BP2012 Etre… ovvero di come fare network dia come frutti più della somma delle parti che lo compongono

Pubblicato il 21/02/2012 / di / ateatro n. #BP2012 , 138 / 0 commenti /
Share

Negli ultimi 3 anni ETRE, da soggetto collante delle residenze lombarde nate grazie ad un bando di finanziamento di Fondazione Cariplo, è diventato soggetto politico e culturale rappresentativo di una parte significativa della produzione teatrale lombarda e di una pratica, quella del fare residenza, precedentemente distante dalle consuetudini regionali. La continua spinta verso l’innovazione, verso una dinamica d’azione internazionale ed europea, il continuo confronto su tematiche e linguaggi, l’attenzione al contesto politico/sociale regionale e nazionale, ha permesso alle compagnie di residenza di sviluppare pratiche di produzione e organizzazione innovative sia a livello individuale che a livello di network. Al suo quarto anno di vita si può dire che oggi in Lombardia esiste una rete di residenze, una circuitazione tra residenze, una capacità di progettazione comune tra residenze, un livello di azione politica condiviso che spinge verso il riconoscimento del sistema delle residenze. Ultimo esempio di questa interazione virtuosa il Festival Luoghi Comuni 2012, che si terrà a Bergamo dall’1 al 4 settembre, e che vedrà la presenza di oltre 100 operatori da tutta Europa.
Être è un’’associazione che raggruppa formalmente le ventidue Residenze teatrali lombarde vincitrici del bando Progetto Être –- esperienze teatrali di residenza di Fondazione Cariplo.
Le Compagnie di produzione associate in Être praticano esperienze di “residenza teatrale” secondo modelli diversi, ma tutte in forte connessione con il territorio sul quale si collocano e con il quale collaborano. Comune a tutte è l’intento di sviluppare una politica coerente di rete e di insediamento sul territorio, favorire la crescita professionale sul piano artistico e organizzativo con particolare attenzione ai nuovi linguaggi del teatro contemporaneo, qualificare i processi di produzione e sostenere il ricambio generazionale.
Questa dinamica e la frequentazione di importanti festival in Italia e all’estero ha consentito alle singole compagnie di residenza una crescita in termini di qualità artistica delle produzioni e di capacità di innovazione e trasformazione dei linguaggi.
L’essere network ha inoltre permesso alle residenze lombarde di stabilire una relazione dialettica con l’ente Regione, con il quale nel 2011 abbiamo avviato un iter legislativo per la definizione di una legge regionale in materia di residenze teatrali e che, sempre nel 2011, ha deliberato un sostegno economico significativo alle progettualità internazionali dell’associazione.
Nella praxis l’associazione favorisce l’incontro e lo scambio di esperienze e competenze, offre servizi tecnici e di coordinamento, pratica forme di rappresentanza politico-culturale, tutela il lavoro artistico, persegue il miglioramento qualitativo e organizzativo dei soci e ne promuove l’attività e l’immagine a livello regionale, nazionale e internazionale.

L’essenza di Être è dunque la capacità di creare connessione. Di favorire la circolazione di idee e di esperienze. Per questo motivo abbiamo adottato come claim per il festival Luoghi Comuni 2012 let’s keep in touch. Il “teniamoci in contatto” del claim sintetizza gli obiettivi, le modalità e lo spirito dell’associazione.
Quando nel titolo del nostro intervento asseriamo che il network è più della somma delle parti che lo compongono, è questo che intendiamo. Fuor di retorica, questa pratica di condivisione e confronto quotidiano, che pratichiamo su un piano politico territoriale, su un piano comunicativo e informativo, su un piano artistico e su quello della formazione, e su un piano progettuale internazionale, è l’unicum di Etre in questo momento.
Luoghi Comuni Festival, che si terrà a Bergamo tra l’1 ed il 4 marzo 2012, è strutturato come un modello esemplificativo del lavoro delle residenze sui territori e dell’azione di networking dell’ Associazione Etre. Luoghi Comuni 2012 non è semplicemente una vetrina delle produzioni nate delle residenze teatrali. Il festival focalizza la sua attenzione sulla capacità delle singole residenze e dell’associazione più in generale di creare relazione e di co-progettare in ambito nazionale ed internazionale.
L’edizione 2012 di Luoghi Comuni Festival ha un programma articolato su sei spazi, fra luoghi di spettacolo e luoghi deputati ad incontri e meeting fra professionisti delle arti dal vivo. Saranno 24 le compagnie presenti con 24 spettacoli presentati per un totale di 46 repliche (in quattro giorni) in uno schema il cui ritmo e la cui organizzazione ricalca quella di un fringe festival: la disponibilità degli spazi performativi è stata suddivisa in slot di quattro ore ciascuno per assicurarsi i quali le compagnie hanno investito risorse proprie.
Oltre agli spettacoli delle compagnie che costituiscono le residenze del progetto Etre, saranno presenti e presenteranno i propri lavori alcune tra le compagnie partner internazionali dell’Associazione Etre: Galata Perform (Turchia), Sin Culture Center (Ungheria), Scottish Dance Theatre (Regno Unito).

L’altro asse centrale della programmazione sarà composto da incontri e meeting fra operatori culturali che alterneranno temi specificatamente dedicati ad addetti ai lavori a temi dal taglio più universale. In particolare saranno presenti oltre 100 operatori da tutta Europa, per confrontarsi ed elaborare nuove strategie di collaborazione e condivisione artistica.

Michele_Losi

2012-02-21T00:00:00

Share



Tag: Etre (29), FondazioneCariplo (5), Residenze (40)


Scrivi un commento