La responsabilità sociale di impresa e lo spettacolo dal vivo: dalla rendicontazione al bilancio sociale

Continuano i corsi dell'Associazione Culturale Ateatro rivolti a operatori e professionisti del mondo teatrale

Pubblicato il 14/11/2017 / di / ateatro n. #BP2017 , 162 , Passioni e saperi / 0 commenti /
Share

Nel quadro del progetto
Passioni e Saperi. Buone Pratiche, incontri e strumenti per lo spettacolo
Con il contributo di

 

 

SABATO 2 e DOMENICA 3 DICEMBRE 2017

NON RISERVATO, CASA DELLE ASSOCIAZIONI,  VIA MARSALA 8, MILANO

La responsabilità sociale di impresa e lo spettacolo dal vivo

Dalla rendicontazione al bilancio sociale

a cura di Flaviano Zandonai e Giulio Stumpo

La riforma del Terzo Settore, recentemente approvata in Parlamento darà un quadro maggiormente coerente alle politiche per il not for profit e introdurrà una serie di nuove opportunità anche per lo spettacolo dal vivo. Nel contesto della società civile, così come fra gli imprenditori e gli studiosi del ‘sistema impresa’ è sempre più presente l’idea che un’organizzazione non possa essere rappresentata solo dalle sue performance economiche e finanziarie e che gli strumenti di rappresentazione classici come il bilancio di esercizio non siano sempre adeguati a fornire una visione completa della realtà aziendale. Si è consapevoli che le scelte strategiche non dipendono solo da valutazioni economiche, ma anche da comportamenti che hanno una valenza diversa e le strategie adottate da un’impresa per svilupparsi non hanno solo effetti economici, ma hanno anche un impatto sociale. Il corso intende affrontare gli strumenti disponibili per la rendicontazione culturale e sociale, come il bilancio sociale o di sostenibilità che è il principale strumento di monitoraggio, rendicontazione e comunicazione del processo di gestione responsabile e sostenibile intrapreso dall’organizzazione. Inoltre si porrà l’attenzione sulla valutazione di impatto sociale e culturale delle imprese di spettacolo dal vivo e sui differenti strumenti di monitoraggio.

Il corso avrà la durata di 15 ore e prevederà una descrizione accurata degli strumenti e delle metodologie di valutazione, la testimonianza di un caso emblematico e simulazioni a partire da indicazioni della classe.

Sabato 2 dicembre 2017 dalle 10:00 alle 13:00 – La Responsabilità Sociale di Impresa (RSI)e la Corporate Social Responsability (CSR)

Aspetti teorici: definizione, il contratto sociale dell’impresa, gli stakeholders e il loro ruolo all’interno dell’impresa, dimensione interna ed esterna della RSI, il libro verde sulla responsabilità sociale di impresa

Dalle 14:00 alle 18:30 – La riforma del terzo settore, quali opportunità per lo spettacolo dal vivo

Enti del terzo settore, Imprese sociali e imprese culturali, novità della riforma, agevolazioni fiscali, reti associative, 5×1000, raccolte fondi, Onlus, Registro unico, Volontariato

Domenica 3 dicembre 2017 dalle 10:00 alle 13:00Il bilancio sociale o di sostenibilità

Il bilancio sociale come strumento di gestione e di comunicazione dell’impresa sociale, i modelli di reporting e le linee guida per la realizzazione di un sistema di monitoraggio e rendicontazione sociale.

Dalle 14 alle 16:30- Il bilancio di impatto

Il Bilancio d’impatto e la valutazione della capacità di produrre esternalità positive nei contesti socio-economici nei quali si opera.  Come illustrare ai propri stakeholder gli impatti positivi di natura sociale, culturale o ambientale che l’attività di spettacolo fanno ricadere sulla comunità.

Dalle 16:30 alle 18:30 Un caso di studio: il Teatro dell’Argine

Costo del corso: 180 € . Per chi ha già frequentato un corso di Ateatro il costo è di € 150.

Per partecipare è necessario essere soci dell’Associazione Culturale Ateatro (quota associativa per il 2017: 20 €). È possibile versare la quota associativa per l’anno 2017 anche contestualmente al versamento della quota di partecipazione al Corso.

Domande di iscrizione: devono pervenire via e-mail (modulo su www.ateatro.it), entro il 24 novembre 2017 corredate da breve curriculum e da lettera di motivazioni.

Ammissione al corso: posti limitati, i candidati saranno ammessi in ordine di arrivo considerando le motivazioni.

Sarà cura dell’Associazione comunicare l’ammissione nel più breve tempo possibile.

 Il pagamento dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario alla conferma dell’ammissione, e comunque non oltre il 28 novembre 2017.

Sarà rilasciato un attestato di partecipazione alla fine di ogni modulo

GIULIO STUMPO – si occupa di analisi, valutazioni economiche e progettazione e gestione nel campo della Cultura e delle industrie Creative; di ricerca, consulenza e formazione sull’economia e la gestione dei beni e le attività culturali per enti ed istituzioni pubbliche e private italiane e internazionali. Insegna “Economia delle autonomie locali” al corso di Laurea in Economia presso la Facoltà di Economia l’Università dell’Aquila. E’ socio dell’Associazione per l’Economia della Cultura e di Banca Popolare Etica per la quale svolge attività di valutatore sociale. Fa parte del network di esperti internazionali sulle politiche culturali EENC (European Expert Network on Culture).

FLAVIO ZANDONAI – ricercatore presso Euricse. Laureato in Sociologia, ha lavorato per oltre un decennio nei consorzi della cooperazione sociale italiana. È inoltre segretario di Iris Network, la rete italiana degli istituti di ricerca sull’impresa sociale. I suoi interessi di ricerca riguardano la specificità del fenomeno della cooperazione sociale italiana, gli studi sulla rigenerazione degli asset comunitari e le forme di finanziamento all’impresa sociale. Oltre ad occuparsi di ricerca, ha una consolidata esperienza come formatore.

 

LEGGI E SCARICA IL BANDO:BANDO BILANCIO SOCIALE

Per informazioni e iscrizioni:

segreteria@ateatro.org

 

Con il sostegno di

 

Share



Scrivi un commento