Le notizie

di ateatro 33

Pubblicato il 23/04/2002 / di / ateatro n. 033 / 0 commenti /

(ma intanto andate a cercarle anche nei forum…)
 
Libri & Libri

# Gabriele Vacis, Awareness. Dieci giorni con Jerzy Grotowski, Holden Maps/Scuola Holden, Rizzoli, Milano, euro 14,50, 270 pagine.
Chi è Jerzi Grotowski lo dovreste sapere (ma trovate materiale anche in questo sito). Lo stesso vale per Gabriele Vacis. Ecco, succede che nel 1991 il regista polacco, che da molti anni ha abbandonato il teatro, tiene un seminario di dieci giorni a Torino, in cui decide di raccontarsi. Vacis – che con il Teatro Settimo ha organizzato l’impresa – si occupa del Maestro (sì, perché per il teatro di questi decenni Grotowski ha incarnato la figura del Maestro). Sono passati dieci anni, e a questo punto tocca a Vacis riprendere i vecchi appunti e raccontare, giorno dopo giorno, la storia di quell’incontro.

# K.S. Stanislavskij, Le mie regie (3) Il gabbiano. Testo di Cechov a fronte, a cura di Fausto Malcovati, Ubulibri, Milano, euro 15,90, 174 pp.
Se volete capire che cosa significa regia, i tre “Libri bianchi” con i quaderni di regia delle messinscene cechoviane di Stanislavskij sono semplicemente fondamentali. Quegli spettacoli hanno fondato la moderna regia con meticolosa lucidità e inedita capacità di penetrazione nel testo. I movimenti degli attori sulla scena (e dunque il senso dello spazio), i gesti composto in una autentica coreografia, la minuziosa e quasi maniacale partitura sonora offrono la migliore “scuola di regia” – ma sono anche una scuola dello sguardo. Quando andate a teatro, provate a mettere a confronto quello che vedete sulla scena con la complessità, l’organicità e la necessità delle indicazioni di Stanislavskij. È ovvio, quello di Stanislavskij non è l’unico modo di concepire la regia teatrale – è passato più di un secolo: ma resta assolutamente magistrale. Imperdibile anche il saggio introduttivo di Fausto Malcovati (massimissimo rispetto), supremo esperto del teatro russo, che chiarifica in maniera esemplare il rapporto tra i due creatori del Teatro d’Arte, Stanislavskij e Nemirovic Dancenko.
 
Teatro delle diversità
L’ultimo numero di “Hystrio”, in uscita in questi giorni, propone un dossier sul tema “TEATRO DELLE DIVERSITÀ”, una ricognizione sulle principali esperienze artistiche che dalla malattia e dal disagio partono per ricercare una nuova necessità del teatro. Numerosi gli articoli, ricordiamo quelli dedicati a: Nanni Garella e il Dipartimento di salute mentale di Bologna Nord e il loro Giganti di Pirandello, Pippo Delbono, gli Oiseau Mouche, Stalker Teatro, Danio Manfredini, la Compagnia della Fortezza di Punzo, il Teatro della Albe di Ravenna, la scena giovanile del dopo G8, la storica collaborazione Scabia­Basaglia all¹ospedale di Trieste.
In ogni caso, se vi interessa un inquadramento teorico e piuttosto precoce ; -) alla questione, mi permetto di consigliare il saggio Per un teatro politico? – ovvero un tentativo di rifondare la categoria del teatro politico (e ritrovare la sua necessità) a partire dal concetto di diversità, via Hans Mayer e Hannah Arendt.
 
W i Juke-box letterari!!!
È partito a Milano (e durerà fino al 30 maggio) Subway Letteratura, il progetto letterario che precede la distribuzione gratuita di racconti inediti di giovani scrittori nella stazione della Metropolitana Milanese.
In esclusiva per il sito di Subway Letteratura c’è anche lo spot (firmato da Alessandro Genovesi, protagonista Elena Russo) nella versione lunga…
 
I Premi della Critica
Il 12 aprile sono stati assegnati al Teatro Gobetti di Torino i Premi della Critica 2001, quella della Associazione Nazionale dei Critici di Teatro. Nei forum, tutti i vincitori con le loro brave motivazioni.
 
Attack Attach
Il provvido Roberto Canziani rilancia la campagna contro gli allegati Word alle mail. Sono perfettamente d’accordo con lui. Se volete saperne di più (e se usate gli e-mail DOVETE saperne di più, anche per non intasarmi la casella) leggete gli articoli di canz sul “Piccolo”: questi i link:
http://www.ilpiccolo.quotidianiespresso.it/ilpiccolo/arch_17/trieste/cu01/gate.html
http://www.ilpiccolo.quotidianiespresso.it/ilpiccolo/arch_17/trieste/cu01/stal.html.
 
Teatrolinks
In poche settimane il database dei teatrolinks è passato da 330 a oltre 400 siti teatrale made in Italy. Alcuni di quelli segnalati sono probabilmente inattivi, ma l’incremento della presenza teatrale su internet in questi anni è stato davvero impressionante. “ateatro” ringrazia in anticipo chi segnala nuovi links (a olivieropdp@libero.it) e aggiorna & informa su quelli già presenti nel database (x la cronaca e x chi ne capisce un po’, il db me lo sono fatto tuttodassolo…).
 
Dramma.it
Magari qualcuno se n’è già accorto, ma in fondo allo scorso numero di “ateatro” è comparso anche il banner di dramma.it. L’ottimo sito curato da Marco Isidori segnalerà nei prossimi numeri gli highlights di “ateatro”. Speriamo sia solo l’inizio di una collaborazione destinata a diventare più stretta.
 
Poesia: Lombardi-Pasolini e Paolini-Calzavara in CD
Ma ancora non li avete sentiti, i due CD pubblicati da Garzanti Libri? Marco Paolini interpreta Marco Calzavara e Sandro Lombardi interpreta Pier Paolo Pasolini. Intanto potete ascoltare due brani in anteprima: Marco Paolini interpreta l’irresistibile Can, Sandro Lombardi la struggente Supplica a mia madre.
Per altre info, leggete l’intervista sul progetto di “Alice” a Oliviero Ponte di Pino, oppure visitate la pagina del sito Garzanti dedicate al progetto. Potete richiedere i due cofanetti subito subito da internetbookshop: Paolini-Calzavara (prezzo di copertina 27.000 lire) & Lombardi-Pasolini (prezzo di copertina 25.000 lire).

Redazione_ateatro




Tag: editoriale (47)


Scrivi un commento