I finalisti del Premio Riccione

La premiazione il 27 settembre

Pubblicato il 29/10/2013 / di / ateatro n. 058 / 0 commenti /
Share

Qui sotto il comunicato stampa che annuncia l’edizione 2003 del Premio Riccione.

PREMIO RICCIONE PER IL TEATRO 2003
Istituito quest’anno un nuovo premio intitolato a Marisa Fabbri.
Sabato 27 settembre la cerimonia di premiazione preceduta da una lettura a cura di Renata Molinari.

Quattrocentosettantuno copioni originali mai rappresentati, firmati da autori italiani, costituiscono un nuovo record per il Premio Riccione Teatro, confermano un crescente prestigio che conta sempre di più sulla risposta di firme note e di un folto numero di teatranti, senza dimenticare l’importante contributo allo sviluppo della drammaturgia contemporanea. Siamo ormai alla quarantasettesima edizione del Premio nato nel 1947 (l’anno di Calvino vincitore con “Il sentiero dei nidi di ragno”), subito dopo consacrato definitivamente alla scrittura teatrale e divenuto biennale nel 1985 (è l’anno di Enzo Moscato con “Pièce noire”).

Ma torniamo al presente e alla cerimonia di premiazione di sabato 27 settembre al Teatro del Mare di Riccione dove Renata Molinari presenterà al pubblico la lettura di una serie di combinazioni di brani estratti da un ristretto numero di testi selezionati . Dopo il fortunato esito della precedente edizione del Premio, la dramaturg conduce anche quest’anno il laboratorio di una settimana con 12 allievi-attori provenienti dalla Scuola di Teatro del Piccolo di Milano, dall’Accademia d’Arte Drammatica Silvio D’amico di Roma e dalla scuola di Teatro di Bologna. “Mi interessa – afferma Renata Molinari, – il rapporto attore-testo specialmente laddove si tratta della scrittura contemporanea che, di per sé, mette in gioco categorie non convenzionalmente drammaturgiche, impone misure di lavoro diverse rispetto ai classici. Sono testi con una voce che agisce. Spesso usano la musicalità dei dialetti (non parlo di teatro dialettale) per rappresentare una realtà. Quando il filo emotivo di un testo si relaziona al presente, il rapporto con l’attore cambia e la lettura ad alta voce aiuta a rintracciare una linea di approfondimento, di azione scenica. Era importante creare a Riccione un’esperienza di lavoro che implicasse la partecipazione attiva dei fruitori del testo, ovvero degli attori che dovranno metterlo in scena. La formula dell’ascolto è un buon approccio al testo, ne rende il valore e la potenzialità”.

Nei mesi scorsi, dei 471 copioni pervenuti alla segreteria, la giuria ne ha selezionati 15 tra i quali scegliere il Premio di 7.500,00 € e un Premio Speciale intitolato a Paolo Bignami e Gianni Quondamatteo. Inoltre, saranno assegnati il Premio Pier Vittorio Tondelli (2.500,00 €) al testo di un giovane autore under 30, il Premio Aldo Trionfo (fuori concorso) a quei teatranti che siano riusciti a coniugare la tradizione con la ricerca e, per la prima volta, il Premio Marisa Fabbri (la grande attrice scomparsa di recente che, peraltro, ha fatto parte della giuria delle ultime edizioni del Premio Riccione).
La giuria del Premio 2003 è composta da Franco Quadri (presidente), Roberto Andò, Sergio Colomba, Elena De Angeli, Luca Doninelli, Edoardo Erba, Mario Fortunato, Maria Grazia Gregori, Renata Molinari, Giorgio Pressburger, Luca Ronconi e Renzo Tian, ha scelto 15 finalisti tra i 471 pervenuti alla segreteria del Premio.
I finalisti della 47° edizione del Premio Riccione diretto da Fabio Bruschi sono:
Massimo Bavastro (“25 Apocalissi”), Augusto Bianchi Rizzi (“Veronica ha bruciato la torta”), Agatino Caspanello (“Mari”), Davide Enia (“Scanna”), Angelo Ferracuti (“Anitre”), Enrico Fink (“Le ombre”), Fulvio Fiori (“Veglia su di me”), Livia Giampalmo (“Breve luce”), Andrea Malpeli (“Io ti guardo negli occhi”), Giuseppe Manfridi (“Una storia cattiva”), Sergio Pierattini (“Quando ci siamo ritrovati”), Massimo Salvianti (“Il permesso”), Massimo Sgorbani (“Le cose sottili nell’aria”), Giorgio Taschini (“Diamante”), Paolo Trotti (“Come Camus”).

Sabato 27 settembre, Teatro del Mare di Riccione
ore 15,30 sessione finale del laboratorio “L’esperienza del testo”
ore 19,00 aperitivo
ore 21,00 Cerimonia di premiazione

Info 0541.608275

Redazione_ateatro

2003-09-20T00:00:00

Share



Scrivi un commento