Il bando di selezione per autori e autrici per la Scuola d’Estate di Santacristina 2022

Scadenza 20 maggio 2022

Pubblicato il 04/05/2022 / di / ateatro n. 183

Il Centro Teatrale Santacristina e il Piccolo Teatro di Milano, in collaborazione con Fabulamundi Playwriting Europe, organizzano tra il 27 giugno e il 16 luglio 2022 una residenza di scrittura teatrale con Alejandro Tantanian.
La residenza rientra nelle attività della nuova edizione della Scuola d’Estate, il corso di studio e approfondimento residenziale per artisti e artiste della scena teatrale contemporanea, realizzato in collaborazione con partner internazionali come il Piccolo Teatro di Milano, ERT – Fondazione Emilia-Romagna Teatro, LAC Lugano Arte e Cultura e Fabulamundi Playwriting Europe.

Il laboratorio

Alejandro Tantanian

Il laboratorio condotto da Alejandro Tantanian, che si intersecherà con le diverse attività della “Scuola d’estate” del Centro Teatrale Santacristina, ha lo scopo di approfondire il rapporto tra drammaturgia e testo letterario. Nella prima settimana, si lavorerà sulle relazioni intertestuali tra I demoni di Dostoevskij e I sette pazzi di Roberto Arlt, creando nuovi materiali drammaturgici. A partire dalla seconda settimana, un gruppo di attori e attrici italiani contribuiranno alla creazione del lavoro drammaturgico, dando voce ai materiali nel corso del processo.
Il workshop si terrà in residenza presso il Centro Teatrale Santacristina, dal 27 giugno al 16 luglio incluso. Il workshop sarà tenuto in spagnolo/italiano/inglese. La partecipazione è gratuita, la frequenza obbligatoria nelle tre settimane, e vitto e alloggio saranno forniti dal Centro Teatrale Santacristina.

Alejandro Tantanian – insieme a nomi più conosciuti in Italia, come Rafael Spregelburd, caro al teatro di Ronconi – ha contribuito in modo significativo a definire le linee del nuovo teatro argentino. Fino al 2019 è stato direttore del Teatro Nacional Cervantes di Buenos Aires. I suoi testi sono tradotti in italiano, inglese, francese, tedesco, portoghese. Ha partecipato a più di sessanta festival internazionali ed è stato insignito di numerosi premi nazionali.
Il suo rapporto con le arti sceniche si è costruito nella prospettiva dell’avanguardia e della sperimentazione. Ha fatto parte del gruppo Caraja-ji e di El Periférico de Objetos, tra i gruppi teatrali più originali e radicali della scena a livello internazionale. Nel 2010 ha fondato Panorama Sur, piattaforma di formazione e scambio per artisti con sede nella città di Buenos Aires, che ha diretto fino al 2019. Nel 2015 e nel 2016 ha curato il ciclo El borde de sí mismo: ensayos entre el teatro y las artes visuales presso il Museo de Arte Moderno di Buenos Aires.

Il bando di selezione per autori e autrici

Per partecipare alla selezione, gli autori/autrici sono invitati a inviare la domanda collegata al bando, allegando il proprio curriculum, una lettera di motivazione e un testo a scelta tra la propria produzione recente, entro il 20 maggio 2022 alla mail: info@ctsantacristina.it
La selezione, per un massimo di 6 partecipanti, verrà effettuata entro il 5 giugno. I partecipanti dovranno iniziare il lavoro avendo già letto i due romanzi sopracitati.

LINK Il bando.

Il contesto e le attività al Centro Teatrale Santacristina

Nel corso dell’anno il Centro Teatrale Santacristina è impegnato in una rosa di attività dedicate al teatro contemporaneo e in particolare di quello che si è sviluppato intorno alla figura di Luca Ronconi (1933-2015), del quale Santacristina tutela gli archivi e ne assicura la valorizzazione insieme all’ASAC de La Biennale di Venezia. Residenze di formazione, convegni, seminari, mostre, pubblicazioni, la gestione e l’arricchimento costante dell’archivio Ronconi e dell’archivio digitale, così come la realizzazione di interviste e film documentari sono le diverse espressioni della vitalità di Santacristina e dell’eredità del suo fondatore.
Quest’anno la Scuola estiva vivrà negli spazi di Santacristina e sosterrà inoltre la ricerca su due progetti teatrali in corso: il nuovo progetto co-firmato dai registi Andrea De Rosa e Carmelo Rifici dedicato alla figura di Galileo, prodotto da LAC Lugano Arte e Cultura e Teatro Piemonte Europa, e la preparazione del Calderon con la regia di Fabio Condemi prodotto da ERT – Fondazione Emilia-Romagna Teatro, in continuità con la Scuola d’Estate dello scorso anno. Questa doppia agenda professionale di spettacoli in prova abbraccerà l’attività della scuola per tutta la sua durata, dando vita a occasioni di scambio e confronto quotidiano tra i diversi artisti coinvolti. Oltre a questa rete di relazioni è prevista una giornata seminariale con ospiti esterni curata da Giovanni Agosti, Oliviero Ponte di Pino e Carmelo Rifici che verterà sul rapporto tra repertorio teatrale e nuova drammaturgia.

IL LINK Il sito del Centro Teatrale Santacristina.




Tag: CentroTeatraleSantacristina (6)