La attività della Associazione Culturale Ateatro nel 2014-2015

La relazione del presidente alla Assemblea dei soci della Associazione Culturale Ateatro, 18 aprile La attività della Associazione Culturale Ateatro nel 2014-2015

Pubblicato il 01/05/2015 / di / ateatro n. 154 / 0 commenti /
Share

L’Assemblea dei soci dell’Associazione Culturale Ateatro si è riunita il 18/04/2015 alle ore 16 presso la Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi” a Milano. Quella che segue è la relazione del Presidente sulle attività del biennio 2014-2015.

Sul sito hanno avuto in questi mesi un ruolo centrale l’informazione e il dibattito sul decreto Valore cultura, in continuità con il progetto delle Buone pratiche e con presentazioni del volume Le Buone Pratiche del teatro di Mimma Gallina e Oliviero Ponte di Pino, edito da FrancoAngeli.
I due autori hanno deciso di destinare i diritti d’autore del volume all’Associazione.

Le Buone Pratiche del teatro è stato adottato (e viene utilizzato) come libro di testo o strumento didattico da diversi corsi universitari e master. Il volume è al centro dell’edizione delle Buone Pratiche 2014 organizzata a Milano.

#BP2014 Le Buone Pratiche del Teatro: strategie del rinnovamento, 8 marzo.

Particolarmente significative, oltre agli interventi degli autori in corsi e master di organizzazione e management dello spettacolo, le presentazioni di Ancona e Milano (BookCity).
Ancona, 19 dicembre.

Non è la prima volta che materiali elaborati per il sito ateatro forniscono lo spunto e vengono utilizzati per la realizzazione di un volume.

Nella abituale attività editoriale del sito, da segnalare la serie Attori & attrici teatro, a cura di Laura Mariani.

Di recente sul sito sono stati ideati e pubblicati innovativi strumenti informativo-pedagogici:
Il gioco del FUS.
La nuova mappa della stabilità secondo il FUS.
La mappa delle Buone pratiche del teatro.

Si tratta di nuove sperimentazioni su un filone di ricerca che vede ateatro impegnato da tempo. Oltre ai diversi sistemi di archiviazione e indicizzazione del sito, si ricordano progetti come
La storia del Nuovo teatro (infografica).
Il secolo Amleto.
L’elenco spettacoli della stagione in collaborazione con Associazione Ubu per Franco Quadri e dal 2014 con Associazione Il tamburo di Kattrin, un progetto da rilanciare e valorizzare.

Si è anche avviata una attività sul versante ebook. Nel gennaio 2015 sono stati pubblicati cinque testi teatrali in collaborazione con Fabulamundi, il progetto europeo per la diffusione della drammaturgia contemporanea, attraverso la Libreria degli Scrittori.

ateatro ha partecipato all’ideazione e all’organizzazione di una giornata di studio e riflessione sugli archivi teatrali, La memoria dell’effimero, che si è tenuta il 24 gennaio 2015 e ha portato alla pubblicazione di un ricco dossier, lo Specialearchivi.

Il 13-14 febbraio si è tenuta alla Casa del Cinema e al Teatro Argentina di Roma un edizione speciale delle Buone Pratiche Cinema e Teatro, a cura di Angelo Curti, Mimma Gallina e Oliviero Ponte di Pino.
Nell’occasione ateatro ha prodotto una serie di brevi videotestimonianze sul tema (Stephen Amidon e Serena Sinigaglia, Emma Dante, Pippo Delbono, Fabrizio Gifuni, Antonio Latella), proiettate in prima assoluta alla Casa del Cinema.

Attualmente sono attive due Media partnership:
#IETMBergamo.
Case matte con Teatro Periferico e Chille de la Balanza.

Per i prossimi mesi sono previste varie attività.

In primo luogo una sessione delle Buone Pratiche sull’applicazione del nuovo decreto ministeriale che cambia i criteri di assegnazione del FUS, da tenersi a Milano nell’estate 2015.

In secondo luogo, è previsto l’avvio di uno dei progetti per i quali era stato effettuato uno studio di fattibilità, la Ricognizione attiva del teatro sociale in Italia, con l’obiettivo di mappare un settore in divenire attraverso un questionario e un ciclo di forum territoriali, piattaforme, incontri (in collaborazione con il Social Community Theatre Centre | Unito dell’università di Torino e la Rivista Europea “Catarsi-Teatri delle Diversità” all’Università di Urbino).
Il primo incontro è previsto per novembre-dicembre, a Milano.

Un secondo studio di fattibilità in corso di approfondimento riguarda invece un progetto di censimento, monitoraggio e valutazione del bandi.

Questo progetto, come gli altri elencati sopra e quelli realizzati negli scorsi anni, si avvale del contributo e della collaborazione dei soci, sia dal punto di vista dell’ideazione sia dal punto di vista della realizzazione. Ovviamente il direttivo dell’Associazione Culturale Ateatro è aperto ad altre proposte da parte dei soci e ad approfondire la discussione su quelle in corso.

Share



Tag: AssociazioneAteatro (4), ateatro (16)


Scrivi un commento