BP2011 MATERIALI Artisti per casa, giardino e cortile

Un progetto di teatralità diffusa sul territorio

Pubblicato il 08/02/2011 / di / ateatro n. #BP2011 , 132 / 0 commenti /
Share

Artisti per casa, giardino e cortile è un progetto di teatralità diffusa sul territorio, adatta soprattutto a questo momento di crisi, ma che ha molte altre finalità virtuose, quali avvicinare il teatro alla gente, fare concorrenza alla televisione direttamente in salotto, creare occasioni d’ incontro culturale tra vicini di casa, far sentire le persone protagoniste di un evento speciale, essere in sintonia con la scuola di pensiero slow, ecc.
Insomma: Artisti per casa, giardino e cortile è una forma imprenditoriale di artigianato culturale a basso costo, che di questi tempi fa bene a tutti e che, per attuarsi, può disporre di formule e atout diversi, in una gamma che può andare dalla A alla Z . Per la formula A è sufficiente che qualcuno di buona volontà faccia delle telefonate, vada a parlare ai circoli femminili e ambosessi, alle circoscrizioni, alle scuole. Per arrivare alla formula Z si necessita invece del solito aiutino politico però in forma light e pochissimo costosa, come può essere l’ ospitalità nel sito di un Circuito Teatrale o di un Sistema Teatro o di un Assessorato alla Cultura o di un Teatro Stabile o Privato.
In mezzo, tra l’ A e la Z ci possono stare tante cose, dal fare sistema unendo le forze in comunione dei beni (pullmino, luci, costumi, luogo di stoccaggio, sala prove da usare insieme, il sito, Facebook, l’ indirizzario delle case, il promoter che può essere uno studente designato da un DAMS). Artisti per casa, giardino e cortile è stato presentato come show-case in casa mia, in campagna, il 2 giugno scorso, Festa della Repubblica. Gli artisti si sono prestati gratuitamente, il pubblico era formato da amici e vicini di casa invitati collettivamente tramite posta elettronica in quanto possessori di spazi e voglia sufficienti per ospitare a loro volta gli spettacoli. C’ è stata una conferenza stampa sotto il terrazzo, sono state consegnate le cartelline del progetto, preparate dal Circuito Teatrale del Piemonte che ha messo a disposizione i suoi canali di comunicazione e promozione ed ha collaborato alla realizzazione del catering con risorse proprie e trovando persino uno sponsor per i vini (diciamolo: il generoso Casadei e il suo TorloVini).
Patrizia Coletta, allora direttrice del Circuito, aveva visto la bontà di questa buona pratica e l’ avrebbe sicuramente adottata facendo approdare Artisti per casa, giardino e cortile all’ ottimale punto Z. Purtroppo, il suo contratto è scaduto e noi ci siamo mossi da soli, restando ancorati, penso, tra il punto A e il punto G. Va detto però che siamo tutt’ oggi ospiti del sito del Circuito Teatrale del Piemonte e che il video di quella giornata è ancora visibile cliccando sulla voce Fotogallery.
Senza chiederlo, altrimenti non l’ avrebbe fatto, la redazione di Repubblica ci ha dedicato una pagina entusiastica a firma di Clara Caroli con tutte le belle foto degli artisti e il titolo dei loro spettacoli; la Rai ci ha regalato un bellissimo servizio sul telegiornale e alcuni invitati hanno preso sotto la loro ala alcuni artisti. Ad esempio, Erika Di Crescenzo è attualmente ospite in una casa, gode delle conoscenze artistiche e manageriali della sua anfitrione e andrà presto in residenza creativa allo Chateau La Napoule sulla Costa Azzurra e poi da una mecenate piemontese che inviterà nel suo castello per il debutto persone che a loro volta si daranno da fare per la carriera di Erika. Insomma, ciascuno degli Artisti per casa, giardino e cortile dice che ne è valsa la pena e nessuno ha intenzione di uscire da questa famiglia imprenditrice

Claudia_Allasia

2011-02-18T00:00:00

Share



Tag: appartamentoteatrod (15), BPdistribuzione (28), BPfinanziamento (18), BPspazi (34)


Scrivi un commento