La decrescita infelice della cultura italiana: la torta del FUS diminuisce, lo spettacolo deve mettersi a dieta

9 milioni in meno per il 2018, e arrivano le nuove istanze triennali

Pubblicato il 16/02/2018 / di / ateatro n. #BP2018 , #BP2018 Codice dello Spettacolo , 164 / 0 commenti /
Share

Qualcuno lo aveva sospettato. Malgrado gli annunci trionfali che hanno accompagnato l’approvazione del Codice dello Spettacolo, il Fondo Unico dello Spettacolo è in calo: 333.941.798 euro, rispetto ai 341.716.856. Nel 2017 c’era stata una “aggiunta straordinaria”, che per esempio aveva portato gran parte dei soggetti del settore prosa a raggiungere l’aumento massimo del 7% rispetto all’anno precedente.
Sono quasi nove milioni in meno.

ANNO 2018 ANNO 2017
POST DECRETO MILLEPROROGHE 2017
% % %
Fondazioni lirico-sinfoniche 53,56 178.854.000,00 53,34 182.272.058,30 54,62 182.272.058,30
Attività musicali 18,04 60.239.724,76 17,63 60.239.724,76 17,39 58.022.184,96
Attività teatrali 21,25 70.963.492,53 20,77 70.963.492,53 20,28 67.664.568,57
Attività di danza 3,50 11.699.574,39 3,42 11.699.574,39 3,48 11.604.436,99
Residenze e Under 35 0,26 869.234,00 0,85 2.936.364,73 0,88 2.936.364,73
Progetti multidisciplinari, progetti speciali, azioni di sistema 1,75 5.845.000,00 2,38 8.122.918,72 1,75 5.845.868,14
Attività circensi e Spettacolo viaggiante 1,48 4.957.722,57 1,45 4.957.722,57 1,45 4.846.374,30
Osservatorio dello Spettacolo 0,15 488.650,00 0,15 500.000,00 0,15 500.000,00
Comitati e Commissioni 0,01 24.400,00 0,01 25.000,00 0,01 25.000,00
TOTALE 100,00 333.941.798,25 100,00 341.716.856,00 100,01 333.716.855,99

 

Il riparto sul sito del MiBACT

La prosa resta alla stessa quota del 2017 (70.963.492 euro). Così come le attività musicali, di danza e circensi. A essere decurtati sono stati i progetti multidisciplinari, i progetti speciali e le azioni di sistema. I nove milioni stanziati dal nuovo Codice dello Spettacolo sono stati dirottati dal Parlamento con la legge di stabilità verso altre iniziative, tra cui il finanziamento ai carnevali storici (2 milioni), all’Orchestra Verdi Milano e al Teatro Eliseo (4 milioni all’anno per due anni).
Ma non è tutto. Con il 2018 partono i nuovi progetti triennali del FUS, presumibilmente le nuove istanze saranno numerose ma le risorse diminuiscono.
Insomma, la torta è sempre la stessa ma le bocche da sfamare sono più numerose: grandi carnivori come l’Eliseo e pesci piccoli come le nuove compagnie under 35. E ci sarà magari anche la nuova compagnia della Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”, in coproduzione con il Teatro di Roma.
Da un lato dichiarazioni di facciata da parte dei politici, dall’altra un mondo dello spettacolo – a cominciare dalla Consulta dello Spettacolo riunita oggi per questo “spacchettamento” – che non è in grado di reagire e anzi per quanto riguarda i rappresentanti del teatro si dichiara soddisfatto.

FUS 2018

Share



Tag: EliseoTeatro (5), FUS (87)


Scrivi un commento