Il risultato del questionario tra gli spettatori di Fondazione Toscana Spettacolo

Se ne discute a Pistoia il 28 settembre 2021

Pubblicato il 27/09/2021 / di / ateatro n. 179

spettatore professionista e Associazione Culturale Ateatro

in collaborazione con
Fondazione Toscana Spettacolo Onlus

nell’ambito di

Le buone pratiche della ripartenza
I diritti dello spettatore

presentano

Il questionario di Fondazione Toscana Spettacolo

Il parere degli spettatori

Il questionario

Lo Spettatoreprofessionista ovvero Stefano Romagnoli

Attraverso un questionario online, Il Manifesto dei diritti e dei doveri degli spettatori è stato sottoposto ai destinatari della newsletter della Fondazione Toscana Spettacolo nel periodo che va dal 14 luglio al 1° settembre 2021. All’inizio di agosto è stato inoltre diffuso da Murmuris tramite la propria newsletter.

Il questionario era composto da 10 quesiti corrispondenti ai 10 articoli del  Manifesto.

I partecipanti avevano la possibilità di rispondere a ciascun quesito indicando il proprio livello di accordo in una scala da 1 a 5 e la facoltà di aggiungere a corredo di ogni risposta un commento di testo.

Al primo settembre 2021, giorno di chiusura della consultazione, ai 10 quesiti hanno risposto 330 persone provenienti da 9 diverse regioni italiane, la maggior parte delle quali (312, pari al 92%) dalla Toscana.

I risultati 

Le 330 persone che hanno compilato il questionario online hanno espresso un livello di accordo estremamente elevato con i primi 8 articoli del Manifesto

Nei primi 8 quesiti le percentuali delle risposte nelle quali i partecipanti hanno manifestato un livello di accordo con l’articolo corrispondente compreso tra 3 e 5 variano, infatti, a seconda del quesito, tra il 93 e il 98%. Percentuali che risultano comprese tra il 76 e il 94% se per i primi 8 quesiti si considerano solamente . Percentuali che risultano comprese tra il 76 e il 94% se per i primi 8 quesiti si considerano solamente le risposte che esprimono un grado di accordo di 4 o di 5.

Si abbassano lievemente le percentuali per quanto riguarda il nono quesito, corrispondente all’articolo 9 del Manifesto, che fa registrare l’86% di risposte con un grado di accordo compreso tra il 3 e il 5 e il 57%  di riposte con un grado di accordo di 4 e di 5.

Scende ulteriormente il livello di accordo con l’ultimo articolo del Manifesto, corrispondente al decimo quesito del questionario: in questo caso le riposte comprese tra il grado 3 e il grado 5 sono il 75% sul totale, mentre quelle che esprimono un grado di accordo di 4 e di 5 sono pari al 46%.

Le risposte libere 

Una particolare attenzione ai temi sollevati dal Manifesto emerge dal numero e dalla varietà di commenti (facoltativi) che i partecipanti hanno deciso di scrivere per approfondire le risposte sui singoli quesiti.

Sono in tutto 166 gli interventi liberi lasciati da coloro che hanno compilato il questionario.

Il profilo dei partecipanti

Le donne, con una percentuale pari al 69%, rappresentano più dei due terzi dei partecipanti alla consultazione. Per quanto riguarda l’età, l’83% di coloro che anno compilato il questionario ha tra i 46 ed i 75 anni: una percentuale che è frutto della somma dei numeri relativi alle tre fasce d’età 46-55 (22%), 56- 65 (37%) e 66-75 (24%). Elevato il livello d’istruzione dichiarato: il 59% possiede un titolo di studio pari o superiore alla laurea, mentre il 93% ha almeno la licenzia media superiore. Rispetto alle professioni, infine, la categoria più rappresentata risulta essere quella dei pensionati (32%), seguita da quelle degli impiegati/dipendenti pubblici (22%) e degli impiegati/dipendenti del settore privato (17%).

 

I risultati del sondaggio e il Manifesto dei diritti e dei doveri degli spettatori verranno discussi martedì 28 settembre 2021, dalle 15.00 alle 18.30, al Funaro, centro culturale indipendente di Pistoia, nell’ambito dell’incontro Per un manifesto dei diritti e dei doveri degli spettatori.

Diritti e doveri dello spettatore – manifesto DEF

Lo spettatore al centro è un progetto a cura di spettatoreprofessionista e Associazione Culturale Ateatro, in  collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo e Teatro Libero di Palermo, nell’ambito del progetto LE  BUONE PRATICHE DELLA RIPARTENZA con il contributo di Fondazione Cariplo




Tag: audience development (34), BP Ripartenza (6), spettatore (29)