Quattro conversazioni sullo spettacolo dal vivo nel mondo digitale | A cosa serve il teatro?

Le risposte di Stefano Boeri, Micaela Casalboni, Romeo Castellucci, Daniele del Pozzo, Rita Monticelli, Roberta Paltrinieri, Virgilio Sieni

Pubblicato il 26/10/2021 / di / ateatro n. 180

Un progetto di Oliviero Ponte di Pino con Ateatro

L’Associazione Culturale Ateatro riparte con A cosa serve il teatro?, un ciclo di conversazioni libere e aperte in cui una personalità attiva in un campo diverso dal teatro si confronta con una personalità del mondo del teatro.
I dialoghi, condotti da Oliviero Ponte di Pino, riflettono sulla necessità dello spettacolo dal vivo, oggi. Nell’attuale scenario culturale e mediatico, invaso dalle tecnologie di riproduzione della realtà, il teatro rischia di apparire un residuo sempre più marginale del passato. Ma il teatro si può reinventare e continua a reinventarsi, a partire dalla tradizione – o meglio dalla pluralità delle sue tradizioni – e delle sue pratiche, mettendosi a confronto con la realtà contemporanea. Tra gli ospiti degli incontri precedenti (tutti disponibili su youtube), Gherardo Colombo con Alessandro Bergonzoni (Giustizia e teatro), Romano Màdera con Marco Baliani (Filosofia e teatro), Telmo Pievani con Marco Paolini (Scienza e teatro), Carlotta Sami con Carla Peirolero e Bintou Ouattara (Diritti umani e teatro).
Si ricomincia giovedì 4 novembre 2021 a partire dalle ore 15.30 al DAMSLab – Dipartimento delle Arti – Università di Bologna con un doppio appuntamento in cui il teatro è chiamato confrontarsi con l’individuo e la collettività, per la costruzione dell’identità personale da un lato e quella della coesione sociale dall’altro: alle ore 15.30 Società e teatro con Roberta Paltrinieri (sociologa e direttrice scientifica del DAMSLab) in dialogo con Micaela Casalboni del Teatro dell’Argine.
Si prosegue poi alle 17.00 con Identità e teatro: Rita Monticelli (storica della cultura) in dialogo con Daniele Del Pozzo (Gender Bender).
Domenica 14 novembre a partire dalle ore 18.00 a Milano in Triennale con Città e teatro, Stefano Boeri (architetto e urbanista, presidente di Triennale Milano) incontra Romeo Castellucci, al termine della replica del suo spettacolo Bros.
Nella serata di domenica 28 novembre a Modena, nell’ambito di Periferico Festival con Artigianato e teatro, un falegname del Villaggio Artigiano di Modena Ovest in dialogo con Virgilio Sieni al termine della sua performance Di fronte agli occhi degli altri, alle 21.30 circa.

4 novembre, dalle 15.30 | DAMSLab Dipartimento delle Arti – Università di Bologna
In collaborazione con DAMSLab, Bologna
15.30-16.45
Società e teatro
Roberta Paltrinieri (sociologa e direttrice scientifica del DAMSLab) con Micaela Casalboni (Teatro dell’Argine)

17.00-18.15
Identità e teatro
Rita Monticelli (storica della cultura) con Daniele Del Pozzo (Gender Bender)

14 novembre, ore 18.00 | Triennale Teatro, Milano
Città e teatro
In collaborazione con Triennale Milano
Stefano Boeri (architetto e urbanista, Presidente di Triennale Milano) con Romeo Castellucci

28 novembre, ore 21.30 | Periferico Festival, Modena

OvestLab, via Nicolò Biondo 86, Modena
Artigianato e teatro
In collaborazione con Associazione Amigdala
Un falegname del Villaggio Artigiano di Modena Ovest con Virgilio Sieni

Per approfondimenti e informazioni
www.ateatro.it
segreteria@ateatro.org

Un progetto di Associazione Culturale Ateatro

 

Con il sostegno di

 

 

 

Con il contributo di




Tag: BoeriStefano (5), Gender Bender (2), Romeo Castellucci (24), Teatro dell'Argine (21), Virgilio Sieni (9)