Archivi dell’effimero. Il racconto del teatro fra memoria e tradizione vivente

L'incontro del 26/27 novembre 2019 alla Bottega dello Sguardo

Pubblicato il 05/11/2019 / di / ateatro n. 169 / 0 commenti /
Share

Ateatro dedica da sempre grande attenzione alla memoria teatrale e al problema degli archivi dello spettacolo.
Il sito ateatro.it è nato dall’esigenza di costruire, raccogliere e condividere materiali, informazioni, riflessioni sullo spettacolo dal vivo, in un database sempre consultabile e ricercabile. Tra i primi destinatari, gli operatori ma anche studenti e studiosi di teatro in Italia e all’estero. Fin dagli inizi, la redazione di ateatro.it è stata consapevole che pubblicare online significa anche sedimentare un archivio destinato a durare nel tempo, e questa consapevolezza ha ispirato molte scelte redazionali, a cominciare dalla gestione dei materiali delle Buone Pratiche del Teatro.
La Associazione Culturale Ateatro ha inoltre collaborato a diverse iniziative volte a coltivare la memoria del teatro, con rassegne e incontri di taglio storico e storico-critico e con progetti web (tra tutti, la collaborazione per la realizzazione del sito lucaronconi.it).
Per quanto riguarda specificamente gli archivi dello spettacolo, nel database di ateatro.it sono presenti oltre 30 articoli sul tema, che in parte sono legati a due iniziative a cui la Associazione Culturale Ateatro ha collaborato:

La memoria dell’effimero: una giornata di incontro sugli archivi teatrali, a cura di Soprintendenza Archivistica della Lombardia • Regione Lombardia – Assessorato alle Culture, Identità e Autonomie • Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, in collaborazione con ateatro, Chiostro Nina Vinchi del Piccolo Teatro, 24 gennaio 2015. (vedi anche Una necessità che diventa ossessione: la memoria viva del teatro)

Il filo del presente | Il teatro tra memoria e realtà, a cura di Giovanni Agosti e Oliviero Ponte di Pino, Centro Teatrale Santacristina, 22-23 luglio 2019.
La collaborazione della Associazione Culturale Ateatro alle giornate di studio della Bottega dello Sguardo si inserisce in questo percorso di conoscenza e di sensibilizzazione sul tema degli archivi. Si tratta in primo luogo di ampliare e approfondire l’informazione su una realtà molto variegata, sia per quanto riguarda i soggetti interessati, sia per quanto riguarda le caratteristiche dei fondi, sia per quanto riguarda le tipologie di materiali che conservano. In secondo luogo, si tratta di sensibilizzare il mondo degli archivi e quello del teatro sulle specificità di un settore che in Italia stenta a ottenere la visibilità e l’attenzione che merita.

Archivi dell’effimero
Il racconto del teatro fra memoria e tradizione vivente
Due giornate di lavoro aperte al pubblico a cura di Renata M. Molinari

Renata Molinari nel cuore della Bottega dello Sguardo.

Renata Molinari nel cuore della Bottega dello Sguardo.

La Bottega dello Sguardo – Associazione Culturale APS che, fra le altre attività, cura a Bagnacavallo la Biblioteca Teatrale Molinari, inserita nel sistema bibliotecario di Romagna e San Marino – organizza per il 26/27 novembre 2019, due giornate di lavoro e confronto.
Il lavori si svolgeranno nel pomeriggio del 26 e nella mattina del 27 novembre (26 nov.15-19 / 27 nov.9,30-13,30) al Ridotto del Teatro Goldoni di Bagnacavallo.
Il convegno è all’interno di un progetto più ampio della Bottega dello Sguardo: “Il racconto del teatro”, progetto che ha avuto il riconoscimento e il contributo della Regione Emilia Romagna (LR37/94), e che intende svilupparsi negli anni a venire.
Le due giornate di lavoro – che godono del contributo del Comune di Bagnacavallo oltre a quello della Regione – sono realizzate in collaborazione con Accademia Perduta/Romagna Teatri e con l’Associazione Culturale Ateatro – webzine di cultura teatrale, che vanta uno degli archivi di teatro ‘vivente’ più ricchi del nostro paese.

Il convegno, le presenze, i temi

Saluto di Eleonora Proni (Sindaco di Bagnacavallo)
Ruggero Sintoni / Renata M. Molinari, Perché questo incontro, oggi, qui

Prima giornata (coordina Oliviero Ponte di Pino)
Oliviero Ponte di Pino (Presidente Ateatro, docente di Filosofia e letteratura del teatro Accademia di Belle Arti di Brera – Milano), Lo stato dell’arte
Claudio Leombroni (Responsabile Servizio biblioteche, archivi, musei e beni culturali della Regione Emilia Romagna), Appunti per una rete virtuosa
Luisa Finocchi (Vicepresidente Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori – Milano) e Anna Lisa Cavazzuti (responsabile settore Archivi Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori – Milano), Raccontare le carte / Specificità e problematiche degli archivi teatrali
Maria Idda Biggi (Fondazione Giorgio Cini / Università Ca’ Foscari di Venezia), La cura dell’arte
Laura Mariani (Università Bologna), Le biografie come possibile modello di archiviazione

Seconda giornata (coordina Renata M. Molinari)
Dott. Onofrio Cutaia (Direttore generale Spettacolo dal Vivo, Beni Culturali, Mibact), La memoria viva del teatro
Roberta Carlotto (Presidente e Direttore Centro Teatrale Santacristina – Perugia), L’archivio e la pedagogia
Patrizia Carroli (Archivio Storico Comunale Bagnacavallo), Quando un archivio storico dialoga con il teatro
Gerardo Guccini (Università di Bologna), Quali archivi per la memoria del presente

Archivi verso un sistema di presenze vive
Archivio Diego Fabbri –Ilaria Fabbri
Fondazione Lewin
Premio Riccione

Le forze in campo
La parola ai teatranti: dialogo e proposte di lavoro

Share



Tag: archivi teatrali (34)