BP2010 Progetto Cambio Palco!

Aggiornamenti e novità

Pubblicato il 28/02/2009 / di / ateatro n. #BP2010 , 125 / 0 commenti /
Share

Dove eravamo rimasti…
Il progetto Cambio Palco! nasce nel 2007 da un’idea della nostra compagnia, AmniO, per trovare una risposta alle esigenze di visibilità di tutte quelle realtà teatrali prive di accesso ai circuiti distributivi ufficiali su scala regionale e nazionale; un tentativo di smettere di piangersi addosso e organizzarsi attivamente. Originariamente il progetto mirava alla costruzione di una rete distributiva sperimentale che non avesse filtri qualitativi e che potesse reggersi sulla logica dello scambio dei luoghi di rappresentazione delle diverse realtà – da qui il nome Cambio Palco!
Attorno al progetto si sono raccolte una ventina di compagnie provenienti da tutta Italia che si sono incontrate una prima volta per una giornata di lavoro e confronto con esperti del settore (Maurizia Settembri, Teresa Bettarini), ed in seguito per una rassegna estiva presso Officina Giovani (Prato, 3-4-5 luglio 2008) che potesse consentire non solo una prima occasione di visibilità ma soprattutto la possibilità di presentarci artisticamente e di discutere ancora insieme sulla direzione da dare al progetto.
Sulla base di quanto emerso da questi primi incontri l’idea originaria di creare un altro circuito alternativo è stata abbandonata, sia perché molte compagnie interessate non avevano uno spazio a disposizione e sarebbero state tagliate fuori, sia perché confrontandoci con altre esperienze già attive (Libero Circuito, Teatronet) abbiamo riflettuto sul rischio di moltiplicare i circuiti indipendenti esistenti finendo per causare una dispersione delle forze. È stato invece unanimemente riconosciuto come punto originale e qualificante del progetto proprio la capacità di apertura dimostrata dalle compagnie in controtendenza con le chiusure che spesso portano le realtà giovani a riconoscersi come “nemiche” nella guerra per i pochi spazi e le poche risorse a loro destinate.
Sulla base di queste osservazioni, nei mesi successivi abbiamo cercato di elaborare un percorso possibile per Cambio Palco! che rispondesse a quanto emerso dal confronto con gli altri. Dopo una giornata di lavoro a febbraio 2009, tuttavia, la realizzazione del “nuovo” Cambio Palco! è stata sospesa perché ci è stata offerta un’occasione che ha temporaneamente assorbito ogni energia disponibile. L’amministrazione comunale del paese dove la nostra associazione è nata e opera da anni, Agliana (PT), ha completato nel 2009 i lavori di recupero del teatro cittadino e ha deciso di affidare la gestione dello spazio e la programmazione della stagione ad una realtà che conosce il territorio e può lavorare per rendere il teatro un luogo di incontro e scambio, vivo, aperto. Ci è stata quindi offerta la possibilità di diventare compagnia residente presso il nuovo Teatro Moderno di Agliana e di occuparci della gestione; la direzione artistica dello spazio è affidata a David Spagnesi, drammaturgo di AmniO.

E adesso?
Questa nuova situazione, tuttavia, non fa venire meno il nostro interesse per Cambio Palco!: anzi, crediamo che possa diventare una risorsa per rilanciare il progetto. Con queste premesse, abbiamo intenzione di tornare a lavorare per Cambio Palco! con un nuovo progetto che tenga conto di quanto emerso dal lavoro 2009 con le altre compagnie aderenti, e che comprende:
• Il manifesto del progetto “Storte sillabe e secche”, summa di quel che riteniamo lo spirito fondante il nostro impegno artistico e al quale chiediamo l’adesione di ogni compagnia che vorrà prendere parte al progetto.
• L’organizzazione di una settimana di workshop e seminari presso il Teatro Moderno di Agliana durante l’estate 2010. Gli workshop saranno gratuiti, tenuti dai rappresentanti di ogni compagnia aderente e rivolti ai membri delle compagnie stesse. Ogni compagnia proporrà uno o più laboratori di cui assumerà la conduzione e che avrà la caratteristica principale della trasmissione di informazioni, conoscenze, esperienze. Naturalmente si tratterà di seminari di breve durata (uno, due giorni al massimo) e il cui taglio dovrà essere calibrato in relazione ai tempi e agli spazi. Ciascuna realtà aderente avrà così l’occasione di imparare da tutti gli altri e di dare il proprio contributo concreto. Non ci saranno limiti settoriali né dal punto di vista delle specificità teatrali (teatro di parola, di figura, teatro danza, ecc.) né dal punto di vista degli ambiti tecnici (scenotecnica, distribuzione, amministrazione, illuminotecnica, suoni, ecc.). L’unico criterio che determinerà la realizzazione dei diversi workshop sarà il numero di iscritti che dovrà pervenire entro quindici giorni dall’inizio della settimana di lavori per permettere l’organizzazione di tempi e spazi.
• La creazione di uno spettacolo collettivo, realizzato da tutti gli aderenti al progetto: proponiamo di raccontare una storia articolata in blocchi narrativi ciascuna delle quali sarà realizzata autonomamente dalle compagnie Uno spettacolo che permetta di esprimersi secondo le dimensioni artistiche di ciascuno ma che goda della fantasmagoria di colori propria di una così variegata comunità artistica.
• In rete con la rete: naturalmente pensare di promuovere un simile progetto con le modalità consuete per uno spettacolo teatrale sarebbe velleitario e mastodontico. Per questo abbiamo pensato di sfruttare le potenzialità di internet. Sarà attraverso la rete virtuale che riusciremo a rendere effettiva la rete di compagnie che entreranno a far parte del progetto. Lo spettacolo andrà in scena in contemporanea in tutti i luoghi in cui si esibiscono le compagnie. Ogni singola compagnia, metterà in scena il proprio segmento nel proprio spazio teatrale e poi, attraverso la rete, su un grande schermo, sarà visibile per il pubblico in sala il resto dello spettacolo che sta andando in scena live in tutti gli altri teatri. Questo per cominciare. Se l’esperimento funzionerà, i passi successivi potranno far diventare il portale dello spettacolo un vero e proprio portale di Cambio Palco!, in cui ogni sera si potranno vedere in diretta gli spettacoli delle compagnie aderenti mentre sono in scena in tutta Italia. Niente sostituisce la visione di uno spettacolo in teatro, naturalmente. Il portale di Cambio Palco! avrà la funzione di far conoscere i nostri spettacoli a un numero enorme di potenziali spettatori teatrali e permetterci di promuovere ogni singola compagnia e ogni spettacolo fra gli utenti di internet. Poi, quando ci saranno le condizioni sia artistiche che organizzative potremo realizzare l’intero spettacolo in un unico spazio teatrale.

AmniO

2010-02-09T00:00:00

Share



Tag: BPproduzione (18), BPrete (21), BPspazi (34)


Scrivi un commento