BP2012 Introduzione alla Nuova Piattaforma della Danza Italiana

Una rete per la distribuzione della danza

Pubblicato il 17/02/2012 / di / ateatro n. #BP2012 , 138 / 0 commenti /
Share

Il progetto della “Nuova Piattaforma della Danza Italiana” prende il via dall´iniziativa da 15 tra gli operatori della distribuzione della danza aderenti all´A.D.E.P. (Associazione Danza Esercizio e Promozione in seno a FEDERDANZA-AGIS), che mossi dall´intenzione di implementare e sostenere in maniera significativa la promozione della migliore produzione coreutica italiana, hanno pensato di elaborare e proposto di realizzare un “format” operativo che – reso sistema – sia in grado di valorizzare le diverse espressioni e proposte del panorama coreografico nazionale, svolgendo un duplice ruolo: allargare e rinnovare l´attuale mercato italiano, facilitando la circuitazione di un maggior numero di produzioni; promuovere e diffondere il “made in Italy” coreografico nel più ampio mercato internazionale, favorendo la conoscenza delle eccellenze italiane presso accreditati operatori stranieri.
L´intenzione è quella di realizzare la “Nuova Piattaforma” imprimendo all´iniziativa un chiaro carattere di “vetrina-mercato”, nella quale possano maturare non solo delle reali condizioni di sinergie professionali tra il comparto produttivo e quello distributivo attraverso la presentazione di una serie di spettacoli, ma anche momenti di confronto tra diversi professionisti della produzione, distribuzione e formazione finalizzati allo “sharing” di buone pratiche per mezzo di apposite attività collaterali. Punto focale della “Nuova Piattaforma della Danza Italiana” vuole essere l´attribuzione della giusta visibilità delle eccellenze della scena produttiva italiana, nelle sue più diverse proposte, capaci quindi di rispondere alle esigenze di programmazione dei differenti segmenti che compongono la distribuzione: dai circuiti ai festival, dai teatri di tradizione alle singole rassegne, dal panorama nazionale fino al più esigente mercato internazionale.
Sarà pertanto fondamentale che per la “Nuova Piattaforma della Danza Italiana” venga operata una scelta di spettacoli nell´ottica del rispetto della pluralità dei linguaggi e delle poetiche della scena italiana, in modo da comporre una sorta di panoramica rappresentativa sia delle migliori realtà più consolidate che dei più interessanti coreografi emergenti.
In questo senso per la realizzazione del progetto sarà indispensabile costruire un´apposita collaborazione con reti e manifestazioni nazionali, già da tempo attive sul fronte della promozione dei giovani autori di danza contemporanea, e che negli ultimi anni – seppur non “istituzionalizzate” – si sono affermate come importanti punti di riferimento per le nuove generazioni di coreografi e “danz´autori” italiani. In particolare, il progetto “Nuova Piattaforma della Danza Italiana” si propone di fare sistema con ANTICORPI XL – Network per la giovane danza d´autore, e con Avvertenze Generali Danza.
In definitiva, l´idea di Nuova Piattaforma si configura come una task-force il cui tratto distintivo – dato dalla coesione progettuale di più organismi – è la progettazione a lungo termine. L´ambizione quindi, oltre che quella di ideare una piattaforma in maniera plurale, è di riuscire, in questi tempi senza futuro, a “pensare lontano”. Lavorare in sintonia tra più realtà, diverse nelle forme, ma affini negli scopi, consente al progetto stesso questa prospettiva.
Il TPP è coinvolto per l´anno 2012 in qualità di partner capofila di un costituendo RTO – Raggruppamento Temporaneo di Operatori (***) – per la realizzazione della prima edizione della Nuova Piattaforma della Danza Italiana nella Regione Puglia, per poi proseguire nel 2013 come partner dell´omologo progetto per la sua realizzazione in Toscana; è inoltre intenzione di tutti i soggetti partner del costituendo RTO, proseguire il proprio impegno nel progetto della Nuova Piattaforma della Danza Italiana fino al 2015, affinché si realizzi nell´ambito dell´EXPO di Milano. Queste solo le prime tre tappe ad oggi delineate dalla proposta di lavoro.

Progetto ideato e proposto dal costituendo RTO – Raggruppamento Temporaneo di Operatori(***), formato da: AMAT – Associazione Marchigiana Attività Teatrali; Associazione ArtedanzaE20; ARTEVEN – Associazione Regionale per la diffusione del Teatro e della Cultura nelle Comunità Venete; A. ARTISTI ASSOCIATI – Circuito della Danza del Friuli Venezia Giulia; CDTM – Circuito Campano della Danza; CRO.ME. – Cronaca e Memoria dello Spettacolo; Associazione Danzarte – Circuito della Danza della Lombardia; Daniele Cipriani Entertainment Soc. Coop.; Associazione Enti Locali per lo Spettacolo – Circuito Pubblico della Provincia di Cagliari; Fondazione Teatro di Pisa; FTS – Fondazione Toscana Spettacolo; Associazione Invito alla Danza; LaRatti Srl; Associazione Mosaico Danza; Consorzio Teatro Pubblico Pugliese.
Capofila del Progetto per l´edizione 2012: Consorzio Teatro Pubblico Pugliese.

RTO_-_Raggruppamento_Temporaneo_di_Operatori

2012-02-17T00:00:00

Share



Tag: danza (19), distribuzione (23), reti (3)


Scrivi un commento