#bp2013 Play Festival 3.0

selezione di spettacoli di Compagnie Under 35 organizzato da Teatro Ringhiera ATIR in collaborazione con Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa

Pubblicato il 02/06/2013 / di / ateatro n. #BP2013_Firenze , 142 / 0 commenti /
Share

“Play Festival 3.0” è una gara che nasce da un’idea di Serena Sinigaglia, direttore artistico di Teatro Ringhiera ATIR, condivisa e sostenuta dalla direzione artistica e organizzativa del Piccolo Teatro di Milano.
“playFestival” si fonda sui seguenti principi:
rete, trasversalità, il giudizio critico, visibilità, fare gruppo.
Nello specifico:

La rete: crediamo da molto al “fare rete”, ben prima di questi periodi di crisi. È indispensabile creare collaborazioni virtuose tra teatri, pubblici e privati, che, pur nelle evidenti differenze d’identità e strutture, riescano a dare vita a progetti che favoriscano l’arte e la sua libera attuazione e fruizione.
La trasversalità: un piccolo teatro, pubblico, di periferia può servire da incubatrice di nuove istanze artistiche, di nuove poetiche, che, una volta rodate, possono arrivare, senza aspettare degli anni o addirittura il magico colpo di fortuna, nel grande teatro del centro cittadino. Vorremmo costruire una nuova strada, che colleghi il centro alle periferie, percorribile da tutti coloro che si dimostrano meritori, una strada antitetica al concetto di “esclusivo”. Concetto che, in una metropoli come Milano e in un sistema come quello teatrale, ai nostri occhi appare solo inutile miopia politica.
Il giudizio critico supra partes: due differenti giurie. Una di critici del web tutti rigorosamente under 35 (stiamo raccogliendo ora le disponibilità e chi fosse interessato può contattarci). L’altra, invece, una novità che “rubiamo o impariamo” dalla tv o da esperienze teatrali importanti come il “kilowatt festival”: il pubblico. Lo spettacolo vincitore sarà stato scelto anche dai cittadini che s’iscriveranno e parteciperanno al festival di selezione del Ringhiera.
La visibilità: intesa come riconoscimento reale del valore di un’opera. Oltre ai problemi legati alla produzione e alla distribuzione, il teatro conosce un altro tipo di problema, particolarissimo. L’amore, la passione, la possibilità di abbattere molti costi, hanno generato negli anni la nascita di molti e molti spettacoli, alcuni dei quali di grande qualità. Il problema degli artisti coinvolti è stato poi quello di farsi conoscere, di trovare palcoscenici importanti disposti ad ospitarli e sostenerli.
Il gruppo: Una particolare attenzione al lavoro di gruppo, alla capacità creativa di un’ensamble giovane di costruirsi non solo la propria arte ma anche il proprio percorso produttivo e promozionale.

Inoltre caratteristiche importanti del progetto sono che possono partecipare al bando spettacoli editi o inediti. Anche qui nessuna esclusiva. La sola richiesta è che siano spettacoli compiuti. Non gareggiano progetti o tappe di lavoro ma opere compiute che non hanno ancora trovato il giusto riconoscimento o la giusta collocazione.

Il “playFestival” funziona così:
Un comitato artistico del Teatro Ringhiera ATIR selezionerà a marzo 2013, 12 spettacoli, fra quelli che avranno fatto pervenire la loro candidatura. Gli spettacoli selezionati saranno quindi presentati al Teatro Ringhiera nell’ambito di “playFestival” dal 13 al 19 maggio 2013. Ogni sera si alterneranno sul palco del Ringhiera due delle compagnie selezionate. La gara sarà giudicata da una Giuria di Critici under 35 e da una Giuria Popolare di spettatori che avranno presentato, nei tempi stabiliti, domanda di partecipazione. Le serate saranno aperte anche al pubblico non votante, saranno promosse e sostenute da ATIR, come evento per la città. Le due giurie decreteranno lo spettacolo vincitore. Lo spettacolo vincitore sarà dunque ospitato al Teatro Studio all’interno della stagione 2013/2014 del Piccolo Teatro di Milano.

Il “playFestival” nel futuro:
Il processo che abbiamo avviato vorrebbe essere la prima tappa di un percorso che si sviluppi negli anni, capace di rivolgersi a tutti gli artisti che, al di là del fattore età, nonostante un costante impegno e un alto valore artistico non riescono a trovare visibilità in un sistema distributivo sempre più chiuso e con teatri stabili non aperti ad un ricambio generazionale. Vogliamo, attraverso il Teatro Ringhiera, creare sempre nuove sinergie con teatri importanti come il Piccolo Teatro, per fare spazio, per dare movimento, per quel sano pluralismo culturale che rende ricco un paese.
È un inizio. Il primo esperimento. Incrociamo le dita e aiutateci a diffondere la voce anche ora il più possibile: il bando per la presentazione di progetti under 35 scade il 15 febbraio, sul sito www.atirteatro.it tutte le informazioni sul bando, e alla mail playfestival@atirteatro.it si possono inoltrare i progetti.

Serena_Sinigaglia_Lorenzo_Carni

2013-06-02T00:00:00

Share



Tag: Atir (9), festival (22), selezione&bandi (17), SinigagliaSerena (7)


Scrivi un commento