#BP2018 | Il welfare per il settore dello spettacolo. Il programma dell’incontro del 24 settembre

Laboratorio Formentini per l'Editoria Milano 24 settembre 2018

Pubblicato il 20/09/2018 / di / ateatro n. #BP2018 , #BP2018 Codice dello Spettacolo , #BP2018 Lavoro , 165 / 0 commenti /
Share

nell’ambito del progetto verso il Codice dello Spettacolo 2018/2019

 

LE BUONE PRATICHE DEL TEATRO

IL WELFARE PER IL SETTORE DELLO SPETTACOLO

24 settembre 2018, ore 14.15-18.30

LABORATORIO FORMENTINI PER L’EDITORIA, via Formentini 10, Milano

 

Ingresso libero fino a esaurimento posti

Segue aperitivo

Stiamo vivendo una trasformazione generale e radicale del lavoro e il mondo della cultura e dello spettacolo è al centro di questa trasformazione e forse ne ha addirittura anticipato alcuni aspetti, proprio per alcune sua peculiarità. Il nuovo Codice dello Spettacolo e la firma dei Contratti Nazionali di Lavoro (a cui si è aggiunto il cd “Decreto Dignità”) stanno dando un nuovo assetto al settore. L’incontro ha una funzione informativa, anche di confronto con le politiche di welfare di altri paesi europei, e offre lo spunto per approfondimenti con rappresentanti dei sindacati, delle imprese, degli enti previdenziali e delle istituzioni. Il rapporto di lavoro nel settore dello spettacolo è uno dei temi del Codice dello spettacolo dal vivo (legge 22 novembre 2017 n. 175 – Disposizioni in materia di spettacolo e deleghe al Governo per il riordino della materia). Tra le numerose deleghe al Governo si prevede “riordino e introduzione di norme che, in armonia e coerenza con le disposizioni generali in materia, disciplinino in modo sistematico e unitario, con le opportune differenziazioni correlate allo specifico ambito di attività, il rapporto di lavoro nel settore dello spettacolo, nel rispetto, quanto agli aspetti retributivi, dell’articolo 36 della Costituzione e dell’articolo 2099 del codice civile, tenuto conto anche del carattere intermittente delle prestazioni lavorative con riferimento alle specificità contrattuali e alle tutele sociali, anche previdenziali e assicurative;”. L’attuazione del Codice è dunque un’opportunità per affrontare alcuni problemi rilevanti che i lavoratori dello spettacolo soffrono da lungo tempo. Il richiamo della delega ad attuare una disciplina sistematica e unitaria, risponde positivamente alle ripetute richieste degli operatori di riconoscere le caratteristiche peculiari del settore, potrebbe condurre a concepire uno statuto specifico per il lavoro e il welfare nello spettacolo. La delega richiama espressamente il carattere intermittente del lavoro e la specificità delle relazioni contrattuali di questo settore e indirizza ad attuare prestazioni previdenziali e assicurative coerenti.

LE BUONE PRATICHE DEL TEATRO
IL WELFARE PER IL SETTORE DELLO SPETTACOLO

Il programma

Coordinano: Lucio Argano, Mimma Gallina e Oliviero Ponte di Pino

Il progetto “verso il Codice dello Spettacolo”
(a cura di Ateatro)

Il Welfare per il settore dello spettacolo : introduzione
Patrizia Cuoco (Ateatro)

Politiche del lavoro e Codice dello spettacolo
Roberto Rampi (Senatore della Repubblica, Commissione Istruzione pubblica, beni culturali)

Welfare e cultura nelle politiche locali
Filippo Del Corno (Assessore alla Cultura Comune di Milano)

Dai nuovi CCNL agli ammortizzatori di continuità
Emanuela Bizi (SLC-CGIL)

Il punto di vista dei teatri
Angelo Pastore (Platea)

Welfare e Spettacolo dal Vivo: speranze e necessità della scena contemporanea.
Il punto di vista del Progetto Cresco

Luca Mazzone (C.Re.S.Co.)

Il punto di vista giuridico  
Maurizio Frittelli  (Studio Legale Associato Frittelli Lascialfari – Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano)

Formazione, formazione permanente, accompagnamento al lavoro
Marilena Adamo (Fondazione Milano)

Mutualismo e welfare alternativo
Donato Nubile (SMART.IT)

Welfare, cultura e innovazione, la funzione delle Fondazioni Bancarie
Andrea Rebaglio (Fondazione Cariplo)

Il quadro europeo. Le politiche di welfare di Francia, Spagna e Belgio
Fabio Mangolini

Il caso Paesi Bassi
Paolo Aniello (Mare Culturale Urbano)

L’adeguamento della tutela previdenziale dei lavoratori dello spettacolo. Fabbisogni e proposte
Ferdinando Montaldi (INPS)

Con il contributo di

 

Si ringrazia il Laboratorio Formentini per l’Editoria

 

Per info: http://www.ateatro.it/webzine/2018/09/06/le-buone-pratiche-del-teatro-il-welfare-per-il-settore-dello-spettacolo/

+39 3896308310

segreteria@ateatro.org

 

Il documento dell’Associazione Culturale Ateatro Il welfare per il settore dello spettacolo

Share