Le competenze e le politiche per lo spettacolo dal vivo delle Città e delle Città metropolitane

Il seminario introduttivo del 14 giugno 2022: diretta streaming dalle 18:00 con Daniele Donati e Marina Caporale

IL LINK
Il seminario è stato trasmesso in diretta streaming sui canali FB e YouTube di Ateatro dalle 18.00 alle 19.30 del 14 giugno 2022.

Un approfondimento necessario: il percorso dell’Osservatorio permanente dello spettacolo dal vivo di Ateatro nel 2022

Il focus dell’incontro di Bologna del 7 febbraio 2022, dedicato alle politiche regionali (Stato e Regioni nella promozione dello spettacolo dal vivo), con gli approfondimenti sulle normative di settore regionali, tra complementarietà, concorrenza e specificità, ha messo in luce le contraddizioni e le molteplici ricchezze dei territori cui la politica spesso fa da specchio, riuscendo in pochi casi a indirizzare e promuoverne processi, in altri a cristallizzarne una fotografia dell’esistente.
Il secondo appuntamento, a Venezia il 2 maggio, si è concentrato sulle politiche indirette per lo spettacolo dal vivo spostando il centro dell’attenzione fuori dalle fonti tradizionali e specificatamente dedicate allo spettacolo dal vivo. 
Nel corso della prima giornata di Bologna, a partire dall’analisi delle leggi, è emerso come i diversi aspetti – come i riconoscimenti, la valorizzazione della creatività emergente e dell’innovazione, le politiche per gli spazi, il sostegno alla circuitazione, la danza, le residenze – incrocino lungo il loro percorso le responsabilità e le potenzialità dei territori delle Città, in molti casi di quelle che oggi ricadono e sono governate dal nuovo soggetto istituzionale della Città metropolitana, che nel corso delle trasformazioni dell’architettura delle istituzioni locali, ha preso il posto delle ex province per alcune realtà (a oggi 14, mentre permangono, per le altre, le Province, modificate anch’esse dalla l. 56/2014, nota come legge Delrio).
Un approfondimento sul nuovo ente di area vasta e le sue funzioni e le relazioni con il livello regionale e nazionale, anche nella prospettiva nuovo futuro assetto legato al Codice dello Spettacolo è oggetto di studio del gruppo di lavoro afferente all’Osservatorio permanente dello Spettacolo sulle politiche culturali dei territori promosso da Ateatro, che ha messo insieme competenze ed esperienze diverse  coinvolgendo le Università di Bologna e di Venezia, operatori teatrali, artisti, compagnie, teatri e residenze. Oggetto dello studio è l’esame degli strumenti a disposizione delle amministrazioni delle grandi città, in particolare di quelle oggi del quadro delle competenze delle città metropolitane per le politiche per la cultura, con particolare attenzione allo spettacolo dal vivo. Pratiche, esperienze e politiche, s’intrecceranno con riflessioni che proveranno a disegnare le prospettive e i cambiamenti connessi con la definizione soprattutto delle funzioni che ciascuno soggetto assumerà a seguito delle relative riforme. 

Il seminario del 14 giugno 2022

Il primo appuntamento del 14 giugno sarà dedicato a un seminario di approfondimento condotto da Daniele Donati e Marina Caporale  che, in dialogo con Costanza Boccardi e Luca Mazzone, illustreranno forma, ruolo e funzioni delle città metropolitane, secondo le disposizioni di cui alla l. 56/2014 e nelle esperienze fin qui condotte.

Daniele Donati

Approvata nella prospettiva di una riforma costituzionale mai avvenuta, la legge disegna questi enti di area vasta delle cui potenzialità ancora si discute, tra tentativi più o meno di successo, fughe in avanti e sostanziale immobilità, grandi aspettative e scarse concretizzazioni. La giornata sarà propedeutica ai successivi appuntamenti che svilupperanno i temi trattati, fino all’evento conclusivo che si terrà nel prossimo autunno e che completerà il percorso avviato con l’osservatorio in vista della riforma del Codice dello Spettacolo.

Daniele Donati è professore di Diritto dei beni e delle attività culturali e di Diritto dell’informazione presso l’Università di Bologna, nonché uno dei tre esperti nazionali nel progetto ANCI/funzione pubblica “Metropoli strategiche” e Presidente del comitato scientifico per la pianificazione strategica metropolitana della città di Bologna.

Marina Caporale

Marina Caporale è docente di Diritto dei Media presso l’Università di Bologna e di Diritto degli Enti Locali presso l’Università di Modena-Reggio Emilia.

Costanza Boccardi e Luca Mazzone coordinano il gruppo di studio sulle Città e le Città metropolitane dell’Osservatorio permanente dello spettacolo dal vivo della Associazione Culturale Ateatro ETS.

IL LINK
I programmi per la cultura nelle 5 grandi città dove si è votato nell’ottobre 2021 (Bologna, Milano, Napoli, Roma, Torino)

IL PODCAST
Città e teatro: Stefano Boeri in dialogo con Romeo Castellucci




Tag: BP Ripartenza (26), ilteatroelacittà (3)