#coronavirus 4 | #ilbelcontagio ovvero Perché la cultura, lo spettacolo e la bellezza ci sono indispensabili (e devono essere virali)

Teatri e cinema sono chiusi ma teniamo la mente aperta

Pubblicato il 02/03/2020 / di / ateatro n. 171

La chiusura dei teatri di diverse regioni causata dall’emergenza sanitaria ha avuto un effetto devastante sullo spettacolo dal vivo, con conseguenze particolarmente gravi sui lavoratori (attori, musicisti, tecnici) e in generale sull’economia: perché, a differenza di quanto pensano alcuni, “con la cultura si mangia”.
Soprattutto questa chiusura ci sta facendo capire, con evidenza sempre maggiore, l’importanza della cultura (sia umanistica sia scientifica) e del teatro per la nostra società: per il suo progresso civile ed economico, per lo sviluppo di un efficace spirito critico, per un libero confronto di idee e di emozioni, per la capacità di creare comunità e condivisione. Soprattutto in un momento di crisi come questo.
Per ribadire l’importanza delle varie forme di spettacolo, per sensibilizzare i nostri politici e amministratori e l’opinione pubblica sulla necessità di dare il giusto spazio allo spettacolo dal vivo anche in settimane così cruciali, abbiamo deciso di lanciare la campagna #ilbelcontagio: perché le idee e la bellezza sono l’unico contagio che ci piace. L’emergenza non può cancellare un bisogno primario, un diritto fondamentale dei cittadini.
I temi di questa campagna aperta e condivisa sono l’importanza della bellezza e la necessità della cultura come strumento di crescita individuale e collettiva, e in particolare lo spettacolo dal vivo come occasione di incontro e di condivisione di una esperienza.
Tutti posso partecipare e aderire, seguendo alcune semplici regole.

Appuntamento con #ilbelcontagio alle ore 18 di domenica davanti ai teatri, nell’assoluto rispetto delle disposizioni in vigore.

Come partecipare ovvero i video che contagiano

Puoi partecipare al progetto con la tua adesione inviando una mail a ilbelcontagio@gmail.com.
Puoi diffondere il contagio rilanciando sui tuoi canali i video con l’hashtag #ilbelcontagio.
Ma se sei stato davvero contagiato, puoi partecipare con il tuo video.

Realizza un video (tra i 30” e i 59”). Nel video puoi leggere, interpretare, reinventare, con grande libertà, un brano che ti ha ispirato o semplicemente lanciare un messaggio sul tema del “bel contagio” di cultura e teatro.
Le prime parole del video devono essere “Il mio bel contagio è…” (e devi dire qual è il contagio di cui ci parli: un autore, il titolo di un libro o di uno spettacolo, il titolo della tua idea, sogno, progetto…).
Mandi a queste 5 persone a tua scelta questo messaggio, chiedendo di loro partecipare e di diffondere #ilbelcontagio.
Carichi il video su youtube con l’hashtag #ilbelcontagio (se hai un canale youtube è meglio; altrimenti puoi caricarlo sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/ilbelcontagio/ ; oppure puoi inviarlo usando wetransfer a ilbelcontagio@gmail.com)
Mandi una mail all’indirizzo ilbelcontagio@gmail.com con il link al tuo video.
Il link al tuo video, se risponde ai requisiti sopra elencati, verrà inserito nella playlist #ilbelcontagio.
Il tuo video verrà condiviso anche dagli aderenti alla campagna #ilbelcontagio.
Condividi sui tuoi canali (siti e sociali, mail…) i video che ti piacciono (compreso il tuo), ovviamente con l’hashtag #ilbelcontagio.

La pagina facebook https://www.facebook.com/ilbelcontagio/

Il canale youtube https://www.youtube.com/playlist?list=PLH-toztZ-MRQXgrrGjwvNCGts5huWpiZS

 

Con il contributo di




Tag: coronavirus (89)