26-27.10.13 Rete Critica a Vicenza e i premi Critica in MOVimento e Rete Critica

25-26.10.13 Catarsi. Convegno Internazionale sul teatro-che-cura

Pubblicato il 05/10/2013 / di / ateatro n. 145 / 0 commenti /
Share

Rete Critica a Vicenza. Seconda edizione

> Meeting di teatro, critica, video, rete, blog, streaming
> Premio Rete Critica 2013 (III edizione)
> Premio Rete in MOVimento 2013 (II edizione)

Si rinnova l’’appuntamento fra il Teatro Olimpico e Rete Critica, il network dei blog e delle riviste teatrali on line che, a due anni dall’inizio di questo movimento che sta rivoluzionando la critica teatrale, si interroga sulle sue prospettive.

Sabato 26 ottobre
Odeo del Teatro Olimpico _ ore 15,00

Introduzione Cesare Galla (vicepresidente dell’’Accademia Olimpica)
Evoluzione, involuzione, rivoluzione: la seconda stagione della critica online relazioni di Massimo Marino, Anna Maria Monteverdi, Oliviero Ponte di Pino, Andrea Porcheddu
Una questione glocale: i siti e i blog di teatro tra radicamento e apertura
relazione di Tamburo di Kattrin/Lorenzo Donati
Tra accredito e discredito: gli uffici stampa dei teatri e la critica in rete, relazioni di Oliviero Ponte di Pino e Simone Pacini

Domenica 27 ottobre
Odeo del Teatro Olimpico _ ore 9,300

Il lato ‘social’ della critica
Presentazione della seconda edizione del premio Critica in MOVimento, proiezione di una selezione dei video in concorso e discussione
Con lo staff di @S28Media

La terza edizione del Premio Rete Critica
Discussione e votazione finale, con la proclamazione del vincitore
a cura di Rete Critica

Catarsi. Convegno Internazionale sul teatro-che-cura

“Les miroirs feraient bien de réfléchir un peu plus, avant de renvoyer les images” (Jean Cocteau)

Aristotele pone come fine del teatro la katharsis, termine cui sono stati attribuiti molti significati di tipo morale, psicologico e sociale, rimuovendo invece il suo significato primario che è molto concreto, di origine medica: in senso lato “guarigione”. Oggi la scoperta dei neuroni specchio e lo sviluppo parallelo degli studi di neuroscienze e teatro ci consentono di restituire a quell’antica intuizione il suo valore più oggettivo; e d’altro canto di vedere sotto nuova luce lo straordinario sviluppo, in tutto il mondo, delle esperienze di teatroterapia, in tutte le sue forme, dal canto alla danza, dallo psicodramma alla clownerie. E ancora: oltre tali applicazioni strettamente terapeutiche, questa nuova consapev- olezza restituisce a tutto il teatro la sua primitiva concretezza; ne fonda scientificamente la capacità, come diceva Artaud, di “rifare il corpo” di chi lo pratica (attori e spettatori); ci obbliga a pensare queste esperienze non più come “effetti collaterali”, ma costituenti del teatro stesso – rispetto cui invece l’idea di mera fruizione “estetica” risulterebbe paradossalmente la vera deviazione antropologica.

Venerdì 25 ottobre
Odeo del Teatro Olimpico _ ore 9,00

presiede Clelia Falletti
Introduzioni
Jacopo Bulgarini D’elci Vicesindaco, Assessore alla Crescita del Comune di Vicenza
Luigi Franco Bottio presidente dell’’Accademia Olimpica di Vicenza
Roberto Cuppone direttore Laboratorio Olimpico

Gabriele Sofia (Università di Roma La Sapienza) Teatro e neuroscienze nel Novecento
Franco Perrelli (Università di Torino) Alcune riflessioni sulla mimesi di Platone e di Aristotele
Jean Marie Pradier (Université Paris 8) L’’idéal cathartique, et l’anthropologie des émotions (in videoconferenza da Parigi)
Antonio Attisani (Università di Torino) L’’origine avvenire
Andrea Porcheddu (Rete Critica) Le occupazioni come forma di teatro terapeutico (in collegamento col Teatro Valle occupato a Roma)
Jonathan Hart Makwaia (attore, Roy Hart Theater) La voce che cura (in videoconferenza da New York)

Venerdì 25 ottobre
Odeo del Teatro Olimpico _ ore 15,00

presiede Franco Perrelli
Roberto Rinaldi (Rete Critica) L’utilizzo del teatro come strumento terapeutico. I benefici nel disagio psichico
Giuseppe Longo (Università di Venezia) “Le misteriose farfalle dell’’anima”: i neuroni e la lettura del testo letterario
Clelia Falletti (Università di Roma La Sapienza) Di che stoffa è fatto il teatro? Spettatori di ieri e di oggi
Marco De Marinis (Università di Bologna) Teatro che cura e/o cura di sé: ancora su Grotowski e il segreto del Novecento teatrale
Jonathan Hart Makwaia (attore, Roy Hart Theater) La voce che cura (in videoconferenza da New York)
A seguire
Comunicazioni degli operatori

Sabato 26 ottobre
Odeo del Teatro Olimpico_ ore 9,00

presiede Marco De Marinis
Maurizio Lupinelli (regista, compagnia Nerval Teatro) L’’ossessione del mancamento
Paolo De Vita (direttore artistico di ParkinZone) ParkinZone. Essere altro da me: il teatro e il Parkinson
Sandra Pietrini (Università di Trento) Da William James alla biomeccanica: la base fisiologica della recitazione
Philippe Goudard (clown, Université de Montpellier) Anatomie d’’un clown
Mario Biagini (Associate Director del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards) Ai confini del teatro: il Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards
A seguire Mario Biagini risponde alle domande del pubblico

Venerdì 25 ottobre 2013
Teatro Olimpico _ ore 21,00

Not History’s Bones – A Poetry Concert
Il Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards nel Teatro Olimpico di Vicenza

2013-05-10T00:00:00

Share



Tag: AccademiaOlimpica (3), catarsi (2), diversitateatrodelle (2), Neuroscienzeeteatro (4), retecritica (34)


Scrivi un commento