#BP2019 | Buone Pratiche: Teatro-a-mare. Per un turismo che abbraccia la pratica teatrale

L'intervento di Alvise Campostrini alle Buone Pratiche del Teatro

Share

Il progetto teatro-a-mare è un percorso artistico e di ricerca ideato e condotto dall’associazione le compagnie malviste. E’ una vacanza al mare dove il teatro trova corpo nel paesaggio romagnolo. Uno spazio di benessere e creatività. Un’azione artistica da condividere.
Da dieci anni le vacanze al mare di alcuni milanesi si sono trasformate. Nel 2007 incontriamo, nel suo ufficio, Claudio Acerbi, vicepresidente della Cooperativa Edificatrice Ferruccio Degradi, con cui collaboriamo da qualche tempo. Sentiamo ancora la sua voce: “A fine maggio c’è una gita sociale a Bellaria-Igea Marina, sono persone anziane. Dura una settimana. Volete partire anche voi per metterci il naso?” Siamo partiti con tanta curiosità e qualche timore e abbiamo trovato giornate di sole, tornei di bocce. Sono passati dieci anni da quel giorno di primavera del 2007 in cui Claudio da dietro la sua scrivania ci faceva una strana e stupefacente proposta di lavoro: una vacanza al mare. Che sguardo lungimirante verso il futuro! Nel corso degli anni la durata del soggiorno è raddoppiata e sono raddoppiate le iscrizioni. La gita sociale si è trasformata in una residenza partecipativa e inclusiva con un programma di laboratori di teatro per realizzare interventi artistici nei bar, negli spazi pubblici come strade, piazze, spiagge, nei teatri, nelle feste della riviera romagnola. Nel corso degli anni l’età media dei partecipanti si è abbassata. Pinuccia, figlia di Giovanna, si è iscritta ed è venuta al mare con la madre.
Infatti Giovanna con i racconti dei suoi soggiorni marini assieme alle Compagnie Malviste, è riuscita a incuriosire la figlia. E Pinuccia ci ha voluto mettere in naso. Pinuccia da quella stagione non ha più perso un appuntamento.
Vivere insieme in una struttura alberghiera per una dozzina di giorni offre altre opportunità rispetto ai laboratori di quartiere. Con teatro-a-mare si “fa teatro” tutti i giorni,
assieme, a stretto contatto, dentro una comunità fragile e unica. Una comunità in cui so- stare. Una modalità di coinvolgimento culturale da esplorare/inventare quotidianamente, per cogliere particolari desideri, insoddisfazioni, pulsioni, sorrisi.
Clicca qui per scoprirne di più: https://www.lucadibartolo.it/fotografia/progetti-artistici/progetti-artistici-teatro-a-mare/

Teatro al la®go
È questa decennale esperienza delle Compagnie Malviste a motivarci a organizzare una residenza teatrale con persone fragili all’interno del programma dell’Alzheimer Fest. Una festa che vuole diffondere una nuova cultura della malattia: più inclusiva e visionaria; per promuovere la demenza come una nuova stagione della vita da vivere con dignità e in comunità.
A far da apripista a questo inedito appuntamento è l’iniziativa teatro-a-la®go, un laboratorio teatrale di sette giorni sul lago di Varese ideato/ideata dalle Compagnie Malviste per persone affette da patologia di Alzheimer accompagnate dal proprio familiare o assistente. Con questa esperienza si vuole favorire il benessere e la partecipazione, in particolare delle persone fragili. Ma soprattutto facilitare gli accompagnatori e i volontari nel fare esperienza, attraverso e con la creatività, un percorso per interrogarsi sul rapporto/legame/responsabilità nei confronti delle persone affette da patologie degenerative. Il progetto è studiato per migliorare la capacità di entrare in empatia con l’altro, utilizzare con consapevolezza il linguaggio non verbale, facilitare un ascolto attivo, cogliere i punti di forza e di fragilità, promuovere la speranza. Si intende favorire l’inserimento nel laboratorio teatrale di cittadini del territorio per diffondere una nuova cultura della malattia e promuovere l’inclusione, l’incontro intergenerazionale, le sinergie con altri attori della comunità. Si vuole monitorare il laboratorio per rilevare l’efficacia del teatro sul benessere delle persone affette da patologia di Alzheimer, e sui rispettivi caregiver.

Bibliografia
Alessandro Luzio, Alvise Campostrini, Alessandro Manzella, Malvisti, Mimesis, 2018.
Francesca Caracciolo, Alvise Campostrini, Alessandro Manzella, Teatro Fragile. Guida agli effetti della pratiche teatrali sui malati di Alzheimer, Mimesis, 2018.

Share



Tag: teatro sociale e di comunità (77), turismo (2)