Lettera aperta al Presidente della Regione Lazio Nicola ZIngaretti

Il documento di C.Re.S.Co. Lazio: quando arrivano i fondi stanziati per il 2016?

Pubblicato il 22/03/2018 / di / ateatro n. 164 / 0 commenti /
Share

Roma, 22 marzo 2018
Gentile Presidente Zingaretti,
congratulazioni per la vittoria che rinnova la sua presidenza alla Regione Lazio.
Come lei sa bene, il Lazio è un’area dove hanno sede moltissime organizzazioni culturali e tanti artisti. Il nostro settore le riconosce la capacità di aver portato a termine una legge sullo spettacolo dal vivo che si aspettava da anni. Quella legge, però, signor Presidente, non è adeguatamente finanziata, perché, rispetto ad altre regioni, sono pochissime le economie a valere sul Fondo Unico per lo Spettacolo Regionale. Così come non è stato risolto dalla sua giunta l’annoso problema del ritardo dei pagamenti: la Regione Lazio deve ancora liquidare al settore buona parte degli investimenti del 2016.
Lei non ignora il valore della cultura e dello spettacolo nella crescita civile della società. Lo dimostrano gli investimenti straordinari della Regione Lazio sul cinema e i risultati economici e culturali a essi conseguenti.
Ci auguriamo che la stessa convinzione con cui ha agito per il cinema durante il suo primo mandato caratterizzi gli interventi della sua giunta per lo spettacolo dal vivo in questo secondo quinquennio.
Inoltre, auspichiamo che venga nominato un Assessore alla Cultura forte e competente, che conosca il nostro settore nelle sue articolate e complesse ramificazioni, che sappia valorizzare le potenzialità di un mondo diffuso e stratificato e che sappia mettere a sistema l’enorme proposta culturale che il territorio è in grado di produrre, meglio di come è accaduto negli scorsi anni.
Sarebbe un segnale importantissimo, presidente Zingaretti, se lei individuasse una persona con queste competenze. Oppure, un segnale ancora più forte sarebbe che lei stesso mantenesse la delega alla cultura. Un presidente che dice di volersi occupare di arte, bellezza e cultura, che mette questi obiettivi al centro della sua azione politica, che individua nella cultura e nello spettacolo dal vivo un contesto da cui iniziare a ricostruire sarebbe il miglior segnale di fiducia che si possa dare a noi tanti professionisti del settore che ci aspettiamo da lei una ripartenza piena di nuova energia.
In bocca al lupo per il lavoro che la attende.

Seguono firme:
CReSCo Lazio – Coordinamento delle Realtà della Scena Contemporanea
Dominio Pubblico
369 gradi
PAV
Area06 / Short Theatre
20chiavi teatro
Muta Imago
La Bilancia
Triangolo Scaleno / Teatri di Vetro
Teatro Vascello
Progetto Goldstein
Teatro Belli
Teatro Ghione
Accademia degli Artefatti
Compagnia MK
Teatro 7
Attori e Tecnici
Teatro Vittoria
Teatro ArgoStudio
Argot Produzioni
Pierfrancesco Pisani / Infinito
Michela Cescon / Zachar Produzioni
Teatro Manzoni
Teatro Roma
Teatro Golden
E45
Teatro de Servi
Teatro Artigiano
Teatro Studio Uno
Festival Quartieri dell’Arte/ Teatro Stabile delle Arti Medioevali
Compagnia Biancofango
Teatro Null
Margine Operativo / Attraversamenti Multipli
Spellbound Dance Company
Settimo Cielo
Cie Twain
Lucciola
Matuta Teatro
Teatro delle Apparizioni
Compagnia Enzo Cosimi

Share



Tag: Cresco (11)


Scrivi un commento