#IETMBergamo: IV tappa // Kilowatt Festival

Report di Davide D'Antonio

Pubblicato il 01/08/2014 / di / ateatro n. 150 / 0 commenti /
Share

23 Luglio, IETM @KilowattFestival

Nella vivace cornice del Festival Kilowatt presso il Palazzo delle Laudi di San Sepolcro incontriamo un numeroso gruppo di operatori tra artisti, organizzatori, giornalisti e direttori. Da subito diamo un assaggio di IETM proponendo uno Speed dating per far conoscere i partecipanti.

IMG_2267Procediamo con una intervista al Direttore del Festival Luca Ricci. Vorremmo capire da lui come un Festival ed una compagnia di medie dimensioni si relazionano al panorama internazionale. Le risposte alle domande incalzanti ci fanno capire che in Italia non esiste una programmazione precisa sostenuta dalle istituzioni ma solo la volontà dei singoli di porsi su un nuovo mercato internazionale con grandi sforzi anche economici e non sempre efficaci. Altri operatori intervengono raccontandoci delle difficoltà di accesso alle informazioni per i bandi in Europa. La discussione prosegue con la puntualizzazione dei più esperti operatori che sottolineano , comunque, che quando ci sono le competenze per recuperare le informazioni frammentarie e stendere i bandi non c’è alcuna assistenza per indirizzarli correttamente alla comunità europea come invece succede negli altri paesi europei.

Si evidenziano, quindi, due problematiche: da una parte la difficoltà di trovare partner affidabili per il progetto dall’altra quella di fare lobby – in senso positivo- per migliorare la probabilità di successo dei bandi.
A questo punto non possiamo non presentare IETM che da sempre si è preoccupato di relazionarsi a queste ed altre problematiche e Laura Valli racconta come Etre ha approciato IETM e quando è nata l’idea di poter organizzare in Italia di nuovo IETM. Non tutti conoscono il network per cui scendiamo nei dettagli sui suoi obiettivi, la struttura, e come verrà organizzato in Italia.

Esponiamo brevemente le tematiche su cui si focalizzerà IETM Bergamo che sarà ospitato nel grande contenitore di EXPO2015: la produzione internazionale, il public development, le residenze artistiche ed i processi di internazionalizzazione delle imprese delle cultura con focus sul capacity building. Sicuramente il primo tema è quello che ha maggiore consenso perché si conviene che la produzione è un elemento del sistema teatrale assai debole e si capisce che c’è grande preoccupazione a seguito dei nuovi decreti ministeriali per cui l’apertura a piattaforme internazionali per coproduzioni internazionali sembrano l’unica via possibile per risolvere un annoso problema italiano.

IMG_2268Un altro tema è caro ai presenti ed è l’aggiornamento degli operatori.
La domanda più complessa la poniamo alla fine. IETM è uno strumento, non è un fine. Chiediamo a tutti che cosa vorrebbero ottenere grazie a IETM. La maggior parte degli operatori è convinta che IETM può essere una leva importante per sensibilizzare il ministero al fine di ragionare anche nei nuovi decreti sui processi di internazionalizzazione: la rigidità dei tempi di presentazione della domanda, la pochezza dei finanziamenti dedicati, la poca diversificazione dei finanziamenti per l’estero rendono i medesimi poco efficaci e non aiutano gli artisti italiani.
La domanda non è semplice e molti operatori ci risponderanno solo alla fine dell’incontro.

Certo, si capito che IETM non è un luogo solo dell’incontro casuale ma una fucina dove possono accadere scintille importanti anche per far accendere processi per il nostro paese, sta a noi decidere cosa.

Davide D’Antonio e Laura Valli

Hanno partecipato a questa tappa:
Giovanni Lo Monaco – Sicilia Queer
Fabio D’Errico – Photo
Luigi Chiarella – Satyrimon
Giulia Menegatti – Tipstheater
Alberto Pagliarino – SCT Centre / Unito
Maurizio Bertolini – SCT Centre / Unito
Lorenzo Marini – Ass. Polis
Luana Cramegna – Zaches Teatro
Simone Mantini – Kanter Strasse
Francesco Manetti – Stabile Mobile
Piero Cherici – Diesis Teatrango
Jacopo Falchi – Bonacreanza
Valeria Castellaneta – Giorgia Nardin + Plants
Caterina Casimi – Laboratori Permanenti / Residenza Sansepolcro
Michele Bandini – Compagnia Bandini / Spazio ZUT
Marco Betti – Compagnia Opera / Ass. Demetra
Andrea Merendelli – Teatro di Anghiari
Fabrizio Trisciani – Straligut / InBox
Andrea Fazzini – Teatro Rebis
Alessandra Cheli – Compagnia Barone / Cheli / Ferrari
Ivana Franceschini – Progetto Artificio Como
Rossella Viti – Verdecoprente Festival
Fabio Biondi – L’Arboreto / Teatro Dimora

 

Share



Tag: IETMBergamo (14), KilowattFestival (10)


Scrivi un commento