#bp2013 Prosa et Labora Project

Centro di assitenza, consulenza e formazione per i lavoratori della cultura e dello spettacolo in Lombardia

Pubblicato il 02/07/2013 / di / ateatro n. #BP2013_Firenze , 142 / 0 commenti /
Share

FINALITA’ del progetto
Prosa et Labora Project è un progetto che si pone come finalità la realizzazione di un centro di servizi per i lavoratori dell’arte e della cultura in senso lato.
Il progetto nasce dalle esigenze e dalle necessità che sono state raccolte all’interno della prima edizione del Festival PROSA ET LABORA (15 settembre 2012, Carroponte, Sesto San Giovanni) realizzato da ArteVOX in collaborazione con Arci Milano e CGIL Lombardia.
Durante il festival, il cui tema principale era appunto il lavoro e le condizioni di lavoro dei teatranti nello specifico, ma anche dei lavoratori della cultura in senso generale, precari per antonomasia, abbiamo raccolto contributi e testimonianze attraverso le attività e gli incontri in programma che hanno indiscutibilmente messo in evidenza l’assenza di strutture di servizi non a scopo di lucro che possano fornire quantomeno una prima assistenza orientativa ai nuovi lavoratori dell’arte e della cultura che si stanno e si vogliono affacciare al mondo del lavoro artistico oggi in Italia.
Dunque scopo principale del PROSA ET LABORA PROJECT è la quello di fornire servizi di consulenza e start up d’impresa ai lavoratori della cultura, della creatività e dell’arte, con particolare riferimento al target di nuova immissione sul mercato del lavoro (25-35 anni), che, oltre ad essere i più fragili dal punto di vista delle tutele in ambito lavorativo, sono anche quelli che hanno meno consapevolezza dei loro diritti e dei loro doveri di lavoratori.

MODALITA’ di REALIZZAZIONE
I coordinatori del progetto saranno affiancati di volta in volta da esperti relativi a ciascun ambito di intervento: professionisti, formatori, comunicatori e organizzatori creeranno un team che lavorerà a stretto contatto per offrire un servizio che sempre di più si configura come necessario, ricercato ed indispensabile per creare coscienza e consapevolezza nei lavoratori di questo settore e che possa fornire loro tutele, garanzie, agevolazioni e sostegni indispensabili per riuscire nel loro progetto lavorativo e d’impresa.
Coordinare e riunire questi soggetti attualmente estremamente individualisti e polverizzati, permetterà anche di creare una coscienza collettiva del comparto, per fare in modo che le istanze politiche e sociali comuni possano trasformarsi in proposte concrete di cambiamento delle leggi e delle regole che oggi governano questo specifico settore.


A CHI CI RIVOLGIAMO

Ad attori, autori, registi, scenografi, costumisti, designer, musicisti, artisti, organizzatori teatrali e culturali, compagnie teatrali, gruppi musicali, grafici, associazioni culturali che si occupano di produzioni culturali come spettacoli, mostre, eventi, concerti, free lance che lavorano nel mondo della cultura e tutti coloro che intendono fare dell’arte, della cultura il loro ambito di lavoro principale, in qualsiasi forma o ragione sociale essi si strutturino.

I SERVIZI CHE OFFRIAMO
1. Assistenza fiscale
2. Assistenza legale
3. Assistenza contributiva
4. Formazione
5. Consulenza su contratti, SIAE, ENPALS…
6. Sostegno di start up
7. Coordinamento e messa in rete delle realtà esistenti
8. Raccolta domanda/offerta di lavoro
9. Consulenza per la compilazione di bandi pubblici e di istituzioni private o fondazioni

INOLTRE
Una volta avviato il progetto e coinvolto un numero considerevole di lavoratori si possono utilizzare i dati raccolti per elaborare un’analisi della situazione lavorativa delle realtà esistenti in Lombardia che fanno riferimento al settore dei lavoratori dell’arte, dello spettacolo, della creatività, con lo scopo di studiarne la fisionomia e, di conseguenza, di pensare a delle proposte concrete di regolamentazione del settore.

Benefits per gli associati
E’ utile prevedere, a fronte di un costo richiesto al lavoratore per aderire allo sportello, agevolazioni, benefits e sconti come ulteriori motivazioni per aderire al progetto:
• convenzioni con service di noleggio materiali tecnici (audio e luci)
• ingresso a teatro, cinema, concerti a prezzi convenzionati
• affitto sale prova

REPLICABILITA’ e AUTOSOSTENIBILITA’
Il centro di assistenza e consulenza rappresenta, nel momento in cui viene realizzato e inizia a funzionare a pieno regime, un’esperienza assolutamente replicabile in altre aree geografiche con le stesse esigenze dell’area in cui sta prendendo forma, ovvero Milano e la Lombardia.
E’ possibile, infatti, mettere in rete e formare associazioni e strutture private non a scopo di lucro e mettere in relazione con gli enti pubblici del territorio per fare in modo che si facciano carico, almeno in un primo momento, dello start up del centro, in modo da garantire un’offerta di servizi gratuita o quasi per i fruitori. In una seconda fase sarà probabilmente necessario che i servizi dello sportello, oltre la consulenza di orientamento generale, siano pagati dall’utenza con tariffe e prezzi assolutamente agevolati e calmierati, anche in relazione all’età e alla situazione lavorativa dell’utente stesso.

PARTNER del PROGETTO
ArteVOX:
proponente, ideazione e coordinamento organizzativo
Arci Milano:
proponente, partner festival Prosa et Labora, fornitore di servizi e competenze specifiche
CGIL Lombardia
: partner di Prosa et Labora Festival, fornitore dei servizi di tutela dei lavoratori.
Comune di Milano:
potrebbe fornire spazi e sostegno materiale e funzionale al progetto
AV Turnè:
consulente in ambito di formazione con il suo progetto già esistente dello “sportello del teatrante in crisi”

2013-07-02T00:00:00

Share



Tag: ARCI (2), lavoro (35)


Scrivi un commento