#BP2021 | Un teatro pubblico partecipato (Teatro del Lido di Ostia, Roma)

Pubblicato il 19/03/2021 / di / ateatro n. #BP2021 , 175 / 0 commenti /

Il link: La giornata del 22 marzo 2021 con con tutte le Buone Pratiche.

Il 28 marzo 2013 si è positivamente risolta la delicata vicenda del Teatro del Lido di Ostia, entrato a far parte del Sistema Teatri in Comune.
Il Teatro del Lido è situato a Ostia all’interno della ex colonia marina Vittorio Emanuele III che ospita, oltre al teatro, diverse attività di utilità sociale e culturale, come il Centro accoglienza immigrati, la Biblioteca Elsa Morante e la mensa della Caritas.

La storia e la volontà di creare un nuovo teatro parte da lontano, dalla necessità di dotare il municipio di luoghi dedicati alla cultura, all’aggregazione e a un modo partecipato di fare teatro. Nel 1997 alcuni artisti del territorio danno vita agli spazi abbandonati di via delle Sirene. Inizia un’intensa attività teatrale e laboratoriale. Nel 2000 si avvia la ristrutturazione dello stabile e si crea un consorzio di associazioni per partecipare alla programmazione della vita del teatro. Nel febbraio del 2003 si giunge all’inaugurazione della nuova struttura nella sua innovativa forma di teatro di cintura, pubblico e partecipato. Un esperimento di relazione fra istituzione pubblica, management culturale e associazionismo locale, un punto di riferimento per i nuovi linguaggi scenici.Per cinque anni il Teatro del Lido si è dotato di un modello di gestione che ha visto coinvolti soggetti pubblici e privati, portatori di una pluralità di valenze sia istituzionali che socioculturali: l’Assessorato alle Politiche Culturali e il Dipartimento Cultura di Roma Capitale, il Municipio Roma XIII e l’Associazione di Associazioni Le Sirene.

La chiusura del teatro avvenuta nel giugno 2008 arresta questo percorso di partecipazione. Il 26 febbraio 2010 un comitato composto da associazioni culturali, artisti, studenti, pensionati, riapre il Teatro avviando un confronto con le istituzioni per la piena apertura dello spazio.
Con la firma dell’accordo tra le parti sono iniziati i lavori di manutenzione e messa a norma dello spazio.