Biennale di Venezia – Sezione Teatro: l’Annuncio per l’edizione 2005

Direzione: Romeo Castellucci

Pubblicato il 29/10/2013 / di / ateatro n. 061 / 0 commenti /
Share

La Biennale di Venezia Teatro inaugura, per l’edizione del 2005, una Sezione dedicata agli artisti e alle compagnie di tutto il mondo che non hanno ancora esposto il proprio lavoro e che nascondono al proprio interno le linee del futuro.
Questa Sezione vuole essere segno di contraddizione del teatro; accogliere tutte le forme che si pongono il problema radicale della rappresentazione; verificare l’esistenza di una linfa che possa spingere il teatro a reggere la portata di questa epoca.
Questa Biennale abbandonerà lo spirito della terraferma e si rivolgerà al mare, che accoglie la dimensione dell’aperto e del pericolo.
Questa Biennale vuole rompere lo schema radicato della tradizione e costruire forme di radicale invenzione.
L’apertura a tutti i luoghi della terra non vuole essere un censimento anagrafico del teatro mondiale.
Si tratta di manifestare forze localizzate dell’espressione, al di fuori di ogni spirito ecumenico.
Saranno prese in considerazione tutte le forme possibili di teatro, eccetto quelle legate al solco tradizionale, alla ripetizione testuale e alla linea dell’improvvisazione.
La forma di partecipazione sarà perciò libera da limiti legati al tema, al modo, alla durata.
Si raccolgono proposte di partecipazione formate esclusivamente da una relazione scritta di ciò che si intende rappresentare a Venezia e da una documentazione video del proprio recente lavoro.
Non verranno presi in considerazione curriculum, referenze di scuole, stage, workshops, articoli, ma soltanto il progetto e la modalità operativa di ogni artista o di ogni compagnia.
La selezione avrà come unico criterio quello dettato dal riconoscimento di una forma autonoma di espressione compiuta e di una idea di teatro.
L’esito di tale selezione sarà reso noto in tutti i casi. Se favorevole, si richiederà di poter assistere a una rappresentazione dal vivo di uno spettacolo dell’artista o della compagnia, condizione indispensabile, questa, che precede l’eventuale invitazione alla Biennale Venezia Teatro dell’anno 2005.
Tutte le proposte dovranno pervenire presso il

Teatro Comandini
via Serraglio 22
47023 Cesena, Italia,

entro il 31 marzo 2004. Il materiale inviato non sarà restituito.
Non si danno altre spiegazioni oltre a quanto è scritto qui.

Socìetas_Raffaello_Sanzio

2003-12-17T00:00:00

Share



Tag: RaffaelloSanzioSocietas (31)


Scrivi un commento