Una tesi di laurea sul Patalogo

L'editoriale

Pubblicato il 29/10/2013 / di / ateatro n. 020 / 0 commenti /
Share

Questo è un numero di “ateatro” abbastanza speciale (ma sono tutti un po’ speciali, forse).
Perché il pezzo forte è la tesi di laurea di Leonardo Mello, attualmente direttore esecutivo del Patalogo (l’avevo detto, qualche tempo fa, che mi interessavano le tesi di laurea). La tesi di Leo è dedicata, ovviamente, al Patalogo: per la precisione, s’intitola Raccontare il teatro: aspetti drammaturgici nel Patalogo – relatore, per la cronaca, il Chiar.mo Prof. Renata Molinari (massimo rispetto!!!).
Per certi aspetti sembra un sogno: il giovane studente che s’appassiona a un’esperienza e ne diventa in breve “direttore esecutivo” (o è successo il contrario? Che proprio non sapendo che argomento scegliere per la tesi, il buon Leo ha pensato di acchiappare i classici due piccioni con una fava?)
Insomma, la tesi è online, il link è lìssopra, andate a vedere almeno il sommario (e se siete veri maniaci confrontate le “schedature ragionate” di Leo con gli Indici del Patalogo messi a punto dalla medesima Renata e dal sottoscritto).
Sempre in questo numero,
· per il fanatici del tecnoteatro, qualche info frescafresca sul Desktop Theater · per gli Hamletologi, Anna Maria Monteverdi recensisce il saggio di Andy Lavender Hamlet in pieces, dove si parla degli spettacoli di Wilson, Lepage e Brook · il programma definitivo dell’incontro Occupazione e no-profit: il fund raising come risorsa per il terzo settore di Bologna (28 settembre 2001) · il programma dell’incontro di Pontedera dedicato a Grotowski (dal 12 al 14 ottobre), più un (mio) pezzo dedicato al Maestro · la lista nera delle canzoni vietate da uno dei più importanti circuiti radiofonici USA dopo l’11 settembre (per le vostre feste di compleanno e anniversario)

Redazione_ateatro

Share



Tag: editoria (6), QuadriFranco (15), Ubulibri (7)


Scrivi un commento