#coronavirus 14 | Ma il teatro in streaming? Ma la Messa in streaming? Con un tutorial per la Messa in scena 2.0

Un dialogo teologico e sexy sulla presenza, sui media, sul rito, sulla comunità e su Chiara Ferragni

Pubblicato il 23/04/2020 / di / ateatro n. 172 / 0 commenti /
Share

Da qualche settimana ci ritroviamo privati di molte delle nostre libertà: di movimento, di lavoro e di impresa, di voto… Ci hanno tolto perfino la libertà di culto, vietando le cerimonie… Si è arrabbiato perfino Salvini, che non ha potuto andare in Chiesa per la messa di Pasqua.
Non che io abbia mai tenuto in gran conto le pratiche religiose, ma sapete com’è: il proibito ci attrae! E mi eccita!!!
Così ho convocato un due Don nella mia camera da letto, dove ho impartito loro alcuni sacramenti particolari. Ma mentre andavo su e giù con Don Dolo e lasciavo fare a Don Azione, invocando alcuni santi e sante, pensavo al giorno in cui riapriranno finalmente le chiese… e i teatri.
Così, tra un sacramento e il successivo, ho fatto qualche domanda ai miei due confessori.

Il teatro in streaming è come fare sesso al telefono

PERFIDA
In queste settimane i miei amichetti teatranti si stanno scannando. Per loro è questione di vita e di morte. Insomma, uno spettacolo in video è teatro oppure no?

DON DOLO
Scusa, ma vi pare davvero così importante? Prendi Antigone: la storia è quella, gli attori sono quelli, la sfiga è quella. Che ti manca?

DON AZIONE
Mio caro confratello, non sono del tutto d’accordo. Il teatro è la compresenza di attore e spettatore, il “qui e ora”… Come ha scritto con la consueta eleganza Gabriele Lavia sul “Fatto Quotidiano”, il teatro in streaming è come fare sesso al telefono: manca l’imperfezione dei corpi… In realtà tra di noi di questo tema, se ne discute da tempo.

PERFIDA
Parlate di sesso al telefono o di videoteatro?

DON AZIONE
No, delle messe in radio e in televisione. Sai quando è andata in onda la prima messa in diretta tv?
Il 10 gennaio 1954, una settimana dopo la prima trasmissione ufficiale della Rai.

PERFIDA
Il teatro è arrivato prima! Il primo giorno delle trasmissioni, la sera del 3 gennaio 1954, la Rai ha subito trasmesso un atto unico di Goldoni, L’osteria della posta… Con Isa Barsizza e la regia di Franco Enriquez… Però non è teatro, è televisione.

DON AZIONE
E’ teatro e anche televisione.

Assistere o partecipare?

PERFIDA
E la messa in televisione è una vera messa? O è messa e anche televisione?

DON DOLO
Vuoi sapere se con una messa in radio o in televisione rispetti il precetto domenicale?

PERFIDA
Più o meno. Insomma, la videomessa vale o non vale?

DON AZIONE
L’Eucaristia è un rito. I fedeli non si limitano ad assistere, ma partecipano alla celebrazione eucaristica presieduta dal sacerdote. Insomma, bisogna esserci! L’importante è la comunità dei fedeli.

PERFIDA
Esatto! Anche il teatro crea comunità…

DON DOLO
Potrei anche essere d’accordo con voi. In teoria. Però nessuno è tenuto a compiere atti impossibili. Prendiamo un malato o un anziano, che non può abbandonare la propria dimora. Come può rispettare il precetto? In questi casi, assistere alla messa in tv permette di rispettare il precetto domenicale!

Per un TeatroNetflix sociale e di comunità

PERFIDA
Dunque il teatro in streaming vale per i vecchi e gli infermi?

DON AZIONE
Se tu fossi anziana o malata, potresti tranquillamente goderti Gifuni su Raiplay, senza sensi di colpa…

PERFIDA
Senza nemmeno andare a fargli due coccole in camerino… C’è poco gusto!

DON DOLO
Dipende dalle tue possibilità, dalla tua disposizione, dalle tue necessità…

DON AZIONE
Come si legge nei documenti dei vescovi italiani, “la messa in TV è spesso vissuta con partecipazione e devozione dal malato, dall’anziano, o da chi si trovi comunque nell’impossibilità di recarsi personalmente in chiesa. E proprio a questi ultimi essa può offrire un servizio spiritualmente assai utile. Anzi, è soprattutto a queste categorie di persone che bisognerà pensare nella preparazione di quelle messe, nell’omelia, nelle intenzioni della preghiera universale”.

PERFIDA
Il teatro in tv sarebbe un “servizio spiritualmente utile”… La grande saggezza della Chiesa!

DON DOLO
Forse è anche per questo – e contando su tanti attori disoccupati – che il tuo ministro della Cultura, Franceschini, si è inventato una Netflix della cultura. Quel canale dovrebbe rivolgersi soprattutto a chi è in una situazione di disagio: malati, carcerati, immigrati e rifugiati, anziani, aree disagiate…

PERFIDA
Diciamo che sarebbe una specie di teatro Netflix sociale e di comunità

La religione è un format?

DON AZIONE
Non ci sono solo il rito e la comunità, nella videomessa. Ci deve essere anche un obiettivo estetico. Le cerimonie religiose in tv sono diventate da tempo un vero e proprio genere. La messinscena della messa segue le logiche estetiche, spaziali e temporali del piccolo schermo. Totale e primo piano, campo e controcampo, parole e musica devono seguire una logica precisa…

DON DOLO
Il Vaticano sa anche creare formidabili media events. Ti ricordi l’elicottero bianco di Benedetto XVI, quando si è dimesso da papa ed è volato in Vaticano?

PERFIDA
Avrebbe dovuto pagare i diritti d’autore a Fellini… E’ una citazione rubata alla Dolce vita, con il Cristo Redentore in volo sopra Roma…

DON DOLO
E che mi dici dell’immagine iconica di papa Francesco, il 27 marzo scorso, con la benedizione Urbi et Orbi? Una piazza San Pietro deserta, desolata, livida, buia, flagellata dalla pioggia…

PERFIDA
Papa Francesco mi piaceva già prima di quella Mondovisione. Ma nella sua performance ha condensato la lezione dei maestri: l’uso del corpo di Grotowski, i tagli di luce alla Wilson, un dispositivo alla Ronconi… L’estasi e l’oltraggio, la geometria e la sofferenza…

Papa Francesco in piazza San Pietro la sera del 27 marzo 2020

DON DOLO
Molto meglio di tutto il teatro in streaming, quello con cui i tuoi amichetti stanno intasando l’infostrada…

PERFIDA
Quegli effetti speciali, quell’intuizione poetica… Oggi nemmeno un Teatro Nazionale… La scenografia, le luci, il pathos, il rito, il messaggio politico…

DON AZIONE
Se fosse durato otto ore avrebbe potuto intitolarlo The Power of Theological Madness

PERFIDA
Ma padre, mi stupisce! Che ne sa lei di Jan Fabre?

DON AZIONE
Carissima, conosci anche tu la mia insana passione per i liquidi organici…

PERFIDA
Ma allora eri tu, nel buio del palchetto dell’Argentina, quella notte…

DON AZIONE
Come potrei dimenticare? Quando durante Mount Olympus esploravo il tuo Monte di Venere…

DON DOLO
Così?

PERFIDA
Mmmmmm… Ahahhhhh! Quel rito orgiastico… Ma basta! Adesso la situazione è cambiata!

DON AZIONE
Don Dolo ti sta dando fastidio?

PERFIDA
No, anzi, continua pure, Don! Mmmmmm… AH! Il problema è che in queste settimane, nessuno può andare in Chiesa…

La messa in diretta Facebook

DON DOLO
No, le chiese sono aperte. Se lo vuoi, puoi entrare e pregare. A distanza dagli altri fedeli. E senza scambiare segni di pace…

DON AZIONE
Potrebbe essere un’idea per i tuoi amici. Niente spettacoli, ma visite guidate al palco e ai camerini….

PERFIDA
Grazie del consiglio! Ma anche io posso darvi un suggerimento. In Germania hanno già fatto un teatro drive-in, in Italia vogliono farlo con i concerti! Se fate la messa al messa drive-in ci vengo anche io… Ma io voglio che i teatri riaprano subito!!!

DON AZIONE
Ti metti a fare la Salvini del teatro? Ma hanno detto di no anche a lui! Niente messe, nemmeno a Pasqua.

DON DOLO
E Carabinieri e Polizia continuano a interrompere le funzioni, in tutta Italia, anche se i fedeli sono a distanza di sicurezza e indossano guanti e mascherine!

DON AZIONE
E’ un attacco inaccettabile a una delle libertà più sacre!!! Quanti sono gli spettacoli teatrali interrotti durante il lockdown?

PERFIDA
Non mi risulta… Ma sono sicura che tra un po’ faremo spettacoli segreti, o magari “non spettacoli”, happening indistinguibili dal flusso della vita quotidiana… Teatro Illegale! Teatrino Clandestino!

DON DOLO
Non è che prima arrivassero sempre le folle in tutti i teatri, a dire il vero…

DON AZIONE
In certe sale in distanziamento sociale era garantito! Nel frattempo siamo tutti costretti alle catacombe, o allo streaming…

PERFIDA
Ecco, proprio questo è il punto. Adesso che le funzioni religiose sono vietate, la messa e il teatro in tv non sono più riservati solo agli allettati. E’ rimasta l’unica opzione, se non vogliamo entrare in clandestinità.

DON DOLO
Infatti tanti parroci si sono attrezzati e sono passati al digitale…

PERFIDA
Non ci sono solo i kolossal made in Vaticano, si sono moltiplicate anche le autoproduzioni indie…

DON AZIONE
Un’esperienza entusiasmante. Tanti sacerdoti che continuano a dialogare con i fedeli grazie alla nuova ritualità 2.0.

PERFIDA
Un movimento che nasce dal basso, grassroot, creativo, accessibile, radicato nella comunità, che parte dalle esigenze dei fedeli.

DON DOLO
Ma no! Non ne sono convinto! E’ la sacralizzazione del dilettante.

DON AZIONE
In realtà abbiamo visto anche installazioni interessanti. Per esempio, quel sacerdote che ha messo sulle panche della chiesa i selfie che si era fatto mandare dai parrocchiani…

PERFIDA
Una vera installazione! Arte partecipata…

DON DOLO
L’hanno subito blastato per tutte quelle stampate inutili… In compenso c’è quel prete di Napoli che ha celebrato la messa in diretta Facebook sul terrazzino della chiesa, però aveva attivato per sbaglio i filtri… Mi sono tenuto il video sullo smartphone…

PERFIDA
Dai qui, fai vedere! Ah ah ah ah!!! Ma pare uno dei Blues Brothers…

DON DOLO
Se si pensa che chi celebra l’Eucarestia è un Alter Christus

PERFIDA
In effetti se per rivivere l’Ascensione nella sua Imitatio Christi ha dovuto mettersi un casco da astronauta, vuol dire che la sua fede non è assoluta.

DON DOLO
Era solo un filtro!

I tutorial della CEI per lo streaming

DON AZIONE
L’Eucarestia è un gradissimo dono. Necessita cura e attenzione, non di filtri o di caschi da astronauta…

DON DOLO
Certo. Ci vuole decoro. La CEI, nel documento Celebrare la messa in tv o in streaming, offre alcune preziose indicazioni.

PERFIDA
Utilissime anche per chi vuole celebrare il teatro in tv o in streaming!!! Che dicono i vostri webmaster?

DON DOLO
Per prima cosa, raccomandano “lentezza e meditazione” nel proclamare la Parola di Dio.

PERFIDA
Beh, su questo siamo già avanti. Il teatro in televisione è quasi sempre lentissimo e ultranoioso!

DON DOLO
Poi sui raccomanda di porre “la doverosa attenzione alla cura e al corretto svolgimento delle diverse sequenze rituali. Non è rispettoso affidarsi a celebrazioni improvvisate in qualunque luogo e poco curate”.

PERFIDA
Allora bisogno proprio seguire i consigli di Franco Cordelli sul “Corriere della Sera”, che immagina “un collegio composto da un rappresentante per ognuno dei teatri nazionali, uno o più d’uno per i teatri stabili e i teatri privati e per i centri di produzione e ricerca, più un saggista o uno storico del teatro. Quasi inevitabile che si debbano scegliere classici del repertorio, magari non troppo ovvii, e assoli dei nostri maggiori monologhisti”. Con questi consulenti, questi testi e questi artisti, sarà tutto assai curato e corretto!!!

DON DOLO
Poi raccomandano “dignità e preparazione” degli spazi e delle vesti…

PERFIDA
Ci stiamo lavorando. Ho recuperato per alcuni semianalfabeti uno stock di finte librerie di cartone… Sai, da usare come sfondo.

DON AZIONE
Così sembrano più intellettuali…

DON DOLO
A me sembrano Berlusconi nel video della discesa in campo…

DON AZIONE
Poi i vescovi raccomandano la diretta e non la registrazione…

PERFIDA
Perché il “qui e ora” è diventato planetario. La presenza reale…

DON AZIONE
Quella di Gesù nel sacramento dell’Eucarestia?

DON DOLO
No, credo che Perfida alluda a quella di attori e spettatori nel sacramento teatrale…

PERFIDA
…la compresenza deve situarsi nell’orizzonte del reale, ma ormai per molti il virtuale è più presente e reale della realtà fisica in cui siamo immersi…

DON DOLO
Tuttavia dare presenza in streaming non è facile…

DON AZIONE
…ma non è nemmeno impossibile. I fedeli, si spiega nel documento, “devono essere formati a una ‘presenza’, se pur mediata dai mezzi di comunicazione, che non escluda il coinvolgimento del corpo”.

PERFIDA
Non so se sia più audience engagement o più training… Forse dobbiamo trasformare il teatro e le funzioni religiose online in app per lo yoga culturale o l’aerobica spirituale…

DON DOLO
I webmaster cattolici danno anche lezioni di regia: come ottimizzare l’inquadratura con lo smartphone ed ottenere un audio decoroso…

Corso di Regia per Sacerdoti e Attori Analfabeti Digitali in Lockdown

PERFIDA
Ottima idea, chiedo ai miei amici di ateatro di proporre un Corso di Regia per Sacerdoti e Attori Analfabeti Digitali in Lockdown…

DON AZIONE
I sacerdoti hanno in genere una sola telecamera, quella dello smartphone…

PERFIDA
Anche i miei amici teatranti, e spesso il loro smartphone non lo usano mica tanto bene…

DON AZIONE
Dunque il consiglio pastorale è che la telecamera “non riprenda costantemente un primo piano, ma si apra a un Campo Totale dove si vedano altare, ambone, celebrante”.

PERFIDA
Ma voi avete chiese, che sono come i teatri… Con quegli sfondi barocchi… Noi trasmettiamo dal tinello o dall’angolo cottura… I più eroici dal balcone o dal giardinetto…

DON AZIONE
In questo caso diventano cruciali le luci: “Non manchino le candele; accanto all’ambone, sia collocato il cero pasquale e ci siano anche composizioni floreali sempre sobrie e mai eccessive”.

PERFIDA
E poi ci sono i social…

DON DOLO
La pastorale indica con precisione le quattro dimensioni costitutive della comunicazione in rete: condivisione, engagement, hashtag, target

PERFIDA
I quattro sacramenti di Mark Zuckerberg! Ma funziona?

La vita è molto più fica con la fede

DON AZIONE
Conosci Don Alberto?

PERFIDA
Questo mi manca…

DON AZIONE
“Don Alberto Ravagnani, Youtuber”. Lui si presenta così…

DON DOLO
E’ un giovane sacerdote della parrocchia di San Michele a Busto Arsizio, ma è anche una star della catechesi online.

PERFIDA
Quant’è cariiiiiiino… Tenero….

DON AZIONE
Prova a cercare su Instagram e su Youtube… “Carpediem”.

PERFIDA
Il suo video A cosa serve pregare ha più di mezzo milione di visualizzazioni!!!

DON DOLO
In queste settimane, spiega il Don 2.0, “l’emergenza coronavirus ha spinto tutti a esprimere la propria creatività”.

PERFIDA
Il suo claim?

DON AZIONE
“La vita è molto più fica con la fede”.

PERFIDA
Se raccontate a Chiara Ferragni i miracoli della fede 2.0, quella molla subito Fedez e si mette in società con Don Alberto!!! Da Fedez alla fede!

DON DOLO e DON AZIONE
(all’unisono)
Santa subito!

Bibliografia essenziale

Franco Cordelli, Il teatro e l’emergenza, perché è opportuno andare in tv e sul web, “Corriere della Sera”, 23 aprile 2020.

Walter Kasper, La presenza di Gesù Cristo nell’eucaristia. Una meditazione su Gv 6.

Lucia Landoni, Don Alberto, il prete Youtuber che racconta la fede ai ragazzi: “Oratorio chiuso per coronavirus? Mi trasferisco sui social”, “la Repubblica”, 22 aprile 2020.

Gabriele Lavia, Quel Dio Chiamato teatro, “Il Fatto Quotidiano”, 23 aprile 2020.

Francesco Ognibene, Messe in diretta tv e in streaming. Ecco dieci indicazioni pratiche, in “Avvenire”, 31 marzo 2020.

Massimiliano Padula, La “messa” in scena digitale, “Vita e Pensiero”.

Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Italiana, Celebrare in diretta tv o in streaming.

Share



Tag: coronavirus (28), digitale (72), Il teatro è un dipositivo (2)