Le vergini giurate, ovvero come e perché diventare uomini

Al Teatro della Cooperativa di Milano

Pubblicato il 30/12/2011 / di / ateatro n. 127 / 0 commenti /
Share

Carissimi per una volta sono io a invitarvi!

Vi aspetto al Teatro della Cooperativa con Diventare uomo, un reading tratto da un reportage che ho realizzato in Albania sulle vergini giurate. Donne che hanno deciso di diventare uomini per ottenere diritti ereditari e dignità sociale. Io sarò perfino in scena (aiuto!) nei panni di me stessa, ovvero della giornalista che ha realizzato il reportage e l’intervista a Paskha, una donna di sessantasei anni che a ventotto anni ha deciso di diventare un uomo.

Voci di donne di oggi, che sembrano non appartenere al nostro mondo anche se abitano dietro casa nostra, figure femminili che fanno riflettere: “Qual è la differenza tra loro e noi, donne emancipate dal femminismo? Certo,qui i diritti ereditari non sono un problema, ma sul fronte ruoli e dignità, se non siamo madri, sorelle, o spose (di dio o di un uomo), quali abiti possiamo indossare per poter > essere rispettate e amate?”
Sul palco, per mia e vostra fortuna, ci sono due attrici vere: Lucia Vasini e Emanuela Villagrossi, al pianoforte Gaetano Liguori e sullo schermo le meravigliose foto di Alex Majoli, reporter della Magnum. Il tutto dura meno di un’ora (ingresso 16 euro, riduzioni con il coupon del “Vivimilano” del “Corriere della Sera”).

Vi allego la scaletta cosi vi fate un’idea e potete far girare la voce!
Abbiamo bisogno di pubblico perché siamo a incasso, e proponendo un argomento non semplicissimo in un teatro un po’ decentrato rischiamo tantissimo!!!

SCALETTA DELLA SERATA

L’idea è di passare dall’immaginario al reale. La realtà è rappresentata dalla giornalista Livia Grossi, silenzioso testimone che, al suo tavolo, prende appunti mentre i ricordi riaffiorano alla sua mente: racconti verbali, musicali e fotografici che al suo fianco prendono corpo.
La prima parte dà voce attraverso la lettura scenica di Lucia Vasini e Emanuela Villagrossi ad alcune pagine del romanzo di Laura Facchi “Il megafono di Dio” e della sceneggiatura, “La neve rossa”, tratta dal romanzo stesso, di Laura Facchi e Maria Arena. Una storia inventata ma verosimile sulla vita di una di queste vergini giurate.
Segue il video con le foto di donne-uomo scattate da Alex Majoli, accompagnate dalle musiche composte ed eseguite al pianoforte da Gaetano Liguori. Sullo schermo, in alternanza con le foto, le risposte scritte di alcune donne albanesi interpellate oggi sulla differenza tra uomo e donna nel loro paese.

La realtà irrompe con il reportage: l’intervista di Livia Grossi realizzata nel 2005 a Pashka (qui, in abiti maschili, Emanuela Villagrossi).
Un cappello introduttivo letto dalla giornalista introduce il dialogo- intervista, segue un botta e risposta duro e spiazzante. Chiude un breve epilogo in cui si riflette sull’identità femminile nel nostro paese.

Livia_Grossi

2011-12-30T00:00:00

Share



Tag: donne (2)


Scrivi un commento