BP2012 Spazi Un viaggio teatrale per l’Europa

Teatro di Comunità nei luoghi di crisi e rinascita

Pubblicato il 02/04/2012 / di / ateatro n. #BP2012 , 138 / 0 commenti /
Share

Cos’’è il Progetto CARAVAN

Un grande progetto europeo
Una struttura artistica viaggiante
Comunità che si incontrano intorno a un tema: rinascere dalla crisi.
Presentato nell’ottobre 2010 nell’ambito del Programma Cultura 2007-2013 sotto lo Strand 1.1 “multi-annual cooperation projects”, nella valutazione condotta dall’’Education, Audiovisual and Culture Executive Agency (EACEA) per la Commissione Europea, il Progetto Caravan ha ricevuto un cofinanziamento europeo nel Marzo del 2011 come primo classificato su 67 progetti qualificati alla selezione finale, e più di 200 progetti presentati, con un punteggio di 99/100, unico progetto italiano premiato, definito dal Contact Point italiano del Programma Cultura (avente sede al MiBAC) come un’eccellenza nazionale in Europa. Il budget totale di progetto è pari a 2.949.762 Euro, dei quali il 50% verrà cofinanziato dall’Unione Europea (max. 1,474,881 euro) e la restante parte del 50% verrà finanziato dai partners con le loro stesse risorse e/o attraverso il fund-raising.
Caravan. Artists on the road è un progetto di Teatro di Comunità attuato da una partnership multi-disciplinare della quale fanno parte 11 organizzazioni culturali provenienti da 9 paesi europei. L’iniziativa mira a realizzare azioni culturali e performance artistiche che sviluppino il tema del rinascere dalla crisi attraverso la metodologia di Teatro Sociale e di Comunità, nata all’interno del Master di Teatro Sociale e di Comunità dell’Università di Torino, che garantirà peraltro la supervisione metodologica degli interventi.
Il progetto trae origine dal contesto di crisi economica, sociale e culturale che in questi ultimi anni ha avuto un impatto rilevante sulla società in tutta Europa. Esso intende affrontare il tema della “Rinascita dalla Crisi” attraverso la realizzazione di interventi culturali e performance artistiche basate sulla metodologia del Teatro di Comunità, allo scopo di favorire l’empowerment sociale e culturale delle comunità in luoghi simbolici colpiti dalla crisi.

I soggetti promotori Il progetto Caravan. Artists on the road è stato ideato da Alberto Pagliarino ed è coordinato da Carlo Lingua (project Manager) e Alberto Pagliarino (Direttore Artistico). Il nucleo originale responsabile dell’ideazione del progetto e dell’identificazione del partenariato transnazionale è costituito da:

• La Fondazione Cassa di Risparmio Torino (Fondazione CRT) è il capofila e coordinatore del progetto. Essa si occuperà di tutta la parte amministrativa, operazionale e di gestione finanziaria del progetto CARAVAN;
• Il Master in Teatro Sociale e di Comunità della Facoltà di Scienze della Formazione – DAMS dell’’Università di Torino, ente ideatore del progetto, sarà responsabile della supervisione artistica e metodologica del progetto e del monitoraggio delle attività di tutte le realizzazioni artistiche e le performance realizzate. Il coordinamento di tali attività è a cura della Prof.ssa Alessandra Rossi Ghiglione.

Il partenariato internazionale Il Progetto CARAVAN, caratterizzato da una dimensione europea, verrà realizzato grazie al coinvolgimento di una partnership transnazionale e multidisciplinare, caratterizzata dall’eterogeneità sia nel profilo sia nella provenienza geografica delle organizzazioni culturali coinvolte. Affianco alla Fondazione CRT e al Master in Teatro Sociale e di Comunità dell’Università di Torino il partenariato è composto dai seguenti soggetti:

• Universidade da Coruña (Spagna)
• Teater Spira (Svezia) • Nordisk Teaterlaboratorium / Odin Teatret (Danimarca)
• Projekte, Action, Kunst, Theater P.A.K.T. eingetragener Verein (Germania)
• Wydział Sztuk Pięknych Projektowych Wyższej Szkole Informatyki (Polonia)
• Movimento delle Associazioni di Volontariato Italiano Onlus (Italia)
• Association of Local Democracy Agencies (Francia)
• Association for Culture and Education KIBLA (Slovenia)
• Общински Театър “Възраждане” (Bulgaria).

La struttura del caravan
Simbolo itinerante del progetto sarà un CARAVAN viaggiante: una struttura multimodale d’avanguardia; un’opera che coniugherà i linguaggi della tradizione teatrale e dell’innovazione tecnica e tecnologica, capace di dar vita a nuove forme di creazione artistica, commistione di arti e nuove modalità di incontro con il pubblico.
Il veicolo avrà infatti la possibilità di trasformarsi in palcoscenico teatrale, cinema all’aperto, location per esposizioni, piattaforma digitale per la creazione di opere multimediali e allacciamento internet.
Il CARAVAN del teatro viaggiante attraverserà l’Europa per un minimo di 40 tappe previste.
Il progetto si propone di effettuare interventi comunitari in 4 “luoghi di crisi e di rinascita” situati in 4 paesi europei differenti; in ciascuno di essi, un gruppo di artisti creerà rispettivamente 4 eventi artistici di comunità e 4 produzioni teatrali.

A seguire si indicano le quattro città selezionate come “luoghi di crisi e rinascita”, per presentare i principali eventi di Teatro di Comunità:
• Torino, Italia, per rappresentare il Sud dell’Europa;
• Siviglia, Spagna per rappresentare l’Ovest dell’Europa;
• Holstebro, Danimarca per rappresentare il Nord dell’Europa;
• Sofia, Bulgaria per rappresentare l’’Est dell’’Europa.

Dopo il debutto della produzione teatrale nel primo “luogo di crisi e rinascita”, l’équipe viaggerà verso la successiva “località di crisi e rinascita”, fermandosi in almeno 10 città lungo il percorso, nelle quali verranno proposte delle rappresentazioni dimostrative. Tale processo verrà ripetuto per tutte e 4 le produzioni teatrali principali. Il Caravan viaggerà per un totale di 13 000 km attraverso Italia, Francia, Spagna, Belgio, Olanda, Danimarca, Germania, Polonia, Slovacchia, Ungheria, Romania, Bulgaria, Serbia, Slovenia, Croazia, ritornando infine in Italia.
Le performance avranno luogo in contesti differenti, come, ad esempio, all’esterno di case storiche, nelle piazze, nelle scuole, negli ospedali, nelle stazioni, ma sempre in spazi pubblici per coinvolgere la popolazione locale.
Il Progetto CARAVAN è ufficialmente partito il 2 Maggio 2011 e avrà una durata di 42 mesi, concludendosi in ottobre del 2014.

Il patrocinio del Ministero della Gioventù
Il gruppo di progettazione e di gestione del progetto ha un’età media di 30 anni e mira a coinvolgere all’interno delle attività un gran numero di professionisti e volontari al di sotto dei 35 anni di età. Ad oggi dei 100 professionisti coinvolti nel progetto più del 70% è giovane. Per queste ragioni il progetto è stato riconosciuto con il Patrocinio del Ministero della Gioventù.

Progetto_Caravan._Artists_on_the_Road

2012-04-02T00:00:00

Share



Tag: europa ? (8), teatro sociale e di comunità (77)


Scrivi un commento