#BP2021 Inneschi (Industria Scenica, Vimodrone)

Oltre la città | Cultura Territori Comunità

Pubblicato il 19/03/2021 / di / ateatro n. #BP2021 , 175 , Le Buone Pratiche della Ripartenza

Il link: La giornata del 22 marzo 2021 con con tutte le Buone Pratiche.

Inneschi è un progetto di Industria Scenica da realizzare in partnership con il Comune di Vimodrone, sostenuto dalla Fondazione Comunità Milano.
L’obiettivo generale del progetto è quello di portare il cittadino al centro dell’attività culturale della propria città promuovendo la produzione culturale come responsabilità condivisa , dando strumenti e suggerendo percorsi per riscoprirne i valori profondi. La condivisione di esperienze attraverso la rigenerazione dei luoghi e la riscoperta delle storie della città saranno uno strumento prezioso per uscire dall’isolamento e muovere il singolo cittadino verso un nuovo modo di leggere la realtà in un’ottica di arricchimento reciproco. Il progetto vuole inoltre incidere positivamente sullo sviluppo socio-economico del territorio.
Il progetto si propone di realizzare azioni che favoriscano l’inclusione delle diverse fasce della popolazione, l’integrazione delle diverse competenze esistenti in città e la coesione sociale della Comunità, messa a dura prova durante e dopo Covid-19.

Industria Scenica: lo spazio

In questa direzione ci proponiamo di raggiungere i seguenti obiettivi:
– rafforzare i legami sociali nella periferia di Milano;
– portare il cittadino al centro dell’attività culturale della propria città;
– riscrivere la storia della città a partire dalla condivisione delle esperienze e
vissuti dei singoli cittadini;
– conoscere e mappare i luoghi di valore di Vimodrone con l’obiettivo di definire
e raccontare l’identità territoriale della città;
– individuare/mappare/valorizzare presidi culturali e di socialità diffusi nella città;
– valorizzare le risorse culturali del patrimonio storico-architettonico-ambientale
di Vimodrone;
– favorire il rapporto di orizzontalità tra cittadini e Istituzione.

Durante il progetto verranno realizzate le seguenti azioni:
1. Luoghi d’Artista: individuazione e abbellimento dei presidi culturali della Città attraverso un processo che vede i cittadini protagonisti nella scelta e nella realizzazione delle opere (l’Istituto Scolastico Comprensivo di Vimodrone, l’Everest – Spazio alla Cultura, la Biblioteca Comunale “Lea
Garofalo”, la Cascina Tre Fontanili).
2. Storie di Comunità: raccolta dei vissuti, esperienze e competenze dei cittadini attraverso bancarelle performative, interviste video e audio, raccolta diaristica. I contenuti raccolti verranno elaborati e diffusi nella città sotto forma di graffiti (az.1), installazioni, documentari, attività performative e artistiche, come ad esempio la biblioteca vivente e i libri d’artista.
3. Festival della Poesia Sociale: occasione di incontro e momento di festa nei mesi estivi per condividere con i cittadini i prodotti culturali realizzati a partire dalle esperienze pregresse. È previsto il coinvolgimento del network associativo del territorio nell’organizzazione e nella produzione dell’evento. Durante il festival sarà possibile fruire di spettacoli, concerti, installazioni e visite teatralizzate. È previsto inoltre un confronto sul tema Arte Pubblica.
4. Campagna di Comunicazione Partecipata: il progetto prevede la sperimentazione di strategie per sviluppare narrative e linguaggi che mettano al centro i cittadini. Verranno utilizzati gli strumenti tradizionali della comunicazione (affissioni, cartoline, social network), ma i protagonisti e i temi espressi riguardano il progetto e la città (in continuità con le esperienze di comunicazione promosse da Industria Scenica negli ultimi anni).
5. Una Vetrina per Vimodrone: allestimento di una vetrina-museo dedicata alla memoria e all’identità della Città. Il luogo, vecchio negozio della città, si trasforma in spazio per condividere fotografie, memorie, ricette e racconti del passato e del presente. Sarà possibile trovare vecchie mappe della città, conoscere le trasformazioni architettoniche e scoprire le fotografie dei cittadini. Sono previste inoltre la realizzazione di attività live, installazioni e radio locale.
Il progetto ha la durata di 2 anni con partenza luglio 2020.




Tag: Oltrelacittà (34)