#BP2021 La parola agli abitanti (Teatro del Buratto, Milano)

Oltre la città | Cultura Territori Comunità

Pubblicato il 19/03/2021 / di / ateatro n. #BP2021 , 175 , Le Buone Pratiche della Ripartenza / 0 commenti /

Il link: La giornata del 22 marzo 2021 con con tutte le Buone Pratiche.

Quali desideri hanno i cittadini? Da oggi parte un’indagine online sulle abitudini culturali per l’infanzia nei quartieri di Dergano, Bovisa, Affori, Niguarda e Pratocentenaro-

L’indagine, ideata e realizzata dal Teatro del Buratto e sostenuta dal Municipio 9, si svolge attraverso la compilazione di un questionario online, disponibile fino al 31 marzo 2021. Per i primi 100 cittadini che compilano il form sono disponibili “buoni” da 10 euro da spendere
nelle attività commerciali della zona

Link questionario

Il Teatro Munari

A seguito della pandemia e della chiusura prolungata di teatri, cinema, circoli e spazi aggregativi in genere, il Teatro del Buratto si è chiesto se e come le abitudini culturali e sociali delle persone sono cambiate. Ma anche al di là dell’infausta e inaspettata situazione contingente, si è ritenuto necessario aprire un dialogo diretto con gli abitanti per capire come intercettare nuovi pubblici che non frequentano, o frequentano poco, le iniziative e gli spazi culturali aggregativi sul loro territorio, quindi per rendere l’offerta culturale realmente più inclusiva. È evidente, infatti, che ormai sia necessario per le istituzioni culturali di una città come Milano lavorare sull’inclusione e sull’integrazione delle diverse comunità straniere residenti sul territorio, spesso dif ficili da
coinvolgere nella vita sociale e culturale. Dunque, si è realizzato un questionario compilabile facilmente da ogni device, e in particolare da ogni smartphone, per indagare come i cittadini passano il loro tempo libero, soprattutto in relazione ai bisogni culturali e aggregativi dei bambini e delle bambine, fascia d’età 0-10 anni: quali sono i loro desiderata, cosa manca o come si può migliorare l’offerta culturale del loro territorio.
Inoltre, le domande sono rivolte a indagare come la pandemia abbia inciso sulle abitudini delle persone e se lascerà tracce a medio-lungo termine sui consumi culturali.

UNA RETE DI ASSOCIAZIONI SUL TERRITORIO
L’indagine è stata ideata e progettata nei mesi di novembre e dicembre su iniziativa del Teatro del Buratto che ha da subito creato una rete di realtà culturali del territorio con cui confrontarsi per
condividere la progettazione: le associazioni coinvolte sono Associazione Via Dolce Via, Associazione Rob de Matt, Mamusca, Associazione Cinema Nuovo Armenia, Circolo ARCI La Scighera, Associazione Meraki – desideri culturali.
Il progetto ha carattere innovativo poiché si pone come una delle prime ricerche specifiche su questi temi nell’area milanese, con il particolare focus sull’infanzia, a seguito della situazione
pandemica vissuta negli ultimi 12 mesi. Inoltre, il progetto ha inoltre carattere sperimentale, poiché si propone di essere un prototipo per il quale il Municipio 9 ha già espresso un interesse al fine di una riproposizione in tutto il territorio del Municipio (quindi oltre i 5 quartieri presi in oggetto) ed, eventualmente, di altre aree cittadine.
Si tratta di una ricerca bottom-up, che disegna quanto più fedelmente possibile i bisogni culturali di un territorio, per favorire la costruzione di nuove risposte più adeguate e fruibili per il territorio stesso, con particolare attenzione ai bisogni psicologici ed emotivi dell’infanzia, che ha subito forte privazioni affettive e relazionali a causa del distanziamento sociale imposto dalla pandemia da Covid-19.
L’analisi puntuale dei dati raccolti verrà resa pubblica e i dati così utilizzabili (ovviamente sempre in forma anonima e aggregata) permetteranno alle istituzioni e alle realtà culturali del territorio di progettare meglio le politiche culturali dedicate all’infanzia, alle famiglie, alle scuole.

LA SINERGIA TRA CULTURA E ATTIVITA’ PRODUTTIVE SUL TERRITORIO
Per la diffusione dell’iniziativa sono state coinvolte le associazioni di commercianti del territorio che, attraverso l’adesione degli esercizi commerciali ad esse associati, si sono impegnate a diffondere i materiali promozionali dell’iniziativa (locandine e volantini) e favorire risonanza e risposta e alla ricerca. Per incentivare la partecipazione si è definita l’offerta di 100 buoni da 10
euro per i primi 100 cittadini che risponderanno al questionario. I buoni potranno essere spesi nei negozi di quartiere aderenti all’iniziativa.
Il progetto rappresenta così anche un modo nuovo per fare rete tra le realtà culturali e commerciali, con il doppio fine di ampliare la diffusione del progetto cercando di intercettare quei potenziali pubblici che non conoscono e non frequentano ancora le attività culturali del territorio, e allo stesso tempo di sostenere i commercianti che, in un particolare momento di fragilità, potranno beneficiare dei buoni spesa rimborsati dalle proprie associazioni commercianti.
Una buona pratica che potrebbe essere ampliata, diffusa e replicata anche in altri quartieri.
Il questionario verrà promosso anche presso scuole, oratori, studi medici/pediatrici, tutte le realtà che si occupano a vario titolo di infanzia, e individuate attraverso una mappatura realizzata ad hoc del territorio.
PAROLA AGLI ABITANTI è un progetto del Teatro del Buratto in collaborazione con il Municipio 9 di Milano e Associazione Via Dolce Via, Associazione Rob de Matt, Mamusca, Associazione
Cinema Nuovo Armenia, Circolo ARCI La Scighera, Associazione Meraki – desideri culturali. Si ringraziano, inoltre, le associazioni As.Co Affori, BovisAttiva, AsCoArt Niguarda per la diffusione
dei materiali nei negozi aderenti.
Lancio questionario: 22 febbraio 2021
Chiusura questionario: 31 marzo 2021
Condivisione pubblica dei risultati nel mese di maggio 2021.




Tag: BPragazzi (10), ragazziteatro (40)