Focus AdoleScen[z]a | Lo spettacolo dal vivo per le giovani generazioni | 2. Una mappa

Percorsi teatrali che aiutano a crescere

Pubblicato il 08/11/2022 / di / ateatro n. 190 | Focus AdoleScen[z]a

Nel quadro del Focus AdoleScen[z]a | Percorsi teatrali che aiutano a crescere abbiamo raccolto in questa mappa una serie di esperienze che ci paiono rilevanti, in Italia e all’estero.
Per ulteriori segnalazioni segreteria@ateatro.org.

IL LINK
Il dossier completo, con il percorso, la mappa e i materiali, nella sezione Dossier adolescen[z]a | Lo spettacolo dal vivo per le giovani generazioni.

1. Alcune pratiche teatrali con gli adolescenti su ateatro

Il teatro ragazzi ai tempi del coronavirus

Con gli interventi video di
Beatrice Baruffini (Teatro delle Briciole), Mario Bianchi (Eolo), Anna Fascendini e Michele Losi (Campsirago Teatro), Dario Villa e Boccaperta (Teatro Periferico), Andrea Paolucci (Teatro dell’Argine-Poetico Politico)

Teatro delle Albe: Noboalfabeto. 21 lettere per la non-scuola (2001).

La non-scuola del Teatro delle Albe al castello Sforzesco

Attiva a Ravenna dall’inizio degli anni Novanta, la non-scuola del Teatro delle Albe è una pratica pedagogica e teatrale che ha già coinvolto migliaia di studenti. Racconta Marco Martinelli:

“Non andavamo a insegnare. Il teatro non si insegna. Andavamo a giocare, a sudare insieme. Come giocano i bambini su un campetto da calcio, senza schemi né divise, per il puro piacere del gioco, come capita ormai di vederli solamente in Africa, a piedi nudi sulla sabbia, o nel sud d’Italia: al nord è raro, i più sono irrigimentati a copiare il calcio dei “grandi”, soldi e televisione. In quel piacere ci sono una purezza e un sentimento del mondo che nessun campionato miliardario può dare. (…) Non “mettere in scena”, ma “mettere in vita” i testi antichi: resuscitare Aristofane, non recitarlo. La tecnica della resurrezione parte dal fare a pezzi, disossare.” (dal sito teatrodellealbe.com)

Goffredo Fofi provoca Marco Martinelli: “Facile fare la non-scuola nella civile Ravenna, con questi ragazzini piccolo-borghesi: vorrei vedervi a Scampia!” Così le Albe arrivano in uno dei quartieri più difficili di Napoli, quando è appena finita la guerra di camorra tra il clan Di Lauro e gli scissionisti spagnoli, 70 morti in 5 mesi.
Sostenuti dal Teatro Stabile di Napoli, iniziano a lavorare su Aristofane, in un progetto curato da Roberta Carlotto in collaborazione con Maurizio Braucci. La svolta arriva quando gli “allievi” insegnano agli “insegnanti” i cori degli ultras del Napoli:

“Non c’è niente di così decisivo, nel rapporto adulto-adolescente, come il momento in cui l’adolescente sente che può insegnare qualcosa all’adulto, che è autorizzato, che la relazione di apprendimento si ribalta e non è più a senso unico.” (Marco Martinelli, Aristofane a Scampia, Ponte alle Grazie, Milano, 2016, pp. 80-81)

Pace! va in scena con successo all’Auditorium di Scampia. Il progetto Arrevuoto prosegue per altri due anni, portando nel 2007 alla nascita della compagnia Punta Corsara. La non-scuola si dissemina poi a Lamezia Terme, nell’Emilia del terremoto, nella savana senegalese, a Chicago, Milano, Rio de Janeiro… Quando incontra la poesia di Majakovskij, nasce Eresia della felicità: alla prima edizione, nel 2011 a Santarcangelo, raccoglie in un laboratorio a cielo aperto duecento adolescenti da Italia, Belgio, Senegal, Brasile, Stati Uniti. Nelle successive edizioni, Eresia della felicità contagerà, in varie città, altre centinaia di adolescenti.

(Oliviero Ponte di Pino, Un teatro per il XXI secolo, FrancoAngeli, 2021, pp. 57-58)

Teatro delle Albe: Gli Stati Generali della non-scuola (Ravenna, 14-16 ottobre 20220)

Teatro dell’Argine: Futuri Maestri

Teatro dell’Argine: Politico Poetico-Il Labirinto

2. Alcuni percorsi teatrali con gli adolescenti in Italia (work in progress)

Raccogliamo e pubblichiamo le segnalazioni progetti che ci paiono particolarmente interessanti.
Per ulteriori segnalazioni segreteria@ateatro.org

Teatro Telaio: Trame. Il nuovo festival di teatro per adolescenti (Brescia, 27-30 ottobre 2022)
Spettacoli, workshop, mostre, incontri e altro ancora dedicati agli adolescenti e a chi con gli adolescenti lavora.

Ater Fondazione: Sciroppo di teatro
Bambine e bambini a teatro con la ricetta del pediatra: in ventuno comuni dell’Emilia-Romagna, i bambini e le bambine dai 3 agli 8 anni, assieme ai loro accompagnatori, potranno andare a teatro con un voucher fornito da pediatri e farmacisti, per soli due euro a spettacolo.
E se ampliassimo la fascia d’età?

MAT: T3 (Teen Theatre Time Festival)

Isola di Confine: Abbecedario

Pandemonium Teatro: Young Adult

Renata Coluccini, Nella rete (Teatro del Buratto, 2013)

Teatro del Buratto: Le produzioni 11+ di Renata Coluccini sulle dipendenze: Binge Drinking. Mondo liquido (2011), Nella rete (2013), Io me la gioco (2015), Straniero due volte (2018), Amici per la pelle (2019).

Teatro Donizetti: Opera Wow
Scopo primario non è solo quello di trasmettere la conoscenza del patrimonio operistico ai ragazzi, ma anche quello di avvalersi di questo patrimonio e dello spettacolo dal vivo come strumenti per accompagnare gli adolescenti nel complesso percorso di elaborazione e trasformazione degli ultimi avvenimenti pandemici.

GAMeC: My Place – My Texts
Affidare a un gruppo di giovani di seconda generazione, cresciute e formatesi in Italia, la creazione di una guida alla Collezione Permanente della GAMeC è stata una scommessa importante. Diciassette ragazze fra i 15 e i 23 anni hanno dapprima partecipato a un percorso di formazione e scoperta di ogni singolo dipinto o scultura con l’educatrice museale Rita Ceresoli, per poi proseguire con Maria Grazia Panigada davanti alle cinquantatre opere esposte, lasciandosi interrogare da esse e creando intorno a ciascuna un tracciato che regalasse ai visitatori una riflessione aperta.

Stratagemmi: Acrobazie Critiche
Portare un adolescente a teatro può essere un’acrobazia… critica!
Anche un insegnante che inizia gli studenti al teatro è un acrobata?
Cosa c’è di più acrobatico dei mestieri del teatro, arte alla quale i giovani sembrano sempre meno interessati?

LuBeC: Storie. Luoghi e materiali per la valorizzazione e l’accessibilità dei luoghi della cultura

Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura (Teatro dell’Argine): Pioverà bellezza
Pioverà Bellezza collega l’arte del teatro alla spontaneità dei ragazzi delle scuole medie. Un progetto che nasce dalla volontà di dare voce agli studenti attraverso l’emozionalità e la creatività tipiche dell’arte teatrale, rendendoli protagonisti di un percorso partecipato di crescita, scoperta e condivisione.

La capsula del tempo. Alleniamo la memoria, Teatro dell’Argine all’Istituto Storico Parri di Bologna (2021)Sulle memorie del lockdown, tra storia e teatro, con una classe di liceo

Ultimi Fuochi Teatro, La rivoluzione dei libri

Lavanderia a Vapore, Media Dance
La supervisione scientifica dell’Università di Milano Bicocca. Nel 2022 il progetto è stato scalato e adottato anche a Parigi grazie a un contributo Erasmus+.

3. Dall’estero (work in progress)

Raccogliamo e pubblichiamo le segnalazioni progetti che ci paiono particolarmente interessanti.
Per ulteriori segnalazioni segreteria@ateatro.org

Ruptures, APHG (Association des Professeurs d’Histoire et de Géographie), Francia
Fatto da docenti di storia e geografia per mettere a fuoco le rotture e le discontinuità accadute con il lockdown e sensibilizzare gli studenti all’”uso della storia”, all’importanza della storia come “lotta contro la morte”. Creazioni artistiche, musicali, ma anche interviste ai familiari:

Pandemic objects, Victoria & Albert Museum, Gran Bretagna

(…continua: per segnalazioni segreteria@ateatro.org)

Con il sostegno di

Con il contributo di




Tag: Focus Adolescenza (4)