Progettare a livello europeo. Politiche e Finanziamenti, Pratiche e Tecniche

Le iscrizioni al corso open della scuola "Paolo Grassi" aperte fino al 21 gennaio

Pubblicato il 26/12/2012 / di / ateatro n. 142 / 0 commenti /
Share

(lezioni, incontri, simulazioni e esercitazioni)
sei week-end da venerdì 1 febbraio a sabato 9 marzo

Coordina il corso Mimma Gallina

Pensare e progettare a livello internazionale ed europeo è sempre più importante e strategico per il settore dello spettacolo dal vivo e per le nuove generazioni di organizzatori che si affacciano al mondo della professione.
La Scuola Paolo Grassi presenta, per il ciclo dei corsi Open di Organizzazione Teatrale nell’anno accademico 2012/2013, un seminario di approfondimento sulle tematiche della Progettazione a livello Internazionale ed Europeo, con ampio spazio a esercitazioni con professionisti del settore.
Le lezioni partiranno da un inquadramento della dimensione europea dello spettacolo dal vivo, delle motivazioni culturali e delle diverse pratiche operative, per poi esaminare nel dettaglio le politiche comunitarie dal trattato di Maastricht alle nuove prospettive offerte dal Programma Quadro di Ricerca e Innovazione “Strategia Europa Horizon 2020” e ai nuovi programmi e prospettive di finanziamento 2014-2020.
Particolare attenzione sarà dedicata al progetto dell’Unione Europea “Capitali Europee della Cultura” (2019 anno dell’Italia insieme alla Bulgaria) e ai programmi europei in vigore, a impatto indiretto e diretto sul settore. Questi ultimi in particolare, saranno oggetto di esercitazioni e simulazioni su bandi e bilanci.
Testimonianze e analisi di casi, riferiti al teatro, alla danza e alla musica, consentiranno di inquadrare le principali pratiche (coproduzioni, reti, distribuzione), e affrontare i problemi comuni alle diverse forme di collaborazione e diffusione internazionale (logistici, tecnici, amministrativi, fiscali).

Info http://www.fondazionemilano.eu/teatro/pagine/progettare-livello-europeo

Struttura del corso
Il corso è articolato in sei moduli, per la durata di sei week-end (venerdì e sabato)
da venerdì 1 febbraio a sabato 9 marzo 2013
Orari: venerdì 9,30/13,30 – 14,30/18,30 – sabato 10,00/13,00 – 14,00/18,00
per un totale di 90 ore

I docenti
(operatori, studiosi, docenti, esperti )
Lucio Argano – Fanny Bouquerel – Gigi Cristoforetti – Mimma Gallina – Barbara Grazzini – Massimo Nebuloni – Andrea Pignatti – Oliviero Ponte di Pino – Alessandra Vinanti

Ospiti
Bruno Marasà (responsabile dell’Ufficio d’Informazione a Milano del Parlamento Europeo) e operatori dello spettacolo in via di definizione

Programma

Modulo I
“I linguaggi, le pratiche, le politiche”

Venerdì 1 febbraio 2013 – 9,30/13,30 – 14,30/18,30
La storia, i linguaggi: la dimensione internazionale del teatro e dello spettacolo – Docente: Oliviero Ponte di Pino
Introduzione alle politiche Europee: Istituzioni e politiche europee, evoluzioni e prospettive.
Docente: Mimma Gallina, ospite: Bruno Marasà, responsabile dell’Ufficio d’Informazione a Milano del Parlamento Europeo.
Sabato 2 febbraio 2013 – 10,00/13,00- 14,00/18,00
TEATRO – Organizzare teatro a livello internazionale: le pratiche (le principali forme di collaborazione)
Docente: Mimma Gallina
DANZA – La dimensione internazionale nell’organizzazione della danza – Docente: Gigi Cristoforetti

Modulo II
“Le istituzioni europee e i programmi comunitari”

Venerdì 8 e sabato 9 febbraio 2013 – venerdì 9,30/13,30 – 14,30/18,30 – sabato 10,00/13,00 – 14,00/18,00
Le Istituzioni europee e i programmi comunitari
I programmi europei a impatto diretto e indiretto sulla cultura
Tecniche e metodi di progettazione
Approfondimento del Programma Cultura 2007
Come strutturare un progetto in ambito europeo(la costruzione del partenariato, il budget di progetto, la valutazione dei progetti cultura)
I programmi europei a impatto diretto e indiretto sulla cultura
Docenti: Andrea Pignatti e Barbara Grazzini

Modulo III
“Reti e Capitali culturali”

Venerdì 15 febbraio 2013 – 9,30/13,30 – 14,30/18,30
Le reti culturali europee teoria, pratiche, casi – Docente: Fanny Bouquerel
Sabato 16 febbraio 2013 – 10,00/13,00 – 14,00/18,00
Le capitali europee della Cultura e le candidature italiane per il 2019: aspetti di progettazione e programmazione – Docente: Lucio Argano
MUSICA – La dimensione internazionale nell’organizzazione della musica – Docente: Massimo Nebuloni

Modulo IV
“Progettazione europea” (laboratorio e casi)

Venerdì 22 febbraio 2013 – 9,30/13,30 – 14,30/18,30
Progettazione su programmi comunitari (project work): si supporteranno i partecipanti nell’elaborazione di un progetto – Docenti: Andrea Pignatti e Barbara Grazzini
Sabato 23 febbraio 2013 – 10,00/13,00- 14,00/18,00
Analisi casi e testimonianze – Docente: Mimma Gallina, con ospiti in via di definizione

Modulo V
“Le tecniche della collaborazione europea”

Venerdì 1 e sabato 2 marzo 2013 – venerdì 9,30/13,30 – 14,30/18,30 – sabato 10,00/13,00 – 14,00/18,00
Aspetti comuni alle diverse forme di collaborazione e diffusione internazionale (logistici, tecnici, amministrativi, fiscali).
Contratti internazionali
Elementi per la definizione del bilancio di un progetto internazionale
La coproduzione

Docente: Alessandra Vinanti

Modulo VI
“Le tecniche della collaborazione europea” (laboratorio e discussione)

Venerdì 8 e sabato 9 marzo 2013 – venerdì 9,30/13,30 – 14,30/18,30 – sabato 10,00/13,00 – 14,00/18,00
Esercitazione applicata a progetti – Docente: Alessandra Vinanti
Approfondimenti, conclusioni e discussione finale
– Docenti: Alessandra Vinanti con Mimma Gallina

(Il programma è suscettibile di integrazioni e modifiche che saranno debitamente comunicate)

2012-12-26T00:00:00

Share



Tag: finanziamenti (7), politicaculturale (19)


Scrivi un commento