#BP2020 | 1. Lo stato delle cose

Il video con gli interventi di Francesca D'Ippolito, Massimo Marino, Anita Di Marcoberardino, Elisa Rebecchi, Marina Visentini, Roberto Rampi, Filippo Del Corno

Pubblicato il 28/03/2020 / di / ateatro n. #BP2020 , 172 / 0 commenti /
Share

Iniziamo oggi a pubblicare la registrazione delle 8 sessioni delle Buone Pratiche del Teatro 2020, che si sono tenute il 14 marzo 2020 presso @Bolzano29.

Il programma della giornata

Dopo la presentazione della XVI edizione delle Buone Pratiche, centrate sul tema “Lo spettacolo dal vivo nello spazio della cultura contemporanea” (a cura di Mimma Gallina e Oliviero Ponte di Pino), la prima sessione, dedicata all’analisi della situazione dello spettacolo dal vivo dopo il lockdown, ha visto gli interventi di

Francesca D’Ippolito (C.Re.SCo.)
Massimo Marino
Anita Di Marcoberardino (AGIS)
Elisa Rebecchi (SLC CGIL)
Marina Visentini (Etre)
Sen. Roberto Rampi
Filippo Del Corno (Assessore alla Cultura, Comune di Milano)

Riprese di Giorgio Albani.
A cura della Associazione Culturale Ateatro.

La playlist completa delle #BP2020

Se volete sostenere questo progetto…diventate soci della Associazione Culturale Ateatro

Il Decreto Cura Italia” (Indennità lavoratori dello spettacolo)

L’art. 37 del DPCM “Cura Italia” (Indennità lavoratori dello spettacolo) assegna ai lavoratori iscritti al Fondo pensioni Lavoratori dello spettacolo, con almeno n. 30 contributi giornalieri versati nell’anno 2019 al medesimo Fondo, cui deriva un reddito non superiore a 50.000 euro, e non titolari di pensione, un’indennità pari a 600 euro per il mese di marzo. L’indennità non concorre alla formazione del reddito ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917. Non hanno diritto all’indennità i lavoratori titolari di rapporto di lavoro dipendente alla data di entrata in vigore della presente disposizione. L’indennità di cui al presente articolo è erogata dall’INPS, previa domanda, nel limite di spesa complessivo di 40,5 milioni di euro per l’anno 2020″

ATTENZIONE!!! Per accedere alla domanda di accesso ai 600 euro è indispensabile avere il pin semplificato per la richiesta individuale sul portale INPS che sarà aperta al massimo dal 31 marzo. Chi non lo ha lo può chiedere sul sito oppure al call center INPS.

ATTENZIONE!!! Per l’erogazione si terrà conto dell’ordine cronologico delle domande.

Share