Riapre il Teatro Na Dubrovka, torna in scena Nord Ovest

A pochi mesi dalla strage nella sala di Mosca

Pubblicato il 14/02/2003 / di / ateatro n. 049

“Una battuta ricorrente tra di noi era: ‘conservate il biglietto, così, la prossima volta, potrete vedere lo spettacolo fino alla fine’”, ricorda Georgij Vassilev, produttore e regista di Nord Ovest
Il teatro di Mosca dove il 25 ottobre 2002 si è consumata la strage di sequestratori ceceni e di ostaggi ha riaperto i battenti, tra imponenti misure di sicurezza. Qualcosa è cambiato (le poltrone e la moquette della platea sono blu, la buca dell’orchestra è più vicina alla prima fila), ma lo spettacolo resta lo stesso, il musical Est Ovest. Per il produttore e regista, lo spettacolo doveva tornare in scena. Anche se il primo nome sulla targa che ringrazia coloro che hanno aiutato a riaprire il teatro è quello di Vladimir Putin, i fondi per la riapertura sono arrivati per l’ottanta per cento dai privati e solo per il venti per cento dallo stato.
“Sono contento di tornare sul palcoscenico”, ha dichiarato Andreij Bogdanov, attore ed ex ostaggio, “ma c’’è come un retrogusto di ricordi che tornano spontaneamente. Su una delle passerelle sulla scena c’’è un foto di proiettile che non abbiamo potuto riparare”.

Redazione_ateatro




Tag: NaDubrovkaTeatro (2), terrorismo (2)


Scrivi un commento