Nuovo teatro vecchie istituzioni

Castiglioncello, 30 novembre-1° dicembre

Pubblicato il 14/11/2002 / di / ateatro n. 045 / 0 commenti /
Share

NUOVO TEATRO VECCHIE ISTITUZIONI:
IL PROGRAMMA
Castiglioncello, Castello Pasquini, 30 novembre-1° dicembre

Per dare un minimo di ordine alle quattro sessioni dell’incontro “Nuovo teatro vecchie istituzioni” di Castiglioncello (30 novembre-1° dicembre) sono stati proposti altrettanti “gestori del tempo”. Prima dell’incontro i “gestori del tempo” avranno il compito di contattare i relatori e raccogliere eventuali altre adesioni (tenete che verranno prese in considerazione unicamente proposte concrete, il lamento e l’autoincensamento verranno scoraggiati…).
Durante l’incontro i “gestori del tempo” avranno il compito di – introdurre le varie sessioni; – coordinare gli interventi e contenerli entro i limiti di tempo prefissati; – ove possibile, tirare qualche (provvisoria) conclusione.

IL PROGRAMMA

Sabato 30 novembre

Ore 15,00
Saluti autorità e introduzione Massimo Paganelli

Ore 15,30-16,15
LEGGI E NORMATIVE NAZIONALI E REGIONALI
Massimo Paganelli
gestore del tempo (e-mail paganelli@armunia.it)
Hanno aderito: Fabio Abagnato, Paolo Aniello, Mimma Gallina, Rosanna Rummo

Ore 16,15-17,00

Interventi

Ore 17,00
LA PRODUZIONE E LA CIRCUITAZIONE
I CENTRI, LE COMPAGNIE, I FESTIVAL, I GRUPPI, GLI STABILI E LE NUOVE ESPERIENZE
Armando Punzo
gestore del tempo (e-mail: carteblanche@libero.it)
Hanno aderito: Giorgio Barberio Corsetti, Roberto Castello, Silvia Fanti, Saverio La Ruina, Marco Martinelli, Renzo Martinelli (o Federica Fracassi) in rappresentanza delle compagnie, Officina Zo Catania

Ore 18,00-18,15

Coffee-break

ore 18,15-19,30
Interventi

ore 21,00
Performance e spettacoli nelle sale del castello

Domenica 1° dicembre

Ore 9,30-10,15
OSSERVATORIO DEL NUOVO
L’INDIVIDUAZIONE E LA VALORIZZAZIONE DELLE REALTÀ EMERGENTI
Massimo Marino
gestore del tempo (e-mail: minimoterrestre@libero.it).
Hanno aderito: Antonio Calbi, Marcello Isidori, Renata Molinari, Massimo Munaro, Andrea Nanni, Paolo Ruffini, Cristina Valenti

Ore 10,15-11,00
Interventi

Ore 11,00-11,15 coffee break

Ore 11,15-12,00
L’INFORMAZIONE E LA CULTURA DELLO SPETTACOLO DAL VIVO
Oliviero Ponte di Pino
gestore del tempo (e-mail: olivieropdp@libero.it)
Hanno aderito: Roberta Carlotto, Gianfranco Capitta, Paolo Cicchillitti, Marinella Guatterini, Valeria Ottolenghi

Ore 12,00-12,45
Interventi

Ore 12,45-13,30
Conclusioni (provvisorie)

All’iniziativa di Castiglioncello fino a oggi hanno aderito (e dovrebbero partecipare):

Teatri 90 (Milano)
Kinkaleri (Firenze)
Laminarie (Bologna)
Sistemi Dinamici Altamente Instabili (Roma)
Santa Sangre Lab (Roma)
Gian Maria Tosatti (Tuttoteatro.com – Lifegate.com)
Sacchi di Sabbia (Pisa)
Manifatturae (Torino)
Aldes (Lucca)
Teatro Inverso (Brescia)
OlivieriRavelli Teatro
Fabiomassimo Franceschelli
Isole Comprese Teatro
Teatro del Montevaso
Libera Mente (Napoli)
Animanera (Milano)
Laboratorio Artaud (Padova)
Xear.org – Giacomo Verde, Marco Sodini, Mauro Lupone, Massimo Magrini, Alessandra Giuntoni (Lucca)
Teatri Offesi (Pescara)
Teatro Null (Viterbo)
Entropia (Milano)
Piccola Società Cooperativa Cassiopea (Trieste)
La Fionda Teatro (Milano)
Motoperpetuo (Pavia)
Teatro-no (Padova)
Compagnia dell’Elica (Palermo)
Sergio Longobardi Babbaluck
Katzenmacher
Gianluigi Gherzi
Almarosè – Elena Lolli, Annabella di Costanzo e Manuel Ferreira
Alessandro Garzella – Fondazione Sipario Toscana
Francesca Donnini
Laura De Benedetto
Teatro di Castalia
Cronopius
Adriano Gallina-Teatro Verdi
Anonima Scena
La Baracca (Prato)
Arca Azzurra
Costanza Gaeta
Tiziana Ringressi
Francesco Niccolini
Giuseppe Danesin
Mariella Iannuzzi
Paolo Maier
Leonardo Capuano
Dario Marconcini Teatro di Buti
Marcella Nonni Teatro delle Albe
Giorgio Rossi Sosta Palmizi

Questo elenco è in continuo aggiornamento, altre adesioni stanno arrivando (molte le trovate sui forum di www.ateatro.it)…

L’incontro di Castiglioncello sta iniziando (faticosamente) a prendere una propria fisionomia. Le date sono ormai irreversibili: 30 novembre-1° dicembre nelle sale del Castello Pasquini, grazie alla generosa ospitalità di Armunia (avete segnato le date sull’agenda?).

Abbiamo prodotto un po’ di materiale per iniziare a lavorare & riflettere.
Per cominciare, nel forum NTVI puoi leggere il documento introduttivo e il comunicato stampa. Per favore, fai circolare queste info (è un ordine).
Sempre nel forum, abbiamo iniziato a raccogliere adesioni e materiali su cui iniziare a confrontarci.
I principi sono semplici.
In primo luogo, siamo piccoli e fragili. Le risorse sono scarse. La situazione è molto difficile – e lo diventerà sempre più. Al tempo stesso, lo sappiamo, il nuovo teatro (e in questa sigla vogliamo includere anche la nuova danza e le performance multimediali) rappresenta una grande forza e una grande risorsa. Centinaia di compagnie, migliaia di artisti, tecnici, studiosi, compagni di strada, migliaia e migliaia di spettatori. Decine di luoghi, spazi, festival in tutta Italia. Molti spettacoli belli e importanti, apprezzati (e prodotti) anche all’estero.
Idee, energie, passione, cultura. Culture. Una rete di conoscenze, relazioni, rapporti che copre l’intero territorio nazionale.
Ma siamo anche divisi e dispersi, e dunque ancora più deboli.
Perciò dobbiamo trovare in primo luogo forme di auto-organizzazione per utilizzare nella maniera migliore le risorse (umane, artistiche, progettuali, economiche) di cui disponiamo. Solo così potremo essere più credibili nel confronti del sistema teatrale, dei media, delle istituzioni.
Per cominciare, è disponibile on-line una prima provvisoria versione del Censimento del nuovo teatro. Prova a vedere se ci sei, e manda correzioni e suggerimenti – se ci vuoi essere 😉 se non ci vuoi essere 🙁
In ogni caso, puoi venire a Castiglioncello e vedere se ti ci ritrovi – e dire naturalmente la tua.
 
Ma sappi che a Castiglioncello due cose sono assolutamente vietate:
– in primo luogo è proibito spiegare quanto sei bravo e quante belle cose hai fatto (già lo sappiamo, siamo tutti bravi e buoni, a volte geniali);
– inoltre non verranno ascoltate lamentele sui torti che hai subito (è vero, il mondo è cattivo, molto cattivo, ma se cominciamo così non la finiamo più, perché i torti sono moltissimi ma la nostra pazienza pare infinita… In ogni caso c’è il Forum sul teatro di guerra, che elenca torti e ragioni).
L’unica alternativa lecita è fare proposte concrete, buttare idee sul piatto, offrire risorse da condividere, inventare alleanze… E poi trovare qualcuno che possa dare ascolto a qualche nostra richiesta o esigenza – e rompergli le scatole, sfinirlo, esasperarlo, tutti insieme.
Proprio per definire alcune proposte concrete abbiamo pensato di dividere il (poco) tempo a disposizione in quattro sessioni, ciascuna con un coordinatore e alcuni relatori. Per la precisione:
– informazione e cultura dello spettacolo dal vivo;
– osservatorio del nuovo (individuazione e valorizzazione delle realtà emergenti);
– produzione, ospitalità, distribuzione e circuitazione degli spettacoli;
– leggi e normative nazionali e regionali.
Questo è solo un primo schema, il dibattito è aperto. Se un’idea folle ti toglie il sonno, se sei riuscito a trovare il bandolo della matassa, se hai un piano, puoi usare il forum, oppure parlare con uno dei relatori del convegno oppure (meglio) venire a raccontarci tutto (in 5 minuti massimo, per dire un paio di cose intelligenti bastano e avanzano) a Castiglioncello. Se la proposta è abbastanza furiosa, ti verremo dietro.

Redazione_ateatro

Share



Tag: #Nuovoteatrovecchieistituzioni (6)


Scrivi un commento