nel circuito teatrale nazionale. Agli spettacoli, si sono affiancati laboratori per il quartiere, dalla breakdance al circo e alla pittura, collante indispensabile per unire il teatro al suo territorio, creando continuità anche attraverso la volontà di rendere fruibile e riconoscibile uno spazio.
Questo spazio, ad oggi 13 febbraio 2010, è ancora in attesa di essere ristrutturato. A partire da questa condizione, che è insieme vincolo e legame, Punta Corsara cercherà un nuovo Piano B, immaginando una programmazione, dei progetti di laboratorio sul quartiere, una nuova produzione, attingendo alle risorse possibili, alla rete di relazioni con la città e con le realtà incontrate in questi anni. Forse cambiando anche rotta, se necessario, ma cercando di proseguire con cura.

Progetto Punta Corsara
Fondazione Campania dei Festival
Via dei Mille 16 – 80121 Napoli
Tel 081.19560383

Emanuele_Valenti

2010-02-06T00:00:00

Share



Tag: BPproduzione (18), BPricambio (26), BPspazio (4), BPteatrosociale (9)


Scrivi un commento