Teatro e editoria: la lezione di Paolo Grassi

Se ne parla il 20 aprile 2022 alle ore 18.00 al Laboratorio Formentini per l'Editoria di Milano

Pubblicato il 10/04/2022 / di / ateatro n. 182

Teatro e editoria: la lezione di Paolo Grassi
20 aprile, h 18.00
Laboratorio Formentini per l’editoria
via Marco Formentini 10, Milano

L'opera da tre soldi di Bertolt Brecht pubblicata da Rosa e Ballo.

L’opera da tre soldi di Bertolt Brecht pubblicata da Rosa e Ballo.

Si terrà il 20 aprile 2022 alle opre 18.00 l’incontro conclusivo del ciclo Sfogliare la scena. L’appuntamento è al Laboratorio Formentini per L’Editoria per Teatro e editoria: la lezione di Paolo Grassi, a cura di Oliviero Ponte di Pino, in collaborazione con ateatro.

Il giovane Paolo Grassi è stato artefice di due progetti editoriali innovativi e di grande respiro: prima con i testi pubblicati negli ultimi mesi della guerra da Rosa e Ballo, il cui archivio è conservato in Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, poi con la collana di teatro Einaudi. Qual è stato l’impatto di quella autentica rivoluzione nell’editoria teatrale italiana dei decenni successivi?

IL LINK DALL’ARCHIVIO DI ATEATRO: Le collezioni teatrali di Rosa e Ballo.

L’evento è su iscrizione. Obbligatoria la prenotazione tramite Eventbrite.

Il ciclo Sfogliare la scena, a cura di Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, fa parte del palinsesto Strehler100 – organizzato dal Piccolo Teatro – e del ciclo di incontri “Strehler” città aperta. Stella Casiraghi, Irene Piazzoni e Oliviero Ponte di Pino raccontano in tre appuntamenti la storia dei grandi e piccoli editori che, dal dopoguerra a oggi, hanno riportato Milano al centro della vita intellettuale del paese, esplorando le connessioni tra carta e scena, con un affondo prospettico sull’editoria teatrale e un ritratto, inedito e privato, di Giorgio Strehler attraverso il suo rapporto coi libri e la carta stampata.

Gli altri appuntamenti

Pagina bianca: l’editoria del dopoguerra a Milano
23 marzo, h 18.00
Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori
via Riccione 8, Milano

1945: Milano è una città da ricostruire. L’eredità di una guerra, però, non si compone soltanto di case e di edifici distrutti, di laterizi e tetti scoperchiati. Ci sono anche le macerie culturali, il dialogo interrotto, sbriciolato o, nella migliore delle ipotesi, sospeso tra editoria e scrittori, i fili da riannodare coi lettori, il fare i conti con le esigenze e l’identità di nuovo pubblico.

A cura di Irene Piazzoni

Strehler lettore
6 aprile, h 17.00
Scuola di Teatro Luca Ronconi
via Giorgio Strehler (già via degli Angioli) 3, Milano

Ammettiamo per ipotesi che il processo della regia avvenga fra due poli: una conoscenza sensoriale di un testo drammatico e quella oggettiva dell’autore che si deve affrontare. Il lavoro procede sempre a tentoni tra questi poli con continui agguati, verifiche, ritocchi, riflessioni… leggere senza fine.

Un viaggio indiscreto fra le letture di un Maestro del ‘900, testimone oculare del suo tempo, nel confronto inedito coi libri, le carte private e le interviste. Ricostruzione di un itinerario sul filo della memoria per scoprire la natura e il fine che Giorgio Strehler attribuiva alla conoscenza. Intervengono gli allievi della Scuola di Teatro e al pianoforte Maurizio Zippoli.

A cura di Stella Casiraghi

#strehler100 @Bolzano29

IL VIDEO della memorabile puntata con con Giulia Lazzarini, Rosalina Neri, Lluis Pasqual, Eduardo Rescigno, Renato Sarti, Giovanni Soresi




Tag: Giorgio Strehler (16), Paolo Grassi (8), PiccoloTeatro (28)